fbpx

Come il corpo sotto sforzo risparmia energia

27 Febbraio, 2018
Foto: Trabucchi

Se è vero che il corpo impara a risparmiare energia, quali sono le finestre temporali di questi adattamenti? E gli adattamenti metabolici sono generali o legati allo specifico del gesto? E l’aspetto mentale, che peso ha nella genesi di questi adattamenti?

Salite a confronto

Nel 2013 l’Università di Verona ha promosso una ricerca in collaborazione con gli atenei di Milano, Losanna e Calgary, pubblicata lo scorso dicembre sulla prestigiosa rivista Frontiers in Physiology.

È stato verificato che, con il trascorrere del tempo e a parità di pendenza e dislivello, l’organismo consuma meno energia. In altre parole: l’efficienza meccanica, il costo energetico verticale e per unità di distanza e il consumo medio di ossigeno a parità di salita si ottimizzano. Si tratta di un risultato per nulla scontato. Anche perché di solito su gare più brevi, con il progredire dell’affaticamento, il costo energetico aumenta.

Adattamenti ed efficienza

Il responsabile di questo miglioramento nell’efficienza è verosimilmente un aumento del controllo neurale. Ripetendo il gesto per più di cento ore di seguito aumenta l’eccitabilità delle aree corticali motorie primarie coinvolte nel controllo del movimento specifico. È probabile che un’altra conseguenza dell’attività protratta per molto tempo sia una maggiore efficienza nel reclutamento delle unità motorie e della loro frequenza di scarico. È da notare che questi adattamenti sono possibili solo perché il ritmo della gara è sufficientemente blando da non indurre uno stato di affaticamento tale da costringere l’atleta a fermarsi del tutto.

Variabili psicologiche

È molto probabile, anche se molto difficile da verificare in termini di misure, che una parte del miglioramento dell’efficienza sia legata a variabili di tipo psicologico. Man mano che l’obiettivo finale si avvicina, nel runner diminuiscono ansia e tensioni, responsabili di un maggior consumo energetico, in quanto innalzano la secrezione di ormoni dello stress.

Nota: Questo testo rappresenta una sintesi del servizio “Come il corpo sotto sforzo risparmia energia”, di Pietro Trabucchi, pubblicato su Correre n. 401, marzo 2018 (in edicola da giovedì 1 marzo), alle pagine 64-65.

Correre Marzo 2018

I principali contenuti: Innovazione – E se il futuro delle scarpe da corsa consistesse in modelli sartoriali, disegnati su misura per la conformazione del piede di ogni runner? Scopriamone di più insieme al nostro esperto Filippo Pavesi. Maratona – La maratona è di per sé una disciplina usurante, lo sappiamo. Ma non tutti i maratoneti […]

SEMPRE IN QUESTO NUMERO

La corsa non ha più confini

27 Febbraio, 2018

Correre di marzo compare nelle edicole e negli store digitali il primo giorno del mese. Un mese che porterà con sé la primavera, ma che per il momento ripassa i capitoli fondamentali dell’inverno con un’annunciata morsa di freddo e neve. Per molti è il momento della ripartenza: dopo una pausa, un’influenza debilitante, un infortunio da […]

Il maratoneta negligente invecchia prima

27 Febbraio, 2018

Comincia il periodo delle maratone primaverili. La gara, poi lo “stacco” ed è subito tempo di preparare la 42 km d’autunno. E nello stacco cosa si fa? Quasi niente, tra una garetta e l’altra, perché manca il tempo. E nella preparazione, il più delle volte, cosa si fa? Soprattutto lunghi, un po’ di interval training  […]

Il futuro? Scarpe “sartoriali” per ogni runner 

27 Febbraio, 2018

Il futuro delle scarpe da running ha cominciato a prendere forma all’Ispo, la Fiera internazionale delle novità in materia di prodotti per lo sport, che si è svolta a Monaco di Baviera da domenica 28 a mercoledì 31 gennaio. Il pioniere del running hi-tech La kermesse si è aperta con la consegna dei prestigiosi Ispo […]

Come riprendere dopo una pausa

27 Febbraio, 2018

La notizia era sulle prime pagine di tutti i giornali: l’influenza dei primi due mesi del 2018 è stata da record, la più aggressiva dal 2004. Secondo i dati del Ministero della Salute, questa nuova variante del virus ha obbligato quattro milioni di italiani al riposo forzato. Datevi tempo Molti atleti tendono a fare finta […]

Tre podiste verso la maratona: il primo mese

27 Febbraio, 2018

Su alcuni gruppi di Facebook e tra gli iscritti alla newsletter di Julia Jones avevamo postato una call for entries semplice e diretta: “Cerchiamo 3 donne runner che abbiano voglia di mettersi in gioco partecipando a una maratona e raccontandosi su Correre”. 310 per 3 Oltre 300 candidature in poco più di 48 ore: questa […]

Maratona Master: ecco i migliori 20 di ogni categoria

27 Febbraio, 2018

Su Correre di marzo pubblichiamo le graduatorie 2017 della maratona del mondo master, donne e uomini. I migliori 20 di ogni categoria, da M35 a M85 e da W35 a W75, oltre alle graduatorie “extra” degli over 30 e delle over 30. Donne Nelle categorie più giovani a dominare sono le protagoniste della maratona a […]