Andamlak Belihu

Belihu e Gemechu vincono la mezza maratona di New Delhi

Andamlak Belihu
Di: Diego Sampaolo

Grandi prestazioni cronometriche alla mezza maratona di New Dehli in India. L’Etiopia ha realizzato la doppietta in campo maschile, dove il ventenne Andamlak Belihu si è imposto in 59’18” precedendo lo junior Amdework Walelegn, che con 59’22” ha sfiorato di soli sei secondi il record mondiale under 20 stabilito dal keniano Samuel Wanjiru a Rotterdam nel 2005. Il keniano Daniel Kipchumba ha completato il podio con 59’48” precedendo di due secondi l’eritreo Aron Kifle. Più staccato il rappresentante del Barhein Aweke Ayalew, quinto al traguardo in 1h00’09”. 

Belihu, nato nel Novembre 1998, si classificò decimo sui 10000 metri ai Mondiali di Londra 2017 in 27’08”94, undicesima migliore prestazione juniores di sempre. 

La gara maschile è entrata nel vivo al 15 km quando sono rimasti in testa Belihu, Walelegn, Kipchumba (vincitore alla mezza di Verbania in 59’06”) e Kifle. Il quartetto è passato al 15 km in 42’41”. I due giovani etiopi hanno preso il largo negli ultimi sei chilometri e sono rimasti insieme fino a 250 metri dalla fine, quando Belihu ha piazzato l’attacco decisivo. 

“Dopo il secondo posto dell’anno scorso sono venuto qui determinato a conquistare il successo. Volevo battere il record del percorso di Guye Adola realizzato con 59’06” nel 2014 ma i pacemakers non hanno svolto un buon lavoro nella prima parte. Non sono ancora pronto per passare alla maratona l’anno prossimo punterò ai mondiali di corsa campestre e ai 10000 metri”, ha dichiarato Belihu. 

GARA FEMMNILE

La giovane etiope Tsehay Gemechu (nata nel 1998) si è aggiudicata la gara femminile in 1h06’50” precedendo di sei secondi l’attuale primatista mondiale della distanza Joycilline Jepkosgei, che si era presentata come la grande favorita dopo lo straordinario 2017 nel quale aveva realizzato il record del mondo a 1’04’52” a Praga e a 1h04’51” a Valencia. Anche l’altra giovane etiope Zeineba Yimer è scesa al di sotto delle 1h07’ con 1h06’59”. Tirunesh Dibaba ha tagliato il traguardo al sesto posto in 1h08’36”. 
Al debutto sulla distanza Gemechu ha migliorato di quattro secondi il record del percorso che resisteva da nove anni. L’etiope ha piazzato l’allungo decisivo negli ultimi 100 metri. 

La tre volte campionessa olimpica Tirunesh Dibaba ha fatto fatica fin dall’inizio e si è trovata in fondo al gruppo di testa al 10 km quando le otto leader sono transitate in 31’42”. Dibaba non ha ancora recuperato dallo sforzo della maratona di Berlino dove è scesa sotto le 2h20’ con 2h18’55. 

Gemechu, Jepkosgei, Stacy Ndiwa e la vice campionessa mondiale dei 5000 metri di Pechino 2015 Senbere Teferi sono passate da sole al 15 km in 47’51”. Al 19 km Teferi ha preso un vantaggio di 12 secondi nei confronti di Gemechu e Jepkosgei, ma ad un chilometro dalla fine ha iniziato a rallentare ed è stata superata dalla coppia formata da Jepkosgei e Gemechu a 700 metri dal traguardo. Gemechu ha piazzato l’allungo decisivo a pochi metri dal traguardo situato all’interno del Jawahrial Nehru Stadium di New Dehli. 

“Non ho cambiato il mio programma di allenamento per questa gara e sono sorpresa di aver corso così velocemente”, ha dichiarato Gemechu. 

Articoli Correlati

Lorenzo Dini
Jeptoo e Raimoi conquistano il successo alla Stramilano, Lorenzo Dini è quinto
Jairus Birech e Priscah Jeptoo stelle della Stramilano 2019
Sondre Nordstad Moen
Mezza maratona: in sei sotto l’ora a Lisbona e il ritorno di Moen in Polonia
Secondo successo di Adola e super tempo di Salpeter alla Roma Ostia
Yassine Rachik
Amsolom vince la mezza maratona di Napoli, Rachik é quarto
Giulietta&Romeo Half Marathon 2019: presentata la t-shirt ufficiale