Super Ingebrigtsen a Bruxelles

Super Ingebrigtsen a Bruxelles

09 Settembre, 2023
Foto: Matthew Quine / Diamond League AG

L’asso norvegese stabilisce il record mondiale dei 2.000 metri con 4’43”13 migliorando dopo 24 anni il limite del grande Hicham El Guerrouj (4’44″79). Ayomide Folorunso (quinta) centra la qualificazione per le finali di Eugene, Tortu (sesto) corre i 200 m in 20”30, Derkach è quarta nel triplo con 14,17 m 

Al “Memorial Ivo Van Damme” di Bruxelles, venerdì 8 settembre, Jacob Ingebrigtsen si è confrontato col mito del mezzofondo che maggiormente gli assomiglia dal punto di vista tecnico: il marocchino Hicham El Guerrouj, che ai Giochi olimpici di Atene 2004 fu capace di vincere sia i 1.500 sia i 5.000 metri.

Il confronto con la storia è avvenuto sui 2.000 metri: l’asso norvegese ha stabilito il record mondiale con 4’43”13 migliorando dopo 24 anni il limite del fuoriclasse marocchino (4’44”79, Berlino, 7 settembre 1999).

Ogni runner che abbia “assaggiato” i 1.000 metri di corsa, anche solo come distanza per le prove ripetute in allenamento, non può che provare un brivido lungo la schiena di fronte ai due “parziali” coperti da Ingebrigtsen nella gara del “Van Damme”: primo mille in 2:22”28 (tirato da Boaz Kipruto), secondo in 2:20”45, con un ultimo giro in 55”!    

Duplantis quasi record

Nel santo con l’asta, l’ormai abituale “tutto alla prima prova” di Armand “Mondo” Duplantis arriva prima a 6,02 m (vittoria nella gara), quindi a 6,10 m (record del meeting). Poi tre tentativi falliti a 6,23, (il suo record del mondo è 6,22), il terzo davvero di poco.

Gli altri highlights di Bruxelles 

200 m donne: come al Mondiale di Budapest, trema di nuovo il record del mondo dei 200 metri: la giamaicana Shericka Jackson ottiene il primato della Diamond League in 21”48 (vento: +0.2 m/sec) a quattordici centesimi dal limite di Florence Griffith-Joyner (21.34/1988) di trentacinque anni fa. Quasi di un secondo il distacco inflitto alle avversarie: seconda in 22”31 la bahamense Anthonique Strachan. 

alto donne: vince l’ucraina Yaroslava Mahuchikh (2 metri), continua a stupire la diciottenne serba figlia d’arte Angelina Topic (1,97 m). 

giavellotto donne: primato mondiale stagionale per la giapponese campionessa del mondo Haruka Kitaguchi , che all’ultimo turno tira a 67,38 m. 

Gli azzurri

Ayomide Folorunso centra la qualificazione per la finale della Wanda Diamond League 2023 con il quinto posto nei 400 metri a ostacoli in 54.42. Nel weekend del 16-17 settembre ci sarà anche l’ostacolista azzurra a Eugene, in Oregon, nelle gare che mettono in palio il ‘diamante’, insieme a Leonardo Fabbri (peso), Larissa Iapichino (lungo), Roberta Bruni (asta) e Andy Diaz (triplo), mentre Gianmarco Tamberi ha già da tempo rinunciato a partecipare e non difenderà gli ultimi due titoli conquistati nell’alto. 

Al Memorial Van Damme, inoltre, sesta piazza con 20.30 per Filippo Tortu nei 200 metri (vento -0.1). Nel triplo, quarta Dariya Derkach (14,17/+0.7) e sesta Ottavia Cestonaro (13,76/+0.2). 

Articoli correlati

Super Tecuceanu avvicina Fiasconaro

24 Maggio, 2024

Al Grifone meeting di Asti Catalin Tecuceanu porta il primato personale a tre decimi dal record italiano di Marcello Fiasconaro (1’43”7). Con 15’00”90 Federica Del Buono diventa la quarta italiana di sempre. 22,91 m di Leo Fabbri nel peso. Prosegue il magico momento di Catalin Tecuceanu che nel corso del Grifone meeting di Asti ha […]

Tricolori 10.000 metri: vincono Anna Arnaudo e Pietro Riva

13 Maggio, 2024

A Potenza, sulla pista intitolata a Donato Sabia, terzo titolo consecutivo per Pietro Riva e secondo per Anna Arnaudo, dopo quello conquistato nel 2022. Tra gli Under 23 prevalgono Greta Settino e Nicolò Bedini. I campioni italiani Juniores sono Laura Ribigini e Leonardo Mazzoni. Pietro Riva per il terzo anno consecutivo e Anna Arnaudo per […]

Boston Marathon: Trionfo di Obiri e Lemma

16 Aprile, 2024

Hellen Hobiri in 2:22’37” e Sisay Lemma in 2:06’17” hanno vinto la 128ª BAA Boston Marathon, candidandosi per un posto in squadra ai Giochi olimpici. I più veloci dei circa 300 italiani sono stati Giovanni Grano (2:19’56”) e Chiara Bondi (3:15’51”). La centovettottesima edizione della Maratona di Boston, la più antica maratona del mondo, ha […]

Mondiali indoor: Tecuceanu quarto, Iapichino settima

04 Marzo, 2024

Larissa Iapichino finisce settima a nove centimetri dal podio (6,69 m al quinto salto) al termine di una gara condizionata dai crampi. Catalin Tecuceanu chiude la finale degli 800 metri al quarto posto in 1’46”39. Semifinale da dimenticare per Giada Carmassi, che in batteria aveva ottenuto il primato personale con 8”03. Bilancio: l’Italia è sedicesima […]