fbpx

Riparte la Diamond League a Chorzow, in evidenza Hassan, Fraser Pryce e Welteji

Riparte la Diamond League a Chorzow, in evidenza Hassan, Fraser Pryce e Welteji

08 Agosto, 2022
Foto: Francesca Grana

Dopo le emozioni dei Mondiali di Eugene la Wanda Diamond League è ripartita dalla città polacca di Chorzow, dove si è svolto il tradizionale meeting dedicato alla memoria di Kamila Skolimowska, campionessa olimpica del lancio del martello a Sydney 2000. La due volte campionessa olimpica Sifan Hassan ha vinto la prima gara stagionale in Diamond League sui 3000 metri in 8’39”27 davanti a Ejgayehu Taye (8’40”14) e alla medaglia di bronzo mondiale dei 10000m Margaret Chelimo Kipkemboi (8’40”96).

L’etiope Diribe Welteji (quarta classificata ai Mondiali di Eugene sugli 800 metri) si è aggiudicata la sfida tutta etiope sui 1500 metri femminili con il record del meeting di 3’56”91 battendo la campionessa del mondo dei 5000 metri di Eugene Gudaf Tsegay (3’58”18) e Hirut Meshesha (4’00”93).

La campionessa mondiale indoor Ajée Wilson ha vinto la sua prima gara stagionale in Diamond League in 1’58”28. L’altra statunitense Sage Hurta si é piazzata al secondo posto in 1’58”40” battendo la finalista mondiale di Eugene Anita Horvat, che ha migliorato il personale con 1’58”96. Elena Bellò ha centrato un prestigioso quarto posto eguagliando il record personale con 1’58”97, tempo realizzato in occasione del terzo posto al Golden Gala di Roma.

Il campione olimpico e mondiale Emmanuel Korir ha vinto gli 800 metri in 1’45”72 battendo allo sprint il connazionale Ferguson Rotich per tre centesimi di secondo. Le campionesse del mondo Shelly Ann Fraser Price e Sherika Jackson hanno illuminato le prove dello sprint femminile.

La cinque volte campionessa mondiale dei 100 metri Shelly Ann Fraser Pryce ha limato di un centesimo di secondo il suo crono più veloce al mondo di questa stagione con un formidabile record del meeting di 10”66. Nel corso del 2022 Fraser Pryce aveva corso tre volte in 10”67 in occasione delle tre vittorie a Nairobi, Parigi e ai Mondiali di Eugene.

La statunitense Aleia Hobbs è scesa di nuovo al di sotto degli 11 secondi in questa stagione con 10”94 piazzandosi al secondo posto davanti all’ivoriana Marie Josée Ta Lou (11”00). La campionessa mondiale dei 200 metri Sherika Jackson ha conquistato il successo sui 200 metri femminili in 21”84 nella prima uscita sulla distanza dopo il trionfo iridato di Eugene in 21”45, secondo crono mondiale di sempre. La giamaicana ha battuto nettamente la campionessa mondiale e olimpica dei 400 metri Shaunae Miller Uibo (22”35) e la medaglia d’oro mondiale della staffetta 4×100 Jenna Prandini (22”39).

Il primatista del mondo di salto con l’asta Armand Mondo Duplantis (nella foto) ha realizzato prima il record del meeting del salto con l’asta con 6.00m e successivamente la migliore prestazione di sempre su suolo polacco con 6.10m al terzo tentativo. Il campione del mondo e bronzo olimpico dei 400 metri ostacoli Allison Dos Santos ha vinto la quinta gara stagionale in Diamond League stabilendo il record del meeting e la migliore prestazione su suolo polacco con 47”80. La vice campionessa mondiale dei 400 metri ostacoli Femke Bol ha vinto anche sui 400 metri senza barriere migliorando il record del meeting con 49”75. La polacca Natalia Kaczmarek è scesa per la prima volta in carriera sotto i 50 secondi con 49”86.

Duplantis
Foto: Francesca Grana

La campionessa olimpica dei 100 ostacoli Jasmine Camacho Quinn ha vinto la finale dei 100 metri ostacoli con il record del meeting con 12”34 precedendo Kendra Harrison (12”37). Il bronzo mondiale dei 100 metri Trayvon Bromell ha vinto la seconda gara stagionale in Diamond League sui 100 metri in 9”95.

Il campione del mondo Michael Norman ha vinto i 400 metri maschili stabilendo il record del meeting con 44”11. Il tre volte medagliato olimpico e mondiale Kirani James si è piazzato secondo in 44”55 davanti al campione mondiale della staffetta 4×400 Bryce Deadmon (44”68).

Oltre a Bellò erano in gara altri tre italiani. La medaglia di bronzo mondiale Elena Vallortigara si è piazzata al quarto posto nel salto in alto femminile con 1.88m. Stesso piazzamento di Nick Ponzio nel getto del peso con 20.81m. Filippo Randazzo ha concluso al sesto posto nel salto in lungo con 7.53m. Gli altri risultati più significativi del meeting di Chorzow sono stati l’86.86m di Jakub Vadlejch nel lancio del giavellotto maschile, la vittoria di Andy Diaz su Pedro Pablo Pichardo nel salto triplo con 17.53m, i successi statunitensi nel getto del peso di Joe Kovacs a livello maschile (21.79m) e Chase Ealey a livello femminile (20.38), la vittoria di Safina Sadullayeva con 1.92m per un numero minore di errori nei confronti di Yaroslava Mahuchik nel salto in alto femminile, il record della Diamond League di Pawel Fajdek nel lancio del martello maschile con 81.27m, il successo di Brooke Anderson con 75.16m nel lancio del martello, il quarto successo stagionale di Miltiadis Tentoglou nel salto in lungo con 8.13m e la seconda affermazione della giapponese Haruka Kitaguchi nel lancio del giavellotto con 65.10m.

Articoli correlati

Mondiali 100 km: azzurre quarte

27 Agosto, 2022

Quarto posto per la squadra femminile italiana ai Campionati Mondiali della 100 chilometri in Germania. Ottava Silvia Luna che diventa la seconda italiana di sempre e nona Federica Moroni Ottima prestazione della squadra femminile italiana nella trentunesima edizione dei Campionati Mondiali della 100 chilometri. Sulle strade di Bernau bei Berlin le azzurre chiudono al quarto posto […]

Gli over 35 ai Campionati europei di Monaco

24 Agosto, 2022

Quest’ultima edizione dei Campionati Europei ha messo in luce alcuni atleti che a seconda dei punti di vista posso essere definiti “over-35” oppure “master”. Su tutti c’è stata la doppietta di vittorie della greca 38enne Antigóni Ntrisbióti (Gre – 21/03/1984), la marciatrice  capace prima di trionfare nella prova sulla distanza innovativa dei 35 chilometri e […]

Filippo Tortu, un bronzo amaro

19 Agosto, 2022

La doppietta argento-bronzo di Ahmed Abdelwahed e Osama Zoghlami nei 3.000 a siepi e l’ulteriore bronzo di Filippo Tortu nei 200 metri raddrizzano una giornata cominciata malissimo, con la staffetta 4×100 che prima subisce il forfait di Jacobs, poi conquista l’accesso alla finale e infine lo perde, a seguito di un ricorso. Una giornata bizzarra […]

Gimbo show: è medaglia d’oro

18 Agosto, 2022

Gianmarco Tamberi domina il salto in alto sia tecnicamente sia dal punto di vista della personalità. Ora le medaglio d’oro azzurre sono due, le stesse di Tokyo 2020 (Jacobs e Tamberi). Nel taccuino anche la prova straordinaria del giovane Pietro Arese nei 1.500 m (quarto), il quinto posto di Larissa Iapichino nel lungo e il […]

News Allenamento Equipment Salute Correre