Parola d’ordine “DETOX”

VEGETALI DI STAGIONE
In questo gennaio-febbraio, incontreremo, nel ventaglio che va visivamente dal verde all’arancio-rosso, il potere antitumorale delle brassicacee (broccoli e cavolfiori), la dolcezza del porro e della zucca, la carica vitaminica degli agrumi. Infiliamo le mani nel cestino di stagione, pescando tra i vegetali che maturano spontaneamente nel periodo.

SEMAFORO VERDE
Broccoli, catalogna, cime di rapa, spinaci, kiwi, cavolfiori, cardo, finocchio, indivie, porri, radicchio, zucca, arancia, mandarino, pompelmo, mela, pera.
Alimenti di stagione, prodotti dai campi, locali, meglio se a chilometri zero.
Verifichiamo che ci sia la filiera controllata, in cui abbiamo elementi per individuare la catena di produzione. Prodotti biologici, con fiducia, nel rispetto delle norme vigenti.

SEMAFORO GIALLO
Prodotti di serra o di provenienza lontana hanno perso lungo la strada un po’ di ricchezza (nel confezionamento, nei processi di conservazione, nel ritardo tra raccolta e consumo).
Alimenti prodotti in altri Paesi sono stati soggetti e legislazioni differenti da quella italiana, quindi offrono possibilità minori di controllo.
Preferenza a prodotti “poco maneggiati”: quelli già tagliati, spezzati o imbustati sono più soggetti a processi di ossidazione. O possono essere stati sottoposti a elementi che (pur non tossici) favoriscano la conservazione o il mantenimento di un aspetto “fresco”.

SEMAFORO ROSSO
Primizie.
Alimenti prodotti “con forzatura” sulle coltivazioni.
Alimenti precotti, preconfezionati, insaporiti.

L’articolo completo su Correre di gennaio, pagg 43-45.