fbpx

Rewind 2021: riviviamo un anno di corsa

02 Gennaio, 2022
Foto Giancarlo Colombo

Ultima parte del nostro riepilogo di un anno ricco di persone e fatti, per il running e per l’atletica: ecco gli episodi di spicco dell’ultima parte di stagione caratterizzata soprattutto dal faticoso ritorno delle maratone per tutti.

Settembre

12 settembre – Herzogenarauch (GER) – Due record del mondo di corsa su strada nel corso dell’Adidas Adizero Road to Records: 30’01” sui 10 km della keniana Agnes Tirop e 14’29” sui 5 km dell’etiope Senbere Teferi

12 settembre – La maratona di Chicago comunica che l’accesso alla corsa sarà riservato ai soli iscritti vaccinati. (col senno di poi / 7) Cominciano da qui le difficoltà d’accesso alle maratone statunitensi, soprattutto per gli stranieri.

14 settembre – Courmayeur – Due “triplete” alla decima edizione del Tor des Geants: vincono infatti per la terza volta sia Franco Collé (64:43’57, record) sia Silvia Trigueros Garrote (87:57’50).

15 settembre – Montecarlo – La World Athletics rinvia al 2023 i Campionati mondiali di Cross.

19 settembre – Roma – Sulle note del “Nessun dorma”, all’alba delle 6:45 riparte da via dei Fori imperiali la maratona di Roma (nella foto), dopo due anni e mezzo dall’ultima edizione. Vittorie del Kenya con Clement Kiprono (2:08’23”) e Peris Lagat Jerono (2:29’29”).

26 settembre – Padova – Nella mezza maratona di Padova ecco il ritorno di Daniele Meucci, quinto in 1:02’40”.

26 settembre – Berlino – Con numeri da pre-Covid ecco la maratona di Berlino, dominata dall’Etiopia: 2:05’45” di Guye Adola e 2:20’09” di Gotytom Gebrselase. Terzo Bekele in 2:06’47”.

Ottobre
Vignetta di Chiod

3 ottobre – Ginevra – Con 28’06” Pietro Riva diventa il primatista italiano di 10 km su strada

4 ottobre – New York – Niente maratona di New York per gli italiani così come per tutti i 26 Paesi dell’area Schengen. Ironia della sorte, il “travel ban” disposto da Trump e prorogato da Biden scadrà lunedì 8 novembre, il giorno dopo la maratona.

10 ottobre – Forlì – Iliass Aouani e Sofia Yaremchuk diventano campioni italiani di corsa su strada. 

11 ottobre – Boston – Si corre la 125ª edizione della maratona più antica del mondo. Vincono i keniani Benson Kipruto (2:09’51”) e Diana Kipyokei (2:24’45”)

13 ottobre – Iten (KEN) – Muore Agnes Tirop, uccisa dal marito.

17 ottobre – Roma – Alla Roma-Ostia spicca il secondo posto di Daniele Meucci in 1:00’11”, a quattro secondi dal primato italiano. 

24 ottobre – Valencia – Mostruosa mezza maratona dell’etiope Letsenbet Gidey: 1:02’52”, cioè un minuto e dieci secondi meno del precedente limite. 

24 ottobre – Venezia – Nella Venicemarathon debuttano bene Sofia Yaremchuk (prima in 2:29’12”) e Marco Salami, quarto in 2:14’57”.

31 ottobre – Bologna – Bloccata sul nascere dalla prima ondata di Covid, approda alla prima edizione la maratona di Bologna. Vincono Marco Menegardi (2:34’31”) e Federica Moroni (2:53’05”).

Novembre
Eyob Faniel

7 novembre – Barcellona – Primato personale di Daniele Meucci: 2:10’03”. 

7 novembre – New York – Eyob Faniel (nella foto) arriva terzo alla maratona di New York (2:09’52”). Vincono i keniani Albert Korir (2:08’22”) e Peres Jepchirchir (2:22’39”), campionessa olimpica.

7 novembre – Roma – Campionati italiani di mezza maratona: vincono Iliass Aouani in 1:02’58” (quarto titolo italiano 2021) e Giovanna Epis in 1:11’01”.

