fbpx

Il maratoneta negligente invecchia prima

27 Febbraio, 2018
Foto: Orlando Pizzolato

Comincia il periodo delle maratone primaverili. La gara, poi lo “stacco” ed è subito tempo di preparare la 42 km d’autunno.

E nello stacco cosa si fa? Quasi niente, tra una garetta e l’altra, perché manca il tempo.

E nella preparazione, il più delle volte, cosa si fa? Soprattutto lunghi, un po’ di interval training  e qualche salita. Ma per correre la maratona con efficienza sarebbe necessario essere anche (un po’) veloci, (un po’) forti, (un po’) agili e (un po’) dinamici.

Tutto serve

Nel caso del maratoneta, l’anello forte della preparazione è la resistenza. Attenzione però che questa non sia il solo elemento solido dell’efficienza del podista, ovvero il singolo aspetto tecnico che viene “presidiato” con gli allenamenti.

Per correre la maratona con efficienza, cosi come anche le altre distanze di resistenza aerobica, sarebbe necessario essere anche (un po’) veloci, (un po’) forti, (un po’) agili e (un po’) dinamici.

Il “poco” che scrivo fra parentesi è legato alla mancanza di tempo, intesa sia come difficoltà ad allungare la durata delle sedute per curare questi aspetti, sia come poco tempo tra una maratona e la successiva.

Lo “stacco” che non sfruttiamo

La maratona non è uno sforzo che fa male in assoluto, ma è una corsa che favorisce l’invecchiamento atletico e tende ad anticiparlo.

Per correre bene una 42 km non serve solo la resistenza, ma anche la tenuta all’andatura di gara. Peccato che praticamente nessun podista mi chieda di aiutarlo a migliorare i suoi anelli deboli, in modo da iniziare la fase specifica della maratona più atleticamente preparato.

Allenare la sola resistenza può non essere sempre costruttivo, sia perché ogni anno un soggetto over 35 perde 1% di efficienza aerobica, sia perché il tessuto muscolare si indebolisce. Per contrastare il deperimento fisiologico non possono bastare alcune sedute di corsa in salita e-o di interval training.

Serve invece una fase di ristrutturazione ampia, che può durare anche un paio di stagioni nelle quali non deve esserci l’interferenza della stanchezza indotta dai tanti chilometri di corsa lenta, come quelli che sono comunque necessari quando si prepara la maratona.

Nota: Questo testo rappresenta una sintesi del servizio “Il maratoneta negligente invecchia prima”, di Orlando Pizzolato, pubblicato su Correre n. 401, marzo 2018 (in edicola da giovedì 1 marzo), alle pagine 20-22.

Correre Marzo 2018

I principali contenuti: Innovazione – E se il futuro delle scarpe da corsa consistesse in modelli sartoriali, disegnati su misura per la conformazione del piede di ogni runner? Scopriamone di più insieme al nostro esperto Filippo Pavesi. Maratona – La maratona è di per sé una disciplina usurante, lo sappiamo. Ma non tutti i maratoneti […]

SEMPRE IN QUESTO NUMERO

La corsa non ha più confini

27 Febbraio, 2018

Correre di marzo compare nelle edicole e negli store digitali il primo giorno del mese. Un mese che porterà con sé la primavera, ma che per il momento ripassa i capitoli fondamentali dell’inverno con un’annunciata morsa di freddo e neve. Per molti è il momento della ripartenza: dopo una pausa, un’influenza debilitante, un infortunio da […]

Il futuro? Scarpe “sartoriali” per ogni runner 

27 Febbraio, 2018

Il futuro delle scarpe da running ha cominciato a prendere forma all’Ispo, la Fiera internazionale delle novità in materia di prodotti per lo sport, che si è svolta a Monaco di Baviera da domenica 28 a mercoledì 31 gennaio. Il pioniere del running hi-tech La kermesse si è aperta con la consegna dei prestigiosi Ispo […]

Come il corpo sotto sforzo risparmia energia

27 Febbraio, 2018

Se è vero che il corpo impara a risparmiare energia, quali sono le finestre temporali di questi adattamenti? E gli adattamenti metabolici sono generali o legati allo specifico del gesto? E l’aspetto mentale, che peso ha nella genesi di questi adattamenti? Salite a confronto Nel 2013 l’Università di Verona ha promosso una ricerca in collaborazione […]

Come riprendere dopo una pausa

27 Febbraio, 2018

La notizia era sulle prime pagine di tutti i giornali: l’influenza dei primi due mesi del 2018 è stata da record, la più aggressiva dal 2004. Secondo i dati del Ministero della Salute, questa nuova variante del virus ha obbligato quattro milioni di italiani al riposo forzato. Datevi tempo Molti atleti tendono a fare finta […]

Tre podiste verso la maratona: il primo mese

27 Febbraio, 2018

Su alcuni gruppi di Facebook e tra gli iscritti alla newsletter di Julia Jones avevamo postato una call for entries semplice e diretta: “Cerchiamo 3 donne runner che abbiano voglia di mettersi in gioco partecipando a una maratona e raccontandosi su Correre”. 310 per 3 Oltre 300 candidature in poco più di 48 ore: questa […]

Maratona Master: ecco i migliori 20 di ogni categoria

27 Febbraio, 2018

Su Correre di marzo pubblichiamo le graduatorie 2017 della maratona del mondo master, donne e uomini. I migliori 20 di ogni categoria, da M35 a M85 e da W35 a W75, oltre alle graduatorie “extra” degli over 30 e delle over 30. Donne Nelle categorie più giovani a dominare sono le protagoniste della maratona a […]