fbpx

Rewind 2021: riviviamo un anno di corsa

Rewind 2021: riviviamo un anno di corsa

27 Dicembre, 2021
Foto Francesca Grana

Prima parte del nostro riepilogo di un anno incredibile per la corsa e per l’atletica: ecco gli episodi di spicco dei mesi di gennaio e febbraio, quando ancora la pandemia impediva lo svolgimento della maggior parte degli eventi.

10 gennaio – Trieste – Prima maratona dell’anno in presenza: Urban Eco Marathon. Il tutto in un clima di rinvii importanti (Roma-Ostia al 17 ottobre, Romeo&Giulietta half marathon al 13 giugno) e casi di positività al Covid tra gli azzurri (Filippo Tortu, Alessia Trost). 

12 gennaio – Santorso (VI) – Ludovica Cavalli e Sebastiano Parolini sono i vincitori per il 2021 delle borse di studio messe a disposizione da Orlando Pizzolato con il progetto “Io credo in te”, destinato al sostegno dei giovani talenti del mezzofondo, ideato dal grande maratoneta, patrocinato dalla Fidal e sostenuto da Correre. 

21 gennaio – Ancona – (Col senno di poi / 1) Podio “premonitore” ai Campionati italiani paralimpici indoor: nei 60 m categoria T63 (atleti con protesi a un arto) vince Ambra Sabatini davanti a Martina Caironi e a Monica Contrafatto, cioè il “triplete” dei Giochi paralimpici di Tokyo.

30 gennaio – Ancona – (Col senno di poi / 2). Gianmarco “Gimbo” Tamberi salta in alto 2,32 m, dando il via al suo indimenticabile 2021.

31 gennaio – Roma – Stefano Mei è presidente Fidal per il quadriennio 2021-2024. Il campione europeo dei 10.000 m di Stoccarda 1986 prevale su Vincenzo Parrinello e Roberto Fabricini.  

5 febbraio – Berlino – (Col senno di poi / 3) Al meeting Istaf Indoor comincia l’indimenticabile 2021 di Marcell Jacobs, che con 6”55 diventa il secondo italiano di sempre sui 60 m piani, a 4 centesimi dal primato italiano. 

14 febbraio – Principato di Monaco – La keniana Beatrice Chepkoech vince la Monaco Run in 14’43’’, record mondiale sui 5 km su strada.

18 febbraio – Bolzano – Assolto Alex Schwazer. Al termine del processo di primo grado il GIP Walter Pelino accoglie la richiesta di archiviazione avanzata dal PM per “non aver commesso il fatto” e ipotizza i reati di “Falso ideologico, frode processuale e diffamazione” nei confronti dei responsabili della manipolazione delle provette, accertata con “alto grado di credibilità”. Il caso riguarda la seconda, presunta positività del marciatore campione olimpico della 50 km di marcia di Pechino 2008, quella seguita al controllo a sorpresa di Capodanno 2015-16, che ne comportò l’esclusione dai Giochi olimpici di Rio de Janeiro.    

20 febbraio – Ancona – Ai Campionati italiani indoor si accende definitivamente la stella di Larissa Iapichino, che nel salto in lungo atterra a 6,91 m eguagliando il primato italiano assoluto in sala della madre, Fiona May, e stabilendo il primato mondiale Under 20 (che apparteneva a un mito come Heike Drechsler).

21 febbraio – Trecate (NO) – La corsa prova di nuovo a “tornare in strada”: si corre la mezza di Trecate in piena zona rossa. Tra i risultati spicca il primato personale di Sara Brogiato: 1:12’45. 

28 febbraio – Aeroporto di Siena-Ampugnano. In piena zona rossa si ricavano le condizioni di sicurezza per organizzare la prima edizione della Tuscany Camp Half Marathon (nella foto). Ne viene fuori il record italiano di Eyob Faniel: 1:00’07”, che migliora il precedente 1:00’20” ottenuto da Rachid Berradi 19 anni prima (Stramilano 2002). 

(Ha collaborato Silvio Lorenzi / Radio 24

Allenamento Salute News Equipment Correre