fbpx

Rewind 2021: Riviviamo un anno di corsa

31 Dicembre, 2021
Foto: Giancarlo Colombo
Quarta parte (di 6 totali) del nostro riepilogo del 2021. Siamo alla pagina più importante per noi sportivi italiani, quella dei Giochi olimpici di Tokyo 2020. Luglio e agosto sintetizzati qui. Buona lettura.

Marcell Jacobs e Gianmarco Tamberi si abbracciano al termine dei dieci minuti che hanno cambiato la storia dello sport italiano. Per questo motivo la foto di Giancarlo Colombo che proponiamo ancora una volta è destinata a entrare nell’olimpo delle immagini capaci di attraversare il tempo, come lo scambio della borraccia tra Coppi e Bartali, Tommie Smith e John Carlos sul podio di Città del Messico 1968, le mani sulla coppa del mondo ’82 di Dino Zoff, l’arrivo barcollante di Dorando Pietri, quello inginocchiato a baciare la pista di Gelindo Bordin e quello col dito alzato in cielo di Stefano Baldini.

primo luglio – Oslo (NOR) – Record del mondo del norvegese Karsten Warholm nei 400 a ostacoli, il primo della sua gloriosa estate: 46”70 

9-11 luglio – Tallinn (EST) – Campionati europei Under 23: per la prima volta nelle 13 edizioni di questo campionato l’Italia domina il medagliere con 13 medaglie di cui 6 d’oro, 5 d’argento e 2 di bronzo. Il mezzofondo contribuisce al successo con le medaglie d’oro di Simone Barontini (800 m), Nadia Battocletti (5.000 m) e Gaia Sabbatini (1.500 m), e con le medaglie d’argento di Anna Arnaudo (10.000 m), Eloisa Coiro (800 m) e Marta Zenoni (1.500 m). 

13 luglio – Gateshead (GBR) – La Diamond League ci restituisce il miglior Yeman Crippa che migliora il già suo primato italiano dei 3.000 m con 7’37”90.

20 luglio – Saint-Gervais (FRA) – Per la prima volta nella storia c’è un podio tutto tricolore nella Coppa del mondo di corsa in Montagna: sul Monte Bianco Xavier Chevrier vince e migliora il record del percorso davanti a Francesco Puppi e Henri Aymonod.

23 luglio – Tokyo – Un anno dopo il previsto, senza pubblico, cominciano i Giochi della 32ª Olimpiade.

26 luglio – Castelbuono (PA) – Un azzurro sul podio della corsa su strada più antica d’Italia (95ª edizione): Neka Crippa è terzo nella gara vinta dal keniano Mark Lomuket davanti al burundese Olivier Irabaruta. 

30 luglio – Tokyo – Ai Giochi olimpici comincia l’atletica. Tenetevi forte!

L’agosto che non dimenticheremo

primo agosto – Tokyo – Luminosa Bogliolo firma il primato italiano (12”75 nei 100 hs) e manca di poco la finale. Poi l’oro di Marcell Jacobs nei 100 m (9’’80) e quello di Gianmarco Tamberi nel salto in alto, a pari merito con Mutaz Essa Barshim.

2 agosto – Tokyo – Nadia Battocletti settima nei 5.000 m in 14’46”29, sfiorato il record italiano di Roberta Brunet (14’44”50).

4 agosto – Tokyo – Gaia Sabbatini si ferma alla semifinale dei 1.500 m, ma con un 4’02”25 che in Italia non si otteneva dal 1984.
5 agosto – Tokyo – Massimo Stano è medaglia d’oro nella 20 km di marcia.

6 agosto – Tokyo – Antonella Palmisano è medaglia d’oro nella 20 km di marcia, così come la 4×100 maschile con Lorenzo Patta, Marcell Jacobs, Fausto Desalu e Filippo Tortu: 37”50, record italiano.

7 agosto – Sapporo (JPN) – La maratona olimpica femminile si risolve in una doppietta keniana: vince Peres Jepchirchir (campionessa mondiale mezza maratona) in 2:27’20” davanti a Brigid Kosgei (primatista mondiale di maratona), 2:27”36. Giovanna Epis, unica azzurra in gara, è 32ª in 2:35’09”.

8 agosto – Sapporo (JPN) – La maratona olimpica maschile, invece, si risolve in un pro-forma per Eliud Kipchoge, che quando decide di andare in fuga lo comunica con uno sguardo al compagno di squadra Amos Kipruto e poi s’invola a conquistare il secondo oro olimpico consecutivo (2:08’38”).

Ventesimo Eyob Faniel (2:15’11”), 47° Yassine El Fathaoui (2:19’44”), ritirato Yassine Rachik.

14 agosto – Pian delle Betulle (LC) – Cesare Maestri vince per la terza volta i Campionati italiani assoluti di corsa in montagna. Tra le donne si impone Francesca Ghelfi.

28 agosto – Chamonix (FRA) – Il francese Francois d’Haene vince per la quarta volta l’Ultra Trail du Mond Blanc, un poker mai riuscito a nessuno, costruito con le precedenti vittorie nel 2012, 2014 e 2017. D’Haene ha completato i 171 km e 10.000 m circa di dislivello in 20:45’. Seconda vittoria, invece, per la statunitense Courtney Dauwalter (21:48’), già prima nel 2019.

29 agosto – Larne (GBR) – Record mondiale nella mezza maratona femminile: 1:03’44” dell’etiope Yalemzerf Yehualaw nella Antrim Coast Half Marathon a Larne, in Irlanda del Nord.

Ha collaborato Silvio Lorenzi / Radio 24