fbpx
Foto Giancarlo Colombo

Cross Vallagarina: trionfano Mayo e Hawi, seconda La Barbera

Il keniano Rodgers Mayo e la forte etiope Alemitu Hawi hanno conquistato la 39ma edizione del Cross Internazionale della Vallagarina organizzato come sempre in modo impeccabile dalla Quercia Trentingrana Rovereto, benemerita società diretta da Carlo Giordani.

La gara maschile sulla distanza di 9 km ha visto Mayo e Geoffrey Korir prendere progressivamente il largo dopo un’iniziale fase di studio. Il duello si è risolto nella volata finale dopo una serie di sorpassi e controsorpassi da parte dei due contendenti. Sul rettilineo finale Maiyo ha avuto la meglio per due secondi su Korir facendo segnare il tempo di 26’39”. L’ugandese Victor Kiplangat ha prevalso nella lotta per il terzo posto in 26’53” con lo stesso tempo del connazionale Jacob Kiplimo.

Abdoullah Bamoussa, 29enne portacolori della Brugnera Friulintagli di origini marocchine è stato il primo degli italiani al traguardo con il settimo posto in 27’26” con un secondo vantaggio sul keniano Joasch Koech. Il bronzo europeo under 23 dei 10000 metri Yassine Rachik ha chiuso al nono posto in 27’38” davanti al cuneese Martin Dematteis.

La gara femminile ha visto il dominio incontrastato dell’etiope Alemitu Hawi che ha tagliato il traguardo in 21’35” con un vantaggio di 24 secondi sulla vincitrice dell’edizione 2015 del cross trentino Silvia La Barbera. Hawi vanta la medaglia d’argento ai Mondiali Juniores di Eugene 2014 sui 5000 metri. La palermitana ha avuto la meglio per due secondi sull’ugandese Mercyline Chelangat in 21’59”. La top five è stata completata da altre due atlete italiane Sara Dossena (22’18”) e Valeria Roffino (22’37”).

La gara allieve ha fatto registrare il bel successo della figlia d’arte Nadia Battocletti (suo padre è Giuliano Battocletti, grande azzurro del cross e del mezzofondo prolungato) che ha completato l’en-plein dopo la vittoria nella competizione giovanile del Campaccio davanti a Marta Zenoni. La quindicenne di Cavareno in Val di Non si è confermata come il nome emergente del mezzofondo italiano da seguire nei prossimi anni.

Nelle altre gare giovanili si sono imposti gli altoatesini Daniel Pattis e Raphael Joppi rispettivamente nelle gare allievi e juniores e di Giulia Zanne nella competizione juniores femminile.

Articoli Correlati

I migliori italiani contro la “Generazione Z” dell’Africa alla Cinque Mulini
Cesare Maestri
Cross della Vallagarina: Cesare Maestri riporta l’Italia al successo
Hellen Obiri cross di Elgoibar
Obiri vince il cross di Elgoibar per il secondo anno consecutivo
Traguardo Cross del Campaccio
Doppietta etiope al cross del Campaccio
Campaccio Crippa, Battocletti e Dossena
Crippa, Battocletti e Dossena al via del 63° Campaccio
Nadia Battocletti, europei di cross oro
Europei di cross: oro di Nadia Battocletti, Italia terza nel medagliere