fbpx

Cinque ori e undici medaglie per l’Italia agli Europei Under 20 di Boras

Foto Giancarlo Colombo
Di: Diego Sampaolo

Bilancio straordinario della nazionale italiana under 20 agli Europei Under 20 di Boras in Svezia. Il team guidato dal responsabile delle nazionali giovanili Tonino Andreozzi ha conquistato 11 medaglie (cinque ori, tre argenti, tre bronzi) classificandosi secondo nel medagliere alle spalle della Gran Bretagna. Anche la classifica per nazioni che tiene conto di tutti i piazzamenti da finale ha premiato gli azzurri, che si sono classificati terzi con 131 punti alle spalle della Gran Bretagna e della Germania.

Il mezzofondo azzurro ha contribuito al miglior bottino di sempre della nazionale italiana nella massima rassegna continentale under 20 con l’argento di Nadia Battocletti sui 5000 metri e il bronzo di Elisa Ducoli sui 3000 metri.

La figlia d’arte Nadia Battocletti ha vinto l’argento sui 5000 metri in 16’09”39 stabilendo la terza migliore prestazione italiana di sempre under 20. La slovena Klara Lukan è andata in fuga fin dall’inizio dominando la gara in 16’03”62.

Elisa Ducoli ha vinto il bronzo sui 3000 metri in 9’32”42 alle spalle della polacca Zofia Dudek (9’30”06) e della portoghese Mariana Machado (9’30”66). Due anni fa l’Italia vinse il bronzo su questa distanza nella stessa rassegna con Nadia Batocletti a Grosseto 2017.

Eccellente anche la prova della romana Eloisa Coiro, quarta nella finale degli 800 metri femminili con il primato personale di 2’04”12. Sophia Favalli si è piazzata all’ottavo posto con 2’05”85 al suo primo anno nella categoria juniores. La britannica Isabelle Boffey ha  trionfato in 2’02”92 davanti alla grande favorita svizzera Delia Sclabas (2’03”36) e all’altra britannica Hodkinson (2’03”40).

Sclabas si è rifatta vincendo l’oro dei 1500 metri in 4’25”95 precedendo l’irlandese Sarah Healy (4’27”14).

La Gran Bretagna ha fatto tripletta vincendo oro, argento e bronzo negli 800 metri maschili con Oliver Dustin (1’50”56), Ben Pattison (1’50”68) e Finley McLear (1’51”19).

Europei under 20 Boras: doppietta azzurra sui 100 metri con Paissan e Fontana

La rassegna svedese verrà ricordata per la doppietta senza precedenti dell’Italia sui 100 metri firmata dal trentino Lorenzo Paissan e dalla lombarda Vittoria Fontana.

Vittoria Fontana ha migliorato il record italiano nella finale dei 100 metri femminili con 11”40 battendo per sei millesimi di secondo la sedicenne N’Ketia Seedo con lo stesso tempo al photo-finish. La ragazza di Gallarate ha migliorato il record italiano detenuto esattamente da 30 anni da Sonia Vigati con 11”42.

Lorenzo Paissan ha conquistato l’oro sui 100 metri maschili in 10”44 a due anni di distanza dal trionfo di Filippo Tortu a Grosseto 2017. Il velocista trentino ha preceduto il polacco Antoni Plichta (10”52) e il britannico Chad Miller (10”53).

Paissan ha contribuito alla medaglia d’argento della staffetta 4×100 che ha vinto la medaglia d’argento che schierava Mattia Donola, Lorenzo Paissan, Lorenzo Ianes e Lorenzo Patta. Gli azzurri hanno tagliato il traguardo al terzo posto in 39”89 ma sono stati promossi in seconda posizione dopo la squalifica della Gran Bretagna. La Germania ha conquistato l’oro in 39”79.

Europei under 20 Boras: trionfo di Larissa Iapichino nel lungo

La figlia d’arte Larissa Iapichino ha trionfato a soli 17 anni nel salto in lungo con 6.58m in una gara condizionata dalla pioggia sfiorando di sei centimetri il record italiano under 20 stabilito ad Agropoli ai recenti Campionati Italiani allievi. La mamma Fiona May conquistò l’oro agli Europei Juniores nel 1987 a Birmingham quando gareggiava ancora per la Gran Bretagna. Larissa ha battuto la leader mondiale stagionale under 20 Tilde Johanson (6.52m) e la britannica Holly Mills (6.50m).

La staffetta 4×100 femminile composta da Eleonora Ricci, Vittoria Fontana, Chiara Gherardi e Chiara Gala si è piazzata al quarto posto in 44”42 a due soli centesimi dal record italiano. La Gran Bretagna ha conquistato l’oro in 44”11 trascinata dalla vincitrice dei 200 metri Amy Hunt davanti all’Olanda (44”21) e alla Germania (44”34).

Scotti trionfa nei 400 metri

Edoardo Scotti si è preso lo scettro di campione europeo under 20 sui 400 metri nell’eccellente tempo di 45”85 (migliore prestazione europea under 20 dell’anno) precedendo lo spagnolo Bernart Erta (46”24) e lo svizzero del Canton Ticino Ricky Petrucciani (46”34). Scotti ha sfiorato di un centesimo di secondo il record personale realizzato l’anno scorso in occasione della semifinale dei Mondiali Under 20 di Tampere quando si classificò quarto.

Scotti è il terzo italiano della storia a vincere i 400 metri agli Europei Juniores dopo Roberto Tozzi a Donetzk 1977 e Vladimir Aceti a Grosseto 2017.

Scotti e Benati insieme a Domenico Rossi e a Luca Pierani hanno sfiorato il podio nella staffetta 4×400 maschile in 3’08”76 alle spalle della Turchia, oro a sorpresa in 3’08”34 davanti alla Repubblica Ceca (3’08”50) e alla Spagna (3’08”66).

Europei under 20 Boras: Visca d’oro due anni d’oro due anni dopo l’argento di Grosseto

Due anni dopo l’argento di Grosseto 2017 Carolina Visca ha conquistato l’oro nel lancio del giavellotto femminile con 56.48m davanti a Julia Ulbricht (54.98m) e l’estone Gedli Tugy (54.52m). Il bilancio azzurro è completato dal bel quinto posto di Federica Botter con 53.03m.

Mattia Donola ha vinto il bronzo sui 200 metri in 21”18 con vento contrario di -1.2 m/s precedendo al photo-finish l’irlandese Aaron Sexton. L’olandese Onyema Adigida ha conquistato la medaglia d’oro in 21”08 precedendo di otto centesimi di secondo il tedesco Elias Goer.

Riccardo Orsoni, che ha conquistato la medaglia d’argento sui 10000 metri di marcia con un personale demolito di oltre 30 secondi fermando il crono in 41’51”71. Il bielorusso Mikila Kaliada ha conquistato la medaglia d’oro in 41’10”03 davanti a Orsoni e al polacco Lukasz Niedzalek (42’20”66).

Il primatista italiano under 20 Giorgio Olivieri ha conquistato la medaglia di bronzo in una splendida finale del lancio del martello maschile sfiorando il suo record italiano con 78.75m con attrezzo da 5 km nella gara vinta dall’ucraino Myhaylo Kokhan con il record europeo di categoria (84.73m).

Leonardo Puca si è migliorato ancora correndo in 51”62 nella finale dei 400 ostacoli nella gara vinta dallo svedese Carl Bengstrom in 50”32.

Dario Dester ha conquistato un bel quinto posto nel decathlon stabilendo il record italiano juniores con 7589 punti. Lo svizzero Simon Ehammer ha conquistato la medaglia d’oro con 7851 punti.

Le stelle della manifestazione sono state Maria Vicente, vincitrice dell’eptathon con 6115 punti, la fenomenale duecentista britannica Amy Hunt (oro in 22”94 con vento contrario di -1.7 m/s nella gara che ha visto il sesto posto dell’azzurra Dalia Kaddari in 23”78), la figlia d’arte Aksana Gataullina, oro nell’asta con 4.36m, la diciassettenne ucraina Yaroslava Mahuchik, prima nel salto in alto con 1.92m (con un tentativo sbagliato di poco al record del mondo under 20 di 2.02m) e la svedese Tilde Johanson (13”16 sui 100 ostacoli).

Articoli Correlati

The Match Europa contro Stati Uniti: Crippa terzo sui 3000m, Desalu secondo sui 200 metri
Geoffrey Kirui
Birell Prague 10 km: Chepkirui e Kosgei sotto i 30 minuti
Mo Farah
Brigid Kosgei e Mo Farah vincono la Great North Run di Newcastle
Sifan Hassan
Sifan Hassan e Noah Lyles fanno doppietta in Diamond League
Lonah Chemtai Salpeter batte il record europeo dei 10 km
Gesa Felicitas Krause, record del mondo dei 2000 siepi a Berlino