14 novembre – Ravenna – Targata Kenya la Maratona di Ravenna Città d’arte: Elkana Langat (2:10’33”) e Shyline Toroitich (2:29’17”).

21 novembre – Verona – Torna la maratona dopo due anni di assenza. Vincono Mohamed Hajjy (2:21’13”) e Silvia Luna (2:49’49”).  

28 novembre – Firenze – 37ª Firenze marathon: vincono James Kutto (KEN) in 2:08’59” e Alemu Tsehay Maru in 2:27’17”.

Dicembre

3 dicembre – Dakar (SEN) – Scompare a 88 anni Lamine Diack, per 16 anni presidente Iaaf (oggi World Athletics). Il successore di Primo Nebiolo era tornato a casa da maggio, dopo quattro anni di carcere in Francia per corruzione. Era accusato di aver nascosto casi di doping in Russia o comunque aver ritardato le sanzioni contro atleti russi dopati in cambio di finanziamenti. 

5 dicembre – Valencia – Salto di qualità di Giovanna Epis: 2:25’20” alla Maraton de Valencia.

5 dicembre – Boston – Nei 5.000 m indoor si mette in luce Dario De Caro con 13’38”47.

12 dicembre – Reggio Emilia – Anche la Maratona del tricolore ritrova la dimensione mass race ed è di nuovo campionato italiano. Titoli assoluti per Antonino Lollo (2:16’22”) e Arianna Lutteri (2:50’09”), al debutto. 

12 dicembre – Dublino – Terzo trionfo nel Campionato europeo di cross per Nadia Battocletti, che ai due titoli già conquistati nella categoria Under 20 aggiunge quello della categoria Under 23, dove trascina le azzurre all’oro a squadre, un successo mai raggiunto in passato da nessuna squadra femminile italiana. Merito anche del sesto posto di Anna Arnaudo e dell’undicesimo di Giovanna Selva, ma in gara c’erano anche Sara Nestola (33ª), Ludovica Cavalli (36ª) e Michela Moretton (48ª)

19 dicembre – Pisa – Il forsennato autunno della maratona italiana si chiude come da tradizione sotto la torre pendente, dove vincono Jean Baptiste Simukeka (2:20’30”) e Lenah Jerotich (2:37’30”).

19 dicembre – Milano – Mancava dal 1977 una grande gara di cross a Milano. Sul percorso creato da Giorgio Rondelli all’ippodromo Snai La Maura (San Siro) ecco la prima edizione del “Milano Cross Challenge by Eset” dove s’impongono Ala Zoghlami e la slovena Klara Lukan

19 dicembre – Faenza – A novant’anni scompare Pietro Crementi, noto a tutti gli appassionati di ultramaratona come “Pirì”, co-fondatore e direttore di corsa della 100 km del Passatore, da Firenze a Faenza. 

31 dicembre – Bolzano – Nadia Battocletti sigilla un anno straordinario con il terzo posto nei 5 km della 47ª BOclassic Alto Adige (15’55”), preceduta solo dall’etiope Dawit Seyaum  (15’22”) che batte in volata la keniana Norah Jeruto (15’24”). Nei 10 km per gli uomini vince l’etiope Tadese Worku (28’18”) con otto secondi di vantaggio sul connazionale Tamirat Tola (28’26”). Quarto Dario De Caro.

31 dicembre – Madrid – Nei 10 km della tradizionale San Silvestre Vallecana si rivede in forma Yohanes Chiappinelli, ottavo (28’29”). Vincono lo spagnolo Mohamed Katir e l’etiope Degitu Azimeraw. 

31 dicembre – Barcellona – Alla Cursa dels Nassos vengono stabiliti due record del mondo dei 5 km su strada, firmati dagli etiop Berihu Aregawi (12:49”) e  Ejgayehu Taye (14’19”).31 dicembre – L’anno finisce purtroppo nella condizione di incertezza da cui era partito, perché è ancora il Covid, soprattutto nella variante Omicron, a fare notizia, con l’annullamento della We Run Rome a poche ore dal via e la positività di Filippo Tortu (asintomatico).

REWIND 2021

Gennaio-febbraio

Marzo

Aprile-Maggio-Giugno

Luglio-Agosto