Stramilano: vince Mwangi in 59’40”

Stramilano: vince Mwangi in 59’40”

20 Marzo, 2023

Il vincitore ha 19 anni ed era al debutto in mezza maratona. Gara donne al fotofinish col record del percorso. Primi italiani Pasquale Selvarolo (1:02’54”) e Giovanna Epis (sesta in 1:12’01”)

A soli diciannove anni, e all’esordio sulla distanza, il keniano Cosmas Mwangi ha vinto la cinquantesima edizione della Stramilano Half Marathon in un eccellente 59’40” dopo essere transitato in 28’08” ai 10 km. L’ultimo atleta capace di infrangere la barriera dell’ora alla Stramilano era stato il connazionale James Wangari con 59’12” nel 2016. Mwangi vanta primati personali di 27’15”58 sui 10.000 m e di 13’17”83 sui 5.000 m, performance realizzate in Giappone dove risiede. 

Isaac Too Kipkemboi e Bernard Wambua hanno completato il podio tutto keniano piazzandosi rispettivamente al secondo e al terzo posto in 1:01’05” e 1:01’09”. 

Selvarolo, primo italiano 

Il pugliese Pasquale Selvarolo (argento agli Europei di cross nella gara a squadre a Venaria Reale nel 2022) è stato il migliore degli italiani in quinta posizione in 1:02’54 davanti al brianzolo Luca Alfieri (1:04’49”), al debutto sulla distanza, e allo specialista della corsa in montagna Hannes Perkmann (1:05’16”). 

Donne al fotofinish 

Spettacolare lo sprint dell’epilogo della gara femminile: la keniana Gladys Cherop ha preceduto per soli cinque centesimo l’etiope Aberash Shilima. Il tempo per entrambe è 1:07’28, che migliora il primato del percorso stabilito nel 2017 dalla campionessa del mondo di Doha 2019, Ruth Chepngetich, con 1:07’42”. Terza è giunta l’etiope Anchinalu Dessie Genaneh (1:07’30”), primato personale.

Giovanna Epis sesta

Alla prima mezza maratona della stagione, Giovanna Epis, vincitrice della StraMilano 2022, ha concluso la gara al sesto posto in 1:12’01”, davanti a Rebecca Lonedo, settima in 1:12’10”, Maria Gorette Subano, ottava in 1:14’03”, Anna Arnaudo, nona in 1:14’13” ed Emanuela Mazzei (Master 45), decima in 1:14’22”. 

La festa dei 50.000

La festa della cinquantesima edizione della Stramilano è stata salutata dal volo di due caccia “Tornado” dell’Aeronautica Militare (che quest’anno festeggia il centenario) e ha preso il via col tradizionale colpo del cannone storico del reggimento Artiglieria a cavallo e il suono delle trombe della fanfara dei bersaglieri, alle nove in punto di domenica 19 marzo. Così è partita, ancora una volta la cosiddetta “Stramilano dei 50.000”, (anche se i partecipanti sono ormai sempre di più, secondo i dati forniti dagli organizzatori). La corsa non competitiva si è svolta sul classico percorso di 10 km, che attraversa le vie più caratteristiche della città fino all’Arena Civica. 

Articoli correlati

800 metri indoor: è record italiano per Tecuceanu

23 Febbraio, 2024

A Madrid Catalin Tecuceanu vince gli 800 metri in 1’45”00 migliorando lo storico record di Giuseppe D’Urso (1’45’44 / 1993), che resisteva da 31 anni. Buone anche la parallela prova di Eloisa Coiro, che chiude gli 800 in seconda posizione in 2’01”50 (primato personale indoor), e di Ludovica Cavalli, terza italiana di sempre nei 1.500 […]

Meslek colpisce ancora: altro record sui 1.500 metri

07 Febbraio, 2024

Con 3’35”63 Ossama Meslek migliora il già suo record italiano dei 1.500 metri nel meeting di Torun, caratterizzato anche dall’ulteriore primato italiano di Zaynab Dosso (7”02 nei 60 metri piani) e dal miglioramento di Andy Diaz (17,65 m nel salto triplo), sempre più capolista stagionale. Bravi anche Lorenzo Simonelli e Catalin Tecuceanu. La sfida prosegue […]

Super indoor per l’Italia: quanti record in un weekend!

04 Febbraio, 2024

Dopo i 4 record del fine settimana precedente, ecco il primato europeo indoor under 20 di Mattia Furlani nel salto in lungo (8,08 m) e i primati italiani indoor di Pietro Arese (3.000 m/7’38”42), Ossama Meslek (1.500 m/3’36”04) ed Elisa Molinarolo (Asta / 4,63 m), oltre alla miglior prestazione mondiale stagionale saltata due volte nella […]

New York: vincono Hellen Obiri e Tamirat Tola

05 Novembre, 2023

Record della gara per l’etiope Tamirat Tola (2:04’56”) e spettacolare finale per la keniana Hellen Obiri (2:27’20”), che solo in ultimo riesce a staccare l’etiope Letensebet Gidey. Iliass Aouani: settimo in 2:10’54”. La New York City Marathon incorona l’etiope Tamirat Tola, già campione del mondo di maratona a Eugene 2022, primo in Central Park in […]