Super indoor per l’Italia: quanti record in un weekend!

Super indoor per l’Italia: quanti record in un weekend!

04 Febbraio, 2024
Foto: Francesca Grana / Fidal

Dopo i 4 record del fine settimana precedente, ecco il primato europeo indoor under 20 di Mattia Furlani nel salto in lungo (8,08 m) e i primati italiani indoor di Pietro Arese (3.000 m/7’38”42), Ossama Meslek (1.500 m/3’36”04) ed Elisa Molinarolo (Asta / 4,63 m), oltre alla miglior prestazione mondiale stagionale saltata due volte nella stessa gara dal triplista Andy Diaz (17,46). 

L’atletica italiana in pista sta vivendo una stagione di gare al coperto davvero magica. Dopo il poker di record stabiliti nel precedente fine settimana, tutto questo ultimo weekend, già a partire da venerdì 2 febbraio, è stato un susseguirsi di primati stabiliti dagli azzurri.   

Riepiloghiamoli, partendo da quelli del mezzofondo:

3.000 metri – Sabato 3 febbraio, a Metz (FRA), Pietro Arese ha corso i 3.000 metri in 7’38”42, battuto di un solo centesimo di secondo dal campione europeo di cross Yohann Schrub (7’38”41). Il record italiano precedente, 7’41”05, aveva 27 anni ed era stato stabilito a Parigi, nel 1997, da Gennaro Di Napoli, che su questa distanza vinse per due volte il Campionato mondiale indoor.

1.500 metri – Sempre Pietro Arese aveva dato il via alla favolosa battaglia per il primato italiano indoor dei 1.500 metri, che in otto giorni è stato migliorato per tre volte:

• 3’37”03, Pietro Arese, sabato 27 gennaio, Padova; 

• 3’36”74, Federico Riva, venerdì 2 febbraio, Miramas (FRA);

3’36”04, Ossama Meslek, sabato 3 febbraio, Metz (FRA).

Salto in lungo – Su tutti, però, brilla Mattia Furlani: sabato 3 febbraio a Stoccolma il campione europeo under 18 e under 20 del salto in lungo ha migliorato il record europeo under 20 indoor con 8,08 metri. Al Folksam Grand Prix ha così incrementato di nove centimetri il già suo primato europeo di categoria, 7,99 metri, stabilito sempre nel meeting della capitale svedese nel 2023. Furlani diventa così il terzo italiano di sempre a livello indoor dietro ad Andrew Howe (8,30 m) e a Giovanni Evangelisti (8,26 m), ma davanti a Marcell Jacobs (8,07 m). 

Salto con l’asta – Sempre a Stoccolma, sabato 3 febbraio, la finalista mondiale di Budapest 2023, Elisa Molinarolo, ha saltato 4,63 metri, migliorando così di un centimetro il record italiano indoor di Roberta Bruni (4,62 m, Ancona 2023). 

Italia: altre importanti performance del weekend 

Il triplista Andy Diaz, venerdì 2 febbraio a Miramas (FRA), ha saltato per due volte 17,46 metri, miglior prestazione mondiale stagionale. Allenato da Fabrizio Donato, il triplista di origine cubana, primatista italiano (17,75 nel 2023, all’aperto), potrà indossare la maglia azzurra dal 1° agosto 2024. 

Ancora una doppietta per Zane Weir e Leonardo Fabbri: la coppia di giganti azzurri domina il getto del peso anche a Rochlitz (GER), dopo l’uno-due di domenica scorsa a Nordhausen. Il lancio vincente per Weir avviene al secondo turno con 21,38 m, al primo per Fabbri con 21,06 m. Quando manca meno di un mese ai Mondiali indoor di Glasgow (1-3 marzo), Weir resta in testa alle liste globali dell’anno con il 21,84 m della scorsa settimana, attualmente terzo Fabbri con 21,67 m.

Anna Bongiorni, sabato 3 febbraio a Metz (FRA), si è piazzata sesta sui 60 metri in 7”36 dopo aver corso la batteria in 7”37. 

Ludovica Cavalli, sabato 3 febbraio a Metz (FRA), ha corso i 3.000 metri in 8’48”78 (ottava), seconda miglior prestazione della carriera (p.b. 8’44”40, Metz 2023). 

Ayomide Folorunso, sabato 3 febbraio a Metz (FRA), ha corso i 200 metri in 23”79 e i 400 metri in 51”33. 

Asia Tavernini, sempre venerdì 2 febbraio a Miramas, si è classificata quinta nel salto in alto con 1,81 m.

Nadine Visser, sabato 3 febbraio a Metz (FRA), è arrivata a tre centesimi dal primato personale sui 60 metri a ostacoli con 7”80.

Marta Zenoni, venerdì 2 febbraio a Miramas (FRA), si è classificata seconda nei 1.500 metri con il personale indoor di 4’09”78, dietro alla francese Agathe Guillemot (4’08”57) e davanti a Giulia Aprile (terza in 4’11”81) e a Micol Majori (sesta in 4’14”19). 

Articoli correlati

Super Tecuceanu avvicina Fiasconaro

24 Maggio, 2024

Al Grifone meeting di Asti Catalin Tecuceanu porta il primato personale a tre decimi dal record italiano di Marcello Fiasconaro (1’43”7). Con 15’00”90 Federica Del Buono diventa la quarta italiana di sempre. 22,91 m di Leo Fabbri nel peso. Prosegue il magico momento di Catalin Tecuceanu che nel corso del Grifone meeting di Asti ha […]

Tricolori 10.000 metri: vincono Anna Arnaudo e Pietro Riva

13 Maggio, 2024

A Potenza, sulla pista intitolata a Donato Sabia, terzo titolo consecutivo per Pietro Riva e secondo per Anna Arnaudo, dopo quello conquistato nel 2022. Tra gli Under 23 prevalgono Greta Settino e Nicolò Bedini. I campioni italiani Juniores sono Laura Ribigini e Leonardo Mazzoni. Pietro Riva per il terzo anno consecutivo e Anna Arnaudo per […]

Boston Marathon: Trionfo di Obiri e Lemma

16 Aprile, 2024

Hellen Hobiri in 2:22’37” e Sisay Lemma in 2:06’17” hanno vinto la 128ª BAA Boston Marathon, candidandosi per un posto in squadra ai Giochi olimpici. I più veloci dei circa 300 italiani sono stati Giovanni Grano (2:19’56”) e Chiara Bondi (3:15’51”). La centovettottesima edizione della Maratona di Boston, la più antica maratona del mondo, ha […]

Mondiali indoor: Tecuceanu quarto, Iapichino settima

04 Marzo, 2024

Larissa Iapichino finisce settima a nove centimetri dal podio (6,69 m al quinto salto) al termine di una gara condizionata dai crampi. Catalin Tecuceanu chiude la finale degli 800 metri al quarto posto in 1’46”39. Semifinale da dimenticare per Giada Carmassi, che in batteria aveva ottenuto il primato personale con 8”03. Bilancio: l’Italia è sedicesima […]