Papa Francesco invitato d’onore agli Europei di Roma

Papa Francesco invitato d’onore agli Europei di Roma

13 Gennaio, 2024
Vatican Media

L’atletica italiana incontra il Pontefice per celebrare i cinque anni di Athletica Vaticana: “Sarebbe un grande onore accoglierla allo stadio Olimpico per gli Europei di Roma 2024”

“Sarebbe un grande onore accogliere Papa Francesco allo stadio Olimpico per gli Europei di Roma 2024”: queste le parole rivolte al Santo Padre da Stefano Mei, presidente della FIDAL e della Fondazione EuroRoma 2024, durante l’udienza per i cinque anni di Athletica Vaticana.

“Athletica Vaticana”, la polisportiva ufficiale della Santa Sede, è infatti affiliata dal 2019 alla Federazione Italiana di Atletica Leggera. Il presidente Mei ha donato al Pontefice una maglia degli Europei di Roma 2024, in programma dal 7 al 12 giugno, e una riproduzione della Coppa Europa vinta per la prima volta dalla Nazionale italiana nel giugno scorso in Polonia, testimoniandogli la vicinanza del mondo dell’atletica.

Papa Francesco ha anche sottolineato quanto sia “significativo che questo nostro incontro avvenga nei primi giorni del 2024, che è Anno Olimpico e Paralimpico. Ripensando al valore della ‘tregua olimpica’, la mia speranza è che, nel momento storico particolarmente buio che stiamo vivendo, lo sport possa gettare ponti, abbattere barriere, favorire relazioni di pace”.

Il Santo Padre ha accolto gli atleti, i dirigenti e le loro famiglie nella Sala Clementina in Vaticano, esprimendo la propria “gioia per la presenza di Athletica Vaticana sulle strade, nelle piste e nei campi da gioco” e per la “testimonianza cristiana nel grande mondo dello sport, che oggi rappresenta la più diffusa espressione culturale, a patto che si mantenga sempre quella amatorialità che custodisce lo sport”.

“Ogni atleta, attraverso la disciplina e l’impegno, ci insegna che con la fede e la perseveranza possiamo raggiungere traguardi che mai avremmo pensato possibili. Questo messaggio di speranza e coraggio è cruciale, specialmente per i giovani. Incoraggio ciascuno di voi a vedere lo sport come un percorso di vita che vi aiuti a costruire una comunità più solidale e per portare avanti i valori della vita cristiana: lealtà, sacrificio, spirito di gruppo, impegno, inclusione, ascesi, riscatto” ha aggiunto Papa Francesco.

“Ci riconosciamo perfettamente nelle parole del Santo Padre sui valori dello sport. L’atletica è la disciplina più globale che esista ed è in grado di unire i popoli, pur nella loro diversità” il commento del presidente Fidal al termine dell’udienza.

Articoli correlati

Provate per voi: La Sportiva Prodigio

15 Aprile, 2024

La Sportiva Prodigio: è la nuova proposta dell’azienda di Ziano di Fiemme ed è pensata per rispondere alle specifiche esigenze dei corridori di ultra trail. L’ha collaudata per noi Giacomo Galliani “Triangolo Lariano” è il nome del territorio compreso tra i due rami del lago di Como, uno dei quali, quello che “volge a mezzogiorno” […]

Maratona di Boston: Obiri e Chebet difendono il titolo

14 Aprile, 2024

La due volte campionessa del mondo dei 5000 metri Hellen Obiri difenderà il suo titolo alla BAA Boston Marathon il 15 Aprile 2024 nel giorno dedicato alla Festa nazionale del Patriot’s Day.  Obiri é una delle quattro vincitrici passate della Maratona di Boston iscritte all’edizione di quest’anno. Le altre tre sono la keniana Edna Kiplagat, due volte vincitrice a Boston nel 2017 […]

Mario Lambrughi da record nei 300 ostacoli

13 Aprile, 2024

A Milano l’azzurro riscrive la migliore prestazione nazionale sulla distanza spuria dopo 28 anni. Lo junior Zanini al record italiano di categoria sui 1000 metri, la cadetta Doualla sui 150 metri Grande prova di Mario Lambrughi alla decima edizione dell’Athletic Elite Meeting a Milano. L’azzurro firma la migliore prestazione nazionale dei 300 ostacoli con il […]

Come restare in forma nel tempo

Restare in forma: come stabilizzare e mantenere uno stato magari faticosamente raggiunto? Orlando Pizzolato fornisce gli step da seguire per consolidare i miglioramenti nella corsa anche nei periodi di assenza dalle gare. Molto spesso, dice Pizzolato, la mancata correlazione tra possibilità e prestazione va infatti ricercata alla voce “adattamenti”. Si tratta, in sostanza, di miglioramenti […]