fbpx

Farah torna a correre i 10000 metri alle Olimpiadi di Tokyo 2020

30 Novembre, 2019
Mo Farah (Foto: Colombo)

Il quattro volte campione olimpico e sei volte iridato Mo Farah ha annunciato che tornerà a correre i 10000 metri in pista con l’obiettivo di vincere la quinta medaglia d’oro a Cinque Cerchi alle Olimpiadi di Tokyo 2020. 

Il fuoriclasse britannico ha disputato la sua ultima gara sui 10000 metri ai Mondiali di Londra 2017 quando conquistò la sesta medaglia d’oro iridata della sua straordinaria carriera davanti all’ugandese Joshua Cheptegei, campione mondiale sui 10000 metri a Doha 2019. Nella stessa edizione della rassegna iridata Farah vinse la medaglia d’argento sui 5000 metri alle spalle dell’etiope Muktar Edris. 

Nelle ultime due stagioni Farah si è concentrato sulla maratona ottenendo il terzo posto a Londra e la vittoria a Chicago con il primato europeo (2h05’39”) nel 2018. Ha avvicinato il record personale in occasione del terzo posto alla Maratona di Londra in 2h05’39” nello scorso Aprile. Nell’ultima maratona disputata a Chicago si è classificato all’ottavo posto in 2h09’58” a quattro minuti dal vincitore Lawrence Cherono. 

“E’ stato emozionante correre la maratona negli ultimi due anni. Vincere la maratona di Chicago è stato un grande risultato. Terminare al terzo posto nella Maratona di Londra è stato davvero entusiasmante. Questa esperienza mi ha insegnato molto. Ho deciso di tornare a correre in pista alle Olimpiadi di Tokyo. Sono davvero eccitato di poter tornare a correre in pista. Spero di non aver perso la velocità. Mi allenerò duramente e vedremo cosa riuscirò a fare. Sono eccitato”, ha dichiarato Farah. 

LEGGI ANCHE: Donne-runner – Amicizie nate correndo

Articoli correlati

Le medaglie olimpiche dei master

09 Agosto, 2021

Nonostante i Giochi olimpici siano, di natura, un “inno alla gioventù”, non sono mancate vittorie e piazzamenti sul podio di atleti “over 35”. Vediamoli nel dettaglio La longevità degli atleti non è più una novità, da quando l’inglese Linford Christie a 32 anni vinse i 100 m piani ai Giochi di Barcellona 1992 e venne […]

Kipchoge nella leggenda

08 Agosto, 2021

Nella storia dei Giochi olimpici solo altri due atleti sono riusciti a “doppiare” il successo in maratona: Waldemar Cierpinski (1976 e 1980) e prima ancora il leggendario Abebe Bikila (1960 e 1964). Gli azzurri: Eyob Faniel è 20° in 2:15’11”, Yassine El Fatahoui 47º in 2:19’44”. Rachick si è ritirato. Si chiude così, con un […]

4×400 settima con record

07 Agosto, 2021

Non sempre i miracoli riescono. Non fa nulla. Il quartetto della 4×400 italiano stampa ancora il primato italiano, ma non l’agognata medaglia (così aveva ammesso ai microfoni Rai Vladimir Aceti) ieri. Non muta nella composizione il quartetto azzurro, cambia posizione Davide Re, scala dall’ultima alla prima frazione al suo posto Alessandro Sibilio che in semifinale […]

El Fathaoui: un operaio alla maratona olimpica

07 Agosto, 2021

Domenica mattina, a Sapporo, la maratona maschile conclude i Giochi olimpici di Tokyo 2020. Al via anche i tre azzurri: Eyob Faniel Ghebrehiwet, Yassine Rachik e Yassine El Fathaoui, di professione operaio metalmeccanico, e di cui qui vi riproponiamo la storia, da lui stesso raccontata su Correre di aprile. Ancora un’ultima mezzanotte davanti alla TV […]