Olimpiadi 2024: ecco cosa devono fare gli italiani per poter partecipare

Olimpiadi 2024: ecco cosa devono fare gli italiani per poter partecipare

31 Gennaio, 2024
Foto: Francesca Grana

Nella riunione di martedì 30 gennaio, il Consiglio Federale Fidal ha approvato i criteri di partecipazione alle Olimpiadi di Parigi 2024: per chi non si è classificato nei primi otto dei Mondiali di Budapest 2023, gli standards indicati da World Athletics saranno tenuti in considerazione solo se conseguiti nel 2024.

La strada si fa più dura per gli italiani che aspirano a partecipare ai Giochi olimpici di Parigi 2024 (gare di atletica dal 1 al 11 agosto). Nella riunione di martedì 30 gennaio, il Consiglio Federale Fidal (Federazione Italiana di Atletica Leggera), infatti, ha approvato i criteri di partecipazione alle Olimpiadi di Parigi 2024: per chi non si è classificato nei primi otto ai Mondiali di Budapest 2023, ad esempio, gli standards indicati da World Athletics (federazione internazionale di atletica) saranno tenuti in considerazione solo se conseguiti nel 2024.

Priorità ai giovani

“Favorire una selezione qualificata e adeguata alla manifestazione, nonché promuovere l’esperienza internazionale di atleti giovani che mostrino particolari prospettive per il quadriennio successivo”. Questo è l’obiettivo che ha guidato le decisioni assunte dalla Federazione Italiana di Atletica Leggera nella riunione del Consiglio Federale di martedì 30 gennaio. 

Criteri di partecipazione: le differenze tra World Athletics e Fidal

La World Athletics ha previsto che ai Giochi olimpici di Parigi 2024 possano partecipare un massimo di tre atleti per nazione, che possono qualificarsi attraverso: 

• il conseguimento degli entry standard (vedi tabella a fondo testo);

• la posizione nel World Ranking di World Athletics della singola gara al termine del periodo di qualificazione; 

2023 World Athletics Championships | Foto: Francesca Grana

World Athletics ha previsto i seguenti periodi di qualificazione:

• maratona: dal 6 novembre 2022 al 5 maggio 2024;

• 10.000 metri, marcia 20 km, staffette e prove multiple: dal 31 dicembre 2022 al 30 giugno 2024;

• tutte le altre specialità dell’atletica: dal primo luglio 2023 al 30 giugno 2024.

Gare in pista – La Fidal ha aggiunto le seguenti condizioni per essere selezionati:

• essersi classificati tra i primi otto dei Campionati mondiali di Budapest 2023, a patto che, al termine del periodo di qualificazione, si soddisfino le modalità richieste da World Athletics (standard o ranking);

• aver conseguito lo standard previsto da World Athletics, ma con prestazioni ottenute dal primo gennaio 2024;

• per le atlete e gli atleti che abbiano conseguito lo standard richiesto da World Athletics, ma solo nel periodo di qualificazione compreso tra il primo luglio 2023 (31 dicembre 2022 per 10.000 metri e prove multiple) e il 31 dicembre 2023, la possibilità di partecipare alle Olimpiadi sarà tenuta in considerazione “purché nella stagione 2024 sia stato conseguito lo standard Fidal” (vedi tabella a fondo testo). 

• La partecipazione delle atlete e gli atleti che risultino qualificati dalla Federazione Internazionale in base al ranking, sarà considerata nel caso in cui sia stato conseguito nella stagione 2024 lo standard Fidal; 

• La partecipazione delle atlete e gli atleti che risultino qualificate/i dalla Federazione Internazionale in base al ranking, ma non saranno in possesso dello standard FIDAL, sarà oggetto di valutazione prendendo in considerazione: 

a) la posizione nel World Ranking (tre atleti/e per nazione) al momento della chiusura del periodo di qualificazione; 

b) la posizione nelle graduatorie mondiali dell’anno 2024 (tre atleti/e per nazione) al momento della chiusura del periodo di qualificazione; 

c) i requisiti di giovane età anagrafica e di risultati che rendano utile un’esperienza formativa in vista del quadriennio seguente; 

d) l’andamento internazionale della specialità nella stagione olimpica; 

e) il rendimento generale prodotto nel corso della stagione 2024; 

f) il rendimento offerto nelle manifestazioni mondiali degli anni precedenti.

Nel caso in cui vi fossero più di tre atlete/i in possesso dei requisiti Fidal per le Olimpiadi, la convocazione per Parigi 2024 verrà decisa valutando i seguenti parametri:

1. titolo di Campione italiano assoluto outdoor 2024 (La Spezia, 29-30 giugno);

2. i confronti diretti;

3. il confronto delle migliori 3 prestazioni stagionali 2024.

Gare in maratona e marcia – La Fidal ha aggiunto e precisato le seguenti condizioni per essere selezionati:

• essersi classificati tra i primi otto dei Campionati mondiali di Budapest 2023, a patto che, al termine del periodo di qualificazione, si soddisfino le modalità richieste da World Athletics (standard o ranking);

• aver conseguito lo standard World Athletics nel corso della finestra di qualificazione, secondo le modalità previste dal Qualification System, nelle competizioni del calendario che risultino negli appositi elenchi pubblicati dalla stessa Federazione Internazionale; 

• per le atlete e gli atleti che risultino qualificati dalla Federazione Internazionale in base al ranking, la partecipazione sarà considerata in caso di conseguimento, nel periodo compreso tra il primo luglio 2023 e il 30 giugno (5 maggio per maratona) 2024 dello standard Fidal; 

• ulteriori valutazioni, analoghe a quelle stabilite per la pista, saranno fatte per coloro che risultino qualificati dalla Federazione Internazionale in base al ranking, ma non in possesso dello standard Fidal conseguito nel periodo indicato, o per il caso in cui vi fossero più di 3 atleti/e che hanno conseguito i requisiti utili alla partecipazione. 

2023 World Athletics Championships | Foto: Francesca Grana

Verifica finale Fidal-Coni

Nessuna performance o piazzamento, in sostanza, produrrà un automatico diritto a partecipare ai Giochi olimpici di Parigi 2024.

La nota diffusa dalla Fidal al termine del Consiglio Federale di martedì 30 gennaio, infatti, si chiude con la seguente precisazione: 

“Per tutte le discipline, la convocazione sarà comunque subordinata: 

alla condivisione del percorso tecnico-agonistico con la Direzione Tecnica; 

all’accertato stato di salute ed efficienza in prossimità della manifestazione. 

I requisiti di cui sopra sono condizione necessaria ma non sufficiente alla selezione: la decisione finale sarà subordinata alla condivisione con il Coni della proposta federale.

Parigi 2024 – Ecco gli entry standard di World Athletics (WA) e Fidal

(tra parentesi il numero di atleti previsti per ciascuna gara) 

Uomini / FidalUomini WAGara Donne / WADonne / Fidal
10.1210.00100 m (56)11.07 11.22
20.40 20.16200 m (48)22.5722.90
45.25 45.00400 m (48)50.9551.55
1:45.401:44.70800 m (48)1:59.30 2:00.30
3:34.50 (3:52.00)3:33.50 (3:50.40)1.500 m (miglio) (45)4:02.50 (4:20.90)4:05.70 (4:24.50)
13.16.00 13:05.005.000 m (42)14:52.0015:15.50
27:51.00 27:00.0010.000 m (27)30:40.0031:45.00
13.49 13.27110h/100h (40)12.7712.89
49.05 48.70400h (40)54.8555.80
8:22.50 8:15.003.000 m sc (36)9:23.009:31.50
2,26 2.33alto (32)1.971,91
5,65 5.82asta (32)4.734,50
8,10 8.27lungo (32)6.866,70
16,75 17.22triplo (32)14.5514,05
20,65 21.50peso (32)18.8017,80
64,00 67.20disco (32)64.5060,00
76,00 78.20martello (32)74.0070,00
82,00 85.50giavellotto (32)64.0060,00
8150 8460prove multiple (24)64806140
1:22.00 1:20.10marcia 20 km (48)1:29.201:33.00
2:11.002:08.10maratona (80)2:26.50 2:29.00

Articoli correlati

Tamberi: “Ho pianto, ma il sogno non finisce”

10 Luglio, 2024

Il portabandiera azzurro accusa un problema al bicipite femorale e dovrà seguire una settimana di terapie e allenamenti differenziati saltando le gare di avvicinamento ai Giochi,. “Non mi vergogno a dirlo, ho pianto 3 volte nelle ultime 24 ore… probabilmente per la tensione, probabilmente per la paura e forse anche perché in parte tutto questo […]

Tokyo 2020, Olimpiadi a porte chiuse

08 Luglio, 2021

I giochi olimpici di Tokyo 2020 si terranno senza spettatori. Il Covid spaventa il Giappone: contagi in aumento, stato d’emergenza che durerà fino al 22 agosto Era nell’aria ma adesso arriva la conferma. I Giochi di Tokyo 2020, in programma dal 23 luglio all’8 agosto, si svolgeranno a porte chiuse, senza spettatori. In precedenza si […]

Larissa Iapichino, Tokyo addio

29 Giugno, 2021

Fatale l’infortunio in pedana a Rovereto: l’azzurrina Larissa Iapichino costretta al forfait Larissa Iapichino, una delle atlete più attese della nazionale italiana di atletica leggera, avrebbe dovuto disputare a Tokyo la sua prima Olimpiade.A poche ore dall’ufficializzazione dell’elenco dei convocati arriva però la rinuncia, a causa dell’infortunio che la 19enne si è procurata in pedana durante […]

Niente olimpiadi per Sara Dossena

23 Giugno, 2021

La più forte delle maratonete italiane ha annunciato il forfait direttamente sul proprio profilo Instagram. Operata in dicembre al piede sinistro, aveva ripreso a correre da aprile, ma le recenti rinunce a gare in cui era stata annunciata tra le partenti hanno cominciato a far temere che qualcosa non stesse andando per il verso giusto. […]