fbpx

Bruxelles: Kipruto vince in rimonta, Miller al top sui 400

Bruxelles: Kipruto vince in rimonta, Miller al top sui 400

02 Settembre, 2017
Conseslus Kipruto (Foto: Giancarlo Colombo)

Spettacolare conclusione della IAAF Diamond League nella fredda serata allo Stadio Re Baldovino di Bruxelles, che ha premiato 16 vincitori con il Trofeo dei Diamanti e un assegno da 50000 dollari.
Conseslus Kipruto ha vinto una gara di 3000 siepi mozzafiato precedendo con una grande rimonta sul rettilineo finale Soufiane El Bakkali per dieci centesimi di secondo in 8’04”73.
Faith Kipyegon ha ribadito la sua superiorità dopo il titolo mondiale vincendo in rimonta i 1500 metri in 3’57”07 su Sifan Hassan (3’57”22). Hellen Obri ha conquistato con un allungo decisivo il titolo di Diamond League sui 5000 metri in 14’25”88. Caroline Chepkoech Kipkirui si è migliorata alle sue spalle con 14’27”55. Senbere Teferi si è classificata al terzo posto in 14’32”03.
Nijel Amos ha riscattato il quinto posto dei Mondiali aggiudicandosi il diamante negli 800 metri in 1’43”53 davanti a Marcin Lewandowski (1’44”77) e Adam Kszczot (1’44”84).

La stella della quarantunesima edizione del Memorial Ivo Van Damme (indimenticato vice campione olimpico degli 800m e dei 1500m di Montreal 1976) è stata Shaunae Miller Uibo che ha realizzato la migliore prestazione mondiale dell’anno sui 400 metri con 49”46 trascinando la vice iridata Selwa Eid Naser al record personale di 49”88 a soli 19 anni. Miller ha bissato il successo sui 200 metri di Zurigo in 21”88.

Come la bahamense, anche Elaine Thompson ha riscattato la sconfitta dei Mondiali vincendo il diamante sui 100 metri in 10”92 per un solo centesimo di secondo su Marie Josée Ta Lou. Vittoria di stretta misura anche nei 200 metri dove il diciannovenne Noah Lyles si è imposto per un centesimo di secondo su Ameer Webb in 20”00. Avvincenti anche i 110 ostacoli vinti da Sergey Shubenkov in 13”14 per tre centesimi di secondo su Orlando Ortega e i 400 ostacoli femminili dove Dalilah Muhamad ha avuto la meglio per quattrocentesimi di secondo su Zuzana Hejnova.

Non è stata una serata facile per Alessia Trost, dodicesima con 1.80m nel freddo di Bruxelles, dove Maria Lasitskene ha collezionato la diciottesima vittoria consecutiva all’aperto in questa stagione superando 2.02m. La Diamond League ha incoronato Christian Taylor e Sandra Perkovic, che hanno portato a casa il sesto diamante consecutivo grazie ai successi nel salto triplo con 17.49m e nel lancio del disco con 68.82m Secondo titolo consecutivo per Ekaterini Stefanidi nell’asta femminile grazie al successo su Sandi Morris con 4.85m

Articoli correlati

L’Italia della maratona agli Europei

05 Agosto, 2022

Oltre al campionato europeo individuale si gareggia anche per la Coppa Europa. Dopo il forfait di Faniel, Aouani e Meucci potranno essere gli uomini-squadra per difendere la grande storia della maratona italiana agli Europei.  Ferragosto di lavoro per gli azzurri della maratona. Alle ore 11:30 di lunedì 15 agosto, infatti, i maratoneti convocati dal direttore […]

Bravo Meslek! 3’36”04 nei 1.500 metri

31 Luglio, 2022

Di Marta Zenoni sui 1.500 m e Sintayehu Vissa sugli 800 m le altre vittorie del mezzofondo azzurro al meeting “Sport e Solidarietà” di Lignano Sabbiadoro La trentatreesima edizione del Meeting Sport e Solidarietà di Lignano Sabbiadoro ha regalato tre vittorie italiane nel mezzofondo: Ossama Meslek e Marta Zenoni sui 1.500 m, e Sintayehu Vissa […]

Eugene 2022: che “master” ai Mondiali

27 Luglio, 2022

Dai 36 anni in dicembre del fenomeno Shelly-Ann Fraser-Pryce ai 49 anni della marciatrice australiana Kelly Riddicknon sono mancati atleti “in età da Master (35 anni e oltre)” tra i protagonisti dei Campionati mondiali di atletica 2022 La rivista Correre si occupa anche dell’attività atletica del settore Master. Per questo conserviamo la tradizione di analizzare […]

News Allenamento Equipment Salute Correre