Giulia Viola e Margherita Magnani: record personale sui 5000 metri a Stanford

(Foto: Giancarlo Colombo)
Di: Diego Sampaolo

Ottime notizie per il mezzofondo arrivano dalla California dove Giulia Viola e Margherita Magnani hanno stabilito il record personale sui 5000 metri al Payton Jordan Invitational di Stanford in California piazzandosi rispettivamente terza in 15’28”22 e sesta in 15’30”91 in una giornata fresca con una temperatura di 12*C. Heidi See ha vinto la batteria delle azzurre in 15’22”36 precedendo Ednah Kurgat (15’26”00). La campionessa mondiale indoor dei 1500m Sifan Hassan ha realizzato il miglior tempo con 15’13”15.

Viola, allenata dal tecnico britannico Rob Denmark a Loughborough, ha demolito il record personale di oltre dieci secondi realizzato nello stesso meeting californiano nel 2015 con 15’38”47. Era dal meeting di Hengelo del 2015 che la mezzofondista veneta non correva una gara all’aperto. Nel corso dell’ultima stagione indoor Viola si è classificata settima nella finale dei 3000m agli Europei Indoor di Belgrado. Viola è transitata in 3’06”09 ai 1000m e ai 3000m in 9’26”03.

“Speravo di scendere sotto i 15’30” e ci sono riuscita. Questo risultato è un punto di partenza. Negli ultimi giorni di allenamento a Flagstaff si era riacutizzato un dolore al calcagno del piede sinistro e avevo ridotto i carichi. L’obiettivo è avvicinare i 15’22” del minimo per i Mondiali di Londra”, ha commentato Giulia Viola.

Magnani ha tolto 13 secondi al precedente record personale di 15’43”78 stabilito sempre su questa pista. L’allieva di Vittorio Di Saverio non correva in pista dalle batterie dei 1500m delle Olimpiadi di Rio de Janeiro. Nel corso dell’inverno è rimasta ferma per un infortunio.

“L’obiettivo è realizzare il minimo per i Mondiali di Londra sui 1500m (4’07”50). Credo che sia un tempo accessibile. Le prossime gare saranno i 1500m a Shanghai per la seconda tappa della Diamond League il 13 Maggio e a Kawasaki per il World Challenge il 21 Maggio”, ha detto Margherita Magnani.

Il Payton Jordan ha regalato il solito festival di buone prestazioni cronometriche nel mezzofondo. Su tutti spicca soprattutto il 31’13”06 con il quale la svedese Meraf Bahta ha stabilito il miglior crono mondiale dell’anno sui 10000m. In campo maschile sono arrivate le migliori prestazioni mondiali dell’anno nei 5000m di Justyn Knight con 13’17”51 e nei 10000m dell’australiano Patrick Tiernan con 27’29”81.

Articoli Correlati

Lorenzo Dini
Mattuzzi e Dini campioni italiani dei 10000 metri 
Marchesi
Ultra maratona: record italiano di Tiziano Marchesi alla sei giorni del lago Balaton
L’atletica piange Roberto Quercetani, maestro di storia e fondatore della statistica 
Sifan Hassan
Buone prestazioni cronometriche di Hassan e Kejelcha a Palo Alto
IAAF Diamond League: Obiri, Amos e Semenya illuminano il mezzofondo di Doha
Atletica e bambini
Pizzolato: atletica, miti d’altri tempi e giovani di oggi