fbpx

Mondiali cross: dominio di Etiopia e Kenya, ottavi gli azzurrini

Le due superpotenze del cross mondiale Etiopia e Kenya hanno dominato come previsto i Mondiali di Cross di Guyang in Cina vincendo tutte le medaglie individuali e piazzandosi ai primi due posti in tutte le quattro categorie (seniores maschile e femminile e juniores maschile e femminile).
Nel medagliere finale l’Etiopia ha prevalso con cinque ori, tre argenti e tre bronzi, mentre il Kenya ha conquistato tre ori, cinque arenti e un bronzo. Gli unici altri tre paesi in grado di entrare nel medagliere sono stati il Barhein (due medaglie), l’Uganda e l’Eritrea (una medaglia a testa). Le gare si sono svolte su un percorso ondulato e parzialmente fangoso ricavato all’interno di un ippodromo a una trentina di chilometri da Guyang.

Soddisfazione per la squadra italiana juniores che si è piazzata in ottava posizione (prima tra i team europei) dopo il sesto posto di due anni fa a Bydgoszcz 2013 e il titolo europeo a squadre di Samokov dello scorso dicembre. Il campione europeo di cross Yeman Crippa ha confermato la sua leadership continentale anche a Guyang piazzandosi in 20ma posizione in 24’52” ma primo tra i rappresentanti del Vecchio Continente. Hanno contribuito al bilancio azzurro il siepista Yohannes Chiappinelli (33° in 25’44”), il bronzo europeo di Samokov Said Ettaqi (46° in 26’07”), Alessandro Giacobazzi (77° in 26’59”), Yassin Bouih (82° in 27’15”) e Simone Colombini (92° in 27’29”).

Il Kenya ha monopolizzato le due gare seniores sia in campo maschile che in campo femminile con la teenager Agnes Tirop e il favoprito Geoffrey Kamworor. Tirop è diventata la più giovane campionessa mondiale di cross dal 1985 quando ad imporsi fu la sudafricana Zola Budd. La 19enne keniana, medaglia d’argento a livello juniores nella precedente edizione di Bydgoszcz 2013 e due volte medaglia di bronzo ai Mondiali Juniores sui 5000 metri in pista, ha trionfato in 26’01” sulla distanza di 8.010 m precedendo di 5 secondi la coetanea etiope Senbere Teferi (solo qualche mese più “anziana” della Tirop) con un allungo decisivo negli ultimi 200 metri. Terzo posto per l’etiope Netsanet Gudeta (26’11”).

Geoffrey Kamworor Kipsang ha conquistato il successo nella gara seniores maschile un anno dopo il trionfo ai Mondiali di Mezza Maratona di Copenhagen. L’atleta keniano si impose già nella categoria juniores nel 2011 a Punta Umbria. Kamworor ha avuto la meglio in 34’52” precedendo di 8 secondi il connazionale Bedan Karoki. L’etiope Muktar Edris, terzo due anni fa nella categoria juniores e vincitore della recente Cinque Mulini, ha completato un podio stellare con il terzo posto in 35’06”.

Primo degli “europei” è stato il turco di origini keniane Polat Arikan (campione europeo a Samokov) che ha concluso la sua prova in 22ma posizione in 36’40”.
La Spagna è stata la migliore nazione europea nelle classifiche seniores sia in campo maschile che femminile, mentre la Francia ha prevalso tra le nazioni del Vecchio Continente a livello juniores femminile.
Tra due anni i Mondiali di Cross torneranno in Africa con l’appuntamento ugandese di Kampala 2017.

Articoli Correlati

Yeman Crippa sempre più vicino al record di Antibo
Genzebe Dibaba
IAAF Diamond League: Dibaba batte Hassan in un fantastico 1500 metri a Rabat
Yeman Crippa
Golden Gala: Crippa è il terzo italiano di sempre sui 5000 metri con 13’09”52
Atletica e bambini
Pizzolato: atletica, miti d’altri tempi e giovani di oggi
Festa del cross: Crippa e Tommasi campioni italiani, in luce Zenoni e Battocletti
Ahmed El Mazoury
Casone Noceto sul podio alla Coppa Europa di cross ad Albufeira