Lavaredo Ultra Trail: Jonas Russi vince la 120K

Lavaredo Ultra Trail: Jonas Russi vince la 120K

24 Giugno, 2023
Foto: Siya Ndzimande / LUT

Nella gara clou dell’evento di Cortina lo svizzero Jonas Russi precede il rumeno Robert Hajnal e l’altoatesino Georg Piazza. Nella gara femminile doppietta francese con Fiona Porte e Maryline Nakache. Nella Lavaredo 80K vincono il portoghese Andre Rodrigues e la francese Esther Eustache.

Jonas Russi, lo svizzero vincitore del Tor des Géants 2022, ha inserito il proprio nome nell’albo d’oro de La Sportiva Lavaredo Ultra Trail by UTMB chiudendo per primo, in 12:13’04”, la distanza più lunga e affascinante (120 km e 5.800 m di dislivello), che porta gli atleti (1.551 al via) al cospetto del Cristallo e delle Tre Cime di Lavaredo, delle Tofane e dell’Averau, del Nuvolau e della Croda da Lago.

Foto: Siya Ndzimande / LUT

La gara maschile

Partita alle 23 di venerdì 23 giugno, la gara maggiore è stata inizialmente condotta da Andreas Reiterer, ma l’azzurro altoatesino, secondo nel long trail ai Mondiali di Innsbruck-Stubai, è stato costretto al ritiro per problemi fisici dopo il settantesimo chilometro, nei pressi di Malga Ra Stua. Jonas Russi ha così assunto il comando della gara incrementando costantemente il distacco dagli avversari fino ai 18 minuti inflitti al secondo classificato, il rumeno Robert Hajnal (12:31’16”) e ai 41 minuti accusati dall’altoatesino Georg Piazza(12:54’57”), portacolori del Team La Sportiva, che riporta così l’Italia sul podio della 120K a distanza di dieci anni dal 2013, quando si classificò terzo il trevigiano Ivan Geronazzo. Nella top ten anche un altro atleta italiano, il vicentino Roberto Mastrotto, anch’egli del Team La Sportiva, ottavo in 13:29’54”.  

Foto: Siya Ndzimande / LUT

 La gara femminile

Una vittoria altrettanto netta ha caratterizzato la gara femminile, dominata dalla francese Fiona Porte (14:57’36”) davanti alla connazionale Maryline Nakache (15:43’20”) e
all’irlandese Emma Stuart (15:54’36”). Prima delle atlete italiane Alessandra Boifava (16:10’30”).

Lavaredo 80K

Alle 7 del mattino di sabato 24 giugno, da San Vito di Cadore 881 atleti hanno preso il via nella Lavaredo 80K (80 km / 4.600 m di dislivello), manifestazione nata nel 2019 e che ogni anno propone un luogo di partenza diverso. Sul traguardo di Corso Italia i vincitori sono stati il portoghese Andre Rodrigues(8:15’59”)e la franceseEsther Eustache(9:45’53”).

Articoli correlati

Super Tecuceanu avvicina Fiasconaro

24 Maggio, 2024

Al Grifone meeting di Asti Catalin Tecuceanu porta il primato personale a tre decimi dal record italiano di Marcello Fiasconaro (1’43”7). Con 15’00”90 Federica Del Buono diventa la quarta italiana di sempre. 22,91 m di Leo Fabbri nel peso. Prosegue il magico momento di Catalin Tecuceanu che nel corso del Grifone meeting di Asti ha […]

Tricolori 10.000 metri: vincono Anna Arnaudo e Pietro Riva

13 Maggio, 2024

A Potenza, sulla pista intitolata a Donato Sabia, terzo titolo consecutivo per Pietro Riva e secondo per Anna Arnaudo, dopo quello conquistato nel 2022. Tra gli Under 23 prevalgono Greta Settino e Nicolò Bedini. I campioni italiani Juniores sono Laura Ribigini e Leonardo Mazzoni. Pietro Riva per il terzo anno consecutivo e Anna Arnaudo per […]

Boston Marathon: Trionfo di Obiri e Lemma

16 Aprile, 2024

Hellen Hobiri in 2:22’37” e Sisay Lemma in 2:06’17” hanno vinto la 128ª BAA Boston Marathon, candidandosi per un posto in squadra ai Giochi olimpici. I più veloci dei circa 300 italiani sono stati Giovanni Grano (2:19’56”) e Chiara Bondi (3:15’51”). La centovettottesima edizione della Maratona di Boston, la più antica maratona del mondo, ha […]

Mondiali indoor: Tecuceanu quarto, Iapichino settima

04 Marzo, 2024

Larissa Iapichino finisce settima a nove centimetri dal podio (6,69 m al quinto salto) al termine di una gara condizionata dai crampi. Catalin Tecuceanu chiude la finale degli 800 metri al quarto posto in 1’46”39. Semifinale da dimenticare per Giada Carmassi, che in batteria aveva ