fbpx

Maratona di Chicago: sfida tra Mo Farah e Galen Rupp

11 Ottobre, 2019
Foto Giancarlo Colombo
I vincitori delle ultime due edizioni si ritrovano di fronte nella grande corsa dell’Illinois. Sono della partita anche Getaneh Molla, Dickson Chumba e Lawrence Cherono. Occhi puntati anche sulla venticinquenne keniana Brigid Kosgei, vincitrice nel 2018 e che ha corso le ultime due maratone in 2:18’.

Mo Farah e Brigid Kosgei difenderanno il titolo conquistato lo scorso anno alla maratona di Chicago, inserita nel circuito World Marathon Majors e in calendario per questa domenica 13 ottobre, con partenza e arrivo al Grant Park, grande parco situato alle porte della città tra Columbus Drive e Monroe Street. 

Oltre a quello di Farah, i nomi di maggiore spicco sono quelli di Galen Rupp, Getaneh Molla, Dickson Chumba e Lawrence Cherono. 

Il valore di Farah e di Rupp

Farah ha vinto l’edizione dell’anno scorso stabilendo il record europeo con 2:05’11” e si è confermato su tempi al di sotto delle 2:06’ in occasione del quinto posto alla maratona di Londra dello scorso aprile (2:05’39”). A inizio settembre il fuoriclasse britannico ha trionfato alla Great North Run half marathon di Newcastle.

Il quattro volte campione olimpico e sei volte iridato affronterà lo statunitense Galen Rupp, vincitore a Chicago nel 2017 e due volte medagliato olimpico (argento a Londra 2012 sui 10.000 m alle spalle proprio di Farah e bronzo nella maratona a Rio de Janeiro 2016). Rupp, ex compagno di allenamenti di Farah, ha stabilito il record personale di 2:06’07” a Praga nel 2018 e si è classificato quinto a Chicago in 2:06’21” nello stesso anno. Sempre nel 2018 ha vinto anche la mezza maratona Roma-Ostia in 59’47”. 

Una starting list da paura

L’etiope Getaneh Molla ha vinto la maratona di Dubai nel 2019 in 2:03’34”, miglior tempo tra gli iscritti e prestazione più veloce mai registrata al debutto sulla distanza. Sarà in gara anche il connazionale Herpasa Negasa, secondo nell’ultima edizione della medesima maratona con 2:03’40”. 

Tra i favoriti va annoverato anche il keniano Lawrence Cherono, vincitore delle ultime due edizioni della maratona di Amsterdam nel 2017 (2:05’09) e nel 2018 (con il personale di 2:04’06) e della maratona di Boston nel 2019 (2:07’57”). Gli altri top runner keniani sono Dickson Chumba, tre volte sul podio a Chicago (terzo nel 2014 con il record personale di 2:04’32”, primo nel 2015 in 2:09’25”, secondo nel 2016 in 2:11”26) e vincitore a Tokyo nel 2018 in 2:05’30”, Bedan Karoki (secondo alla maratona di Tokyo nel 2019 in 2:06’48”, secondo ai Mondiali di mezza maratona di Cardiff 2016 e quarto nei 10.000 m dei Mondiali di Londra 2017 in 26’52”12) e Kenneth Kipkemoi (59’01” nella mezza maratona a Valencia nel 2014 e 2:05’44” nella maratona a Rotterdam 2018 e terzo alla Maratona di Boston 2019 in 2:08’07”). 

Brigid Kosgei punta al primato della corsa

Brigid Kosgei conquistò il successo nella passata edizione della maratona di Chicago in un eccellente 2:18’35”, primato personale poi migliorato di 15 secondi con il 2:18’20” della vittoria alla maratona di Londra dello scorso aprile. La venticinquenne keniana ha vinto anche la Great North Run di Newcastle in 1:04’28” (migliore prestazione di sempre sulla mezza maratona ottenuta però su un percorso non conforme all’omologazione dei tempi e quindi non valido come record mondiale). Kosgei può andare all’attacco del primato della maratona di Chicago detenuto dalla britannica Paula Radcliffe con 2:17’18”. La migliore prestazione mondiale dell’anno appartiene alla neo campionessa del mondo Ruth Chepngetich (prima alla maratona di Dubai con 2:17’08”). Anche il record africano di Mary Keitany (2:17’01”) potrebbe essere in pericolo. 

Le altre stelle della gara femminile sono l’etiope Gelete Burka (vincitrice alla maratona di Parigi nel 2019 in 2:22’47” e seconda ai Mondiali di Pechino 2015 sui 10.000 m), Betsy Saina (prima alla Maratona di Parigi nel 2018 in 2:22’56” e quinta alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016 nei 10.000 m) e la statunitense Jordan Hasay (tre volte terza a Chicago nel 2017 con il record personale di 2:20’57”, a Boston nel 2017 in 2:23’00” e nel 2019 in 2:25’20) e la messicana Madai Perez (personale di 2:22’59” realizzato a Chicago nel 2006). 

Articoli correlati

Ecco il cast della Firenze Marathon

26 Novembre, 2021

E’ stato presentato il cast dei campioni internazionali che daranno vita all’edizione numero 37 dell’Asics Firenze Marathon, in programma domenica 28 novembre con partenza e arrivo in Piazza del Duomo. Il percorso prevede i passaggi in Piazza Pitti, del Parco delle Cascine (polmone verde di Firenze), sul Lungarno e toccherà tutti i luoghi più suggestivi […]

Ekiru sfida Kipyego alla Maratona di Abu Dhabi

24 Novembre, 2021

Titus Ekiru e Reuben Kiprop Kipyego si sfideranno venerdì 26 novembre alla Maratona di Abu Dhabi, che si preannuncia come una rivincita dell’ultima edizione della Maratona di Milano dello scorso 16 maggio. Ekiru ha stabilito la migliore prestazione mondiale dell’anno e il quinto tempo più veloce di sempre con un eccellente 2h02’57” in occasione della […]

Verona riabbraccia la sua maratona

21 Novembre, 2021

Dopo due anni si è svolta al cospetto dell’Arena in piazza Bra la 20^ edizione della Hoka Verona Marathon con 5000 partecipanti Sulle strade scaligere si è festeggiato il ritorno della distanza regina grazie alla 20^ Hoka Verona Marathon. Non si correva la maratona nel centro cittadino dal novembre 2019 e la voglia di ritrovarsi in […]

Maratona di Ravenna, la carica dei 10mila

14 Novembre, 2021

Una bella giornata di sport e divertimento ha abbracciato Ravenna e la sua maratona L’edizione 2019, pre pandemia, era stata quella dei record. L’edizione 2021 sarà ricordata come una nuova edizione da record. Fedele alla sua recente storia, la Hoka Maratona di Ravenna Città d’Arte ha saputo rianimare la città e il territorio con un […]