fbpx
Senbere Teferi

Senbere Teferi batte il record etiope alla Mezza Maratona di Valencia con 1h05’32”

Senbere Teferi (Foto: Colombo)
Di: Diego Sampaolo
L’etiope Senbere Teferi e il campione mondiale indoor dei 3000 metri e argento mondiale dei 10000 metri Yomif Kejelcha vincono la Trinidad Alfonso di Valencia. 

Teferi ha battuto il record etiope della mezza maratona femminile con l’eccellente tempo di 1h05’32” precedendo la campionessa mondiale di Doha 2019 dei 1500 e dei 10000 metri Sifan Hassan, scesa a sua volta sotto la barriera delle 1h06’ con 1h05’53”. Teferi ha battuto di 13 secondi il suo record nazionale stabilito a Ras Al Kaimah lo scorso Febbraio. 

Hassan è partita fortissima guidando il gruppo di testa insieme a Senbere Teferi e a Joan Chelimo con passaggi da record del mondo al 5 km (15’19”). Dopo 22 minuti di gara Hassan è caduta perdendo terreno nei confronti delle avversarie ma è riuscita a ricongiungersi al gruppo di testa. Teferi e Chelimo sono transitate al 15 km in 46’16” con quattro secondi di vantaggio su Hassan. 

“Sono soddisfatta della mia prestazione. Oltre a vincere ho migliorato il record nazionale. Non potevo chiedere di più”, ha dichiarato Teferi.

Giovanna Epis si è classificata al decimo posto stabilendo il record personale con 1h11’44” con passaggi intermedi di 16’46” al 5 km, 33’41” al 10 km e 50’47” al 15 km. La trentunenne veneziana aveva un personale di 1h12’27” realizzato sempre a Valencia ai Mondiali di mezza maratona. 

“Sono contenta di questa prestazione. Era quello che volevo perché la delusione dopo Doha era tanta. Mi ero allenata bene. Poi ho comunque recuperato sul piano fisico, ma dal punto di vista mentale è un macigno”, ha  dichiarato Giovanna Epis.

Grande livello tecnico anche nella gara maschile dove quattro uomini sono scesi al di sotto dei 59’10” e sei hanno corso al di sotto dei 60 minuti. Yomif Kejelcha ha vinto in 59’05” precedendo di due secondi Benard Ngeno (record personale . Jemal Yimer si è classificato al terzo posto in 59’09” precedendo con lo stesso tempo Leonard Barsoton. Sono scesi sotto l’ora Shadrack Korir (59’40”) e Geoffrey Koech (59’58). 

In una giornata perfetta per correre con 12°C il gruppo di testa è transitato al 5 km in 13’55” e al 10 km in 27’56”. Il quintetto formato da Ngeno, Kejelcha, Yimer, Barsoton e Koech è passato al 15 km in 42’09”. Kejelcha ha lanciato l’allungo decisivo a 700 metri dalla fine.  

 

Articoli Correlati

weekend atletica
Atletica: Iapichino subito al top, Davide Re in crescita
Barontini
Il ritorno dell’atletica in pista, tra Tamberi-show e risultati super in prove non olimpiche
Gianmarco Tamberi
L’atletica italiana riparte con i primi test agonistici di Formia e Brusaporto
Jesolo Moonlight Half marathon
Cortesi: «Jesolo Moonlight Half marathon entro fine estate. Autunno con rischio collasso per il mondo maratona»
Napoli City Half Marathon
Napoli, Cheptoo realizza il secondo miglior tempo di sempre su suolo italiano alla mezza maratona
Abel Kipchumba
Kipchumba a caccia della seconda vittoria a Napoli