fbpx

Correre Febbraio 2020

Correre febbraio 2020abbonati-subito

In questo numero parliamo di…

Maximaratona – Come da tradizione, anche quest’anno Correre di febbraio esce con allegata Maximaratona, che in questo caso contiene tutti i nomi e i tempi dei maratoneti italiani nel 2019. Sono 36.725 i nostri connazionali che nel 2019 hanno portato a termine almeno una prova da 42,195 km e hanno prodotto in totale di 57.002 tempi. Nelle 200 pagine della pubblicazione si trovano anche le liste top 100 e quelle delle categorie Master, mentre su Correre trovano spazio le statistiche sulle fasce di rendimento, le classifiche delle maratone italiane con il maggior numero di partecipanti e quella delle manifestazioni all’estero con il maggior numero di italiani. 

Intervista 1 / Il ritorno di un talento – Era sparita dai radar dell’atletica dopo il 25 settembre 2016, quando aveva corso gli 800 m della finale oro dei Campionati di società. Tre anni dopo è tornata ad appuntarsi un pettorale. Dov’era finita Federica Del Buono, talento purissimo del mezzofondo giovanile italiano? Ce lo racconta lei stessa, supportata nei passaggi più delicati dalla madre-allenatrice, Rossella Gramola. Diretta e decisa, come nello sguardo con cui fissa il lettore dalla copertina. (Testo e foto di Francesca Grana). 

Intervista 2 / Il manager Haile Gebrselassie – Il grande maratoneta, pluricampione olimpico e mondiale e detentore di una lunga sfilza di record, oggi è un uomo d’affari a capo di una rete di aziende, scuole e attività varie in diversi settori che danno lavoro a circa 3.000 persone. Tutte con base in Etiopia. Lo abbiamo incontrato ad Addis Abeba. (Andrea Schiavon, foto: Giancarlo Colombo)

Panorama / Scarpe tecnologiche – Comincia (e proseguirà su Correre di marzo) il nostro focus sulle calzature ipertecnologiche, finite dapprima sotto i riflettori con il “meno due ore” di Eliud Kipchoge a Vienna e poi nel mirino della World Athletics (ex Iaaf), che ha deciso di regolamentarne l’uso. (Franco Fava)  NEL SOMMARIO