Strepitose prestazioni di Houlihan e Ahmed

Strepitose prestazioni di Houlihan e Ahmed

13 Luglio, 2020

Shelby Houlihan ha corso i 5000 metri in un eccellente 14’23”92 sui 5000 metri a Portland, migliorandosi di dieci secondi rispetto al precedente personale di 14’34”45 stabilito due anni fa a Heusden Zolder in Belgio. Houlihan ha stabilito nell’occasione il primato statunitense e il record del continente nordamericano sulla distanza.

Houlihan si mise in luce a livello mondiale nel 2018 quando vinse i 1500 metri al Prefontaine Classic di Eugene in 3’59”06 e realizzò la doppietta sui 1500m e sui 5000m ai Campionati statunitensi di Des Moines. Lo scorso anno ha sfiorato il podio ai Mondiali di Doha classificandosi quarta sui 1500 metri in 3’54”99.

La forte mezzofondista statunitense è salita al dodicesimo posto delle liste mondiali di sempre ed è diventata la seconda atleta non nata in Africa alle spalle della russa Lilya Shobukova, che fermò il cronometro in 14’23”75 nel 2008.

Karissa Schweizer ha realizzato il record personale con 14’26”34 scendendo a sua volta al di sotto del precedente record statunitense. La vice campionessa del mondo dei 3000 siepi Courtney Frerichs si è classificata al terzo posto in 15’32”81 precedendo Elise Cranny (15’32”84).

Il canadese Mo Ahmed è diventato il decimo atleta della storia sui 5000 metri con 12’47”20, migliore prestazione mondiale dell’anno, primato canadese e decimo miglior crono di sempre. Ahmed vinse la medaglia di bronzo ai Mondiali sui 5000 metri a Doha nel 2019. Ahmed ha tolto sei secondi al precedente primato nord americano detenuto da Bernard Lagat dal 2011. Il canadese nato a Mogadiscio in Somalia aveva un record personale precedente di 12’58”16. 

Lopez Lomong ha tagliato il traguardo in seconda posizione scendendo sotto i 13 minuti per la prima volta in carriera con 12’58”78.

Barontini realizza la seconda migliore prestazione in carriera sugli 800 metri

Il campione italiano indoor e outdoor degli 800 metri Simone Barontini ha realizzato la seconda migliore prestazione della sua carriera con 1’47”30 sulla pista di casa di Ancona. Lo scorso anno l’anconetano fermò il cronometro in 1’46”94 al meeting di Rovereto. Gabriele Acquaro ha migliorato il record personale di quasi nove decimi di secondo con 1’47”50.

Articoli correlati

800 metri indoor: è record italiano per Tecuceanu

23 Febbraio, 2024

A Madrid Catalin Tecuceanu vince gli 800 metri in 1’45”00 migliorando lo storico record di Giuseppe D’Urso (1’45’44 / 1993), che resisteva da 31 anni. Buone anche la parallela prova di Eloisa Coiro, che chiude gli 800 in seconda posizione in 2’01”50 (primato personale indoor), e di Ludovica Cavalli, terza italiana di sempre nei 1.500 […]

Meslek colpisce ancora: altro record sui 1.500 metri

07 Febbraio, 2024

Con 3’35”63 Ossama Meslek migliora il già suo record italiano dei 1.500 metri nel meeting di Torun, caratterizzato anche dall’ulteriore primato italiano di Zaynab Dosso (7”02 nei 60 metri piani) e dal miglioramento di Andy Diaz (17,65 m nel salto triplo), sempre più capolista stagionale. Bravi anche Lorenzo Simonelli e Catalin Tecuceanu. La sfida prosegue […]

Super indoor per l’Italia: quanti record in un weekend!

04 Febbraio, 2024

Dopo i 4 record del fine settimana precedente, ecco il primato europeo indoor under 20 di Mattia Furlani nel salto in lungo (8,08 m) e i primati italiani indoor di Pietro Arese (3.000 m/7’38”42), Ossama Meslek (1.500 m/3’36”04) ed Elisa Molinarolo (Asta / 4,63 m), oltre alla miglior prestazione mondiale stagionale saltata due volte nella […]

New York: vincono Hellen Obiri e Tamirat Tola

05 Novembre, 2023

Record della gara per l’etiope Tamirat Tola (2:04’56”) e spettacolare finale per la keniana Hellen Obiri (2:27’20”), che solo in ultimo riesce a staccare l’etiope Letensebet Gidey. Iliass Aouani: settimo in 2:10’54”. La New York City Marathon incorona l’etiope Tamirat Tola, già campione del mondo di maratona a Eugene 2022, primo in Central Park in […]