Riparte la Diamond League a Chorzow, in evidenza Hassan, Fraser Pryce e Welteji

Riparte la Diamond League a Chorzow, in evidenza Hassan, Fraser Pryce e Welteji

08 Agosto, 2022
Foto: Francesca Grana

Dopo le emozioni dei Mondiali di Eugene la Wanda Diamond League è ripartita dalla città polacca di Chorzow, dove si è svolto il tradizionale meeting dedicato alla memoria di Kamila Skolimowska, campionessa olimpica del lancio del martello a Sydney 2000. La due volte campionessa olimpica Sifan Hassan ha vinto la prima gara stagionale in Diamond League sui 3000 metri in 8’39”27 davanti a Ejgayehu Taye (8’40”14) e alla medaglia di bronzo mondiale dei 10000m Margaret Chelimo Kipkemboi (8’40”96).

L’etiope Diribe Welteji (quarta classificata ai Mondiali di Eugene sugli 800 metri) si è aggiudicata la sfida tutta etiope sui 1500 metri femminili con il record del meeting di 3’56”91 battendo la campionessa del mondo dei 5000 metri di Eugene Gudaf Tsegay (3’58”18) e Hirut Meshesha (4’00”93).

La campionessa mondiale indoor Ajée Wilson ha vinto la sua prima gara stagionale in Diamond League in 1’58”28. L’altra statunitense Sage Hurta si é piazzata al secondo posto in 1’58”40” battendo la finalista mondiale di Eugene Anita Horvat, che ha migliorato il personale con 1’58”96. Elena Bellò ha centrato un prestigioso quarto posto eguagliando il record personale con 1’58”97, tempo realizzato in occasione del terzo posto al Golden Gala di Roma.

Il campione olimpico e mondiale Emmanuel Korir ha vinto gli 800 metri in 1’45”72 battendo allo sprint il connazionale Ferguson Rotich per tre centesimi di secondo. Le campionesse del mondo Shelly Ann Fraser Price e Sherika Jackson hanno illuminato le prove dello sprint femminile.

La cinque volte campionessa mondiale dei 100 metri Shelly Ann Fraser Pryce ha limato di un centesimo di secondo il suo crono più veloce al mondo di questa stagione con un formidabile record del meeting di 10”66. Nel corso del 2022 Fraser Pryce aveva corso tre volte in 10”67 in occasione delle tre vittorie a Nairobi, Parigi e ai Mondiali di Eugene.

La statunitense Aleia Hobbs è scesa di nuovo al di sotto degli 11 secondi in questa stagione con 10”94 piazzandosi al secondo posto davanti all’ivoriana Marie Josée Ta Lou (11”00). La campionessa mondiale dei 200 metri Sherika Jackson ha conquistato il successo sui 200 metri femminili in 21”84 nella prima uscita sulla distanza dopo il trionfo iridato di Eugene in 21”45, secondo crono mondiale di sempre. La giamaicana ha battuto nettamente la campionessa mondiale e olimpica dei 400 metri Shaunae Miller Uibo (22”35) e la medaglia d’oro mondiale della staffetta 4×100 Jenna Prandini (22”39).

Il primatista del mondo di salto con l’asta Armand Mondo Duplantis (nella foto) ha realizzato prima il record del meeting del salto con l’asta con 6.00m e successivamente la migliore prestazione di sempre su suolo polacco con 6.10m al terzo tentativo. Il campione del mondo e bronzo olimpico dei 400 metri ostacoli Allison Dos Santos ha vinto la quinta gara stagionale in Diamond League stabilendo il record del meeting e la migliore prestazione su suolo polacco con 47”80. La vice campionessa mondiale dei 400 metri ostacoli Femke Bol ha vinto anche sui 400 metri senza barriere migliorando il record del meeting con 49”75. La polacca Natalia Kaczmarek è scesa per la prima volta in carriera sotto i 50 secondi con 49”86.

Duplantis
Foto: Francesca Grana

La campionessa olimpica dei 100 ostacoli Jasmine Camacho Quinn ha vinto la finale dei 100 metri ostacoli con il record del meeting con 12”34 precedendo Kendra Harrison (12”37). Il bronzo mondiale dei 100 metri Trayvon Bromell ha vinto la seconda gara stagionale in Diamond League sui 100 metri in 9”95.

Il campione del mondo Michael Norman ha vinto i 400 metri maschili stabilendo il record del meeting con 44”11. Il tre volte medagliato olimpico e mondiale Kirani James si è piazzato secondo in 44”55 davanti al campione mondiale della staffetta 4×400 Bryce Deadmon (44”68).

Oltre a Bellò erano in gara altri tre italiani. La medaglia di bronzo mondiale Elena Vallortigara si è piazzata al quarto posto nel salto in alto femminile con 1.88m. Stesso piazzamento di Nick Ponzio nel getto del peso con 20.81m. Filippo Randazzo ha concluso al sesto posto nel salto in lungo con 7.53m. Gli altri risultati più significativi del meeting di Chorzow sono stati l’86.86m di Jakub Vadlejch nel lancio del giavellotto maschile, la vittoria di Andy Diaz su Pedro Pablo Pichardo nel salto triplo con 17.53m, i successi statunitensi nel getto del peso di Joe Kovacs a livello maschile (21.79m) e Chase Ealey a livello femminile (20.38), la vittoria di Safina Sadullayeva con 1.92m per un numero minore di errori nei confronti di Yaroslava Mahuchik nel salto in alto femminile, il record della Diamond League di Pawel Fajdek nel lancio del martello maschile con 81.27m, il successo di Brooke Anderson con 75.16m nel lancio del martello, il quarto successo stagionale di Miltiadis Tentoglou nel salto in lungo con 8.13m e la seconda affermazione della giapponese Haruka Kitaguchi nel lancio del giavellotto con 65.10m.

Articoli correlati

Super Tecuceanu avvicina Fiasconaro

24 Maggio, 2024

Al Grifone meeting di Asti Catalin Tecuceanu porta il primato personale a tre decimi dal record italiano di Marcello Fiasconaro (1’43”7). Con 15’00”90 Federica Del Buono diventa la quarta italiana di sempre. 22,91 m di Leo Fabbri nel peso. Prosegue il magico momento di Catalin Tecuceanu che nel corso del Grifone meeting di Asti ha […]

Tricolori 10.000 metri: vincono Anna Arnaudo e Pietro Riva

13 Maggio, 2024

A Potenza, sulla pista intitolata a Donato Sabia, terzo titolo consecutivo per Pietro Riva e secondo per Anna Arnaudo, dopo quello conquistato nel 2022. Tra gli Under 23 prevalgono Greta Settino e Nicolò Bedini. I campioni italiani Juniores sono Laura Ribigini e Leonardo Mazzoni. Pietro Riva per il terzo anno consecutivo e Anna Arnaudo per […]

Boston Marathon: Trionfo di Obiri e Lemma

16 Aprile, 2024

Hellen Hobiri in 2:22’37” e Sisay Lemma in 2:06’17” hanno vinto la 128ª BAA Boston Marathon, candidandosi per un posto in squadra ai Giochi olimpici. I più veloci dei circa 300 italiani sono stati Giovanni Grano (2:19’56”) e Chiara Bondi (3:15’51”). La centovettottesima edizione della Maratona di Boston, la più antica maratona del mondo, ha […]

Mondiali indoor: Tecuceanu quarto, Iapichino settima

04 Marzo, 2024

Larissa Iapichino finisce settima a nove centimetri dal podio (6,69 m al quinto salto) al termine di una gara condizionata dai crampi. Catalin Tecuceanu chiude la finale degli 800 metri al quarto posto in 1’46”39. Semifinale da dimenticare per Giada Carmassi, che in batteria aveva ottenuto il primato personale con 8”03. Bilancio: l’Italia è sedicesima […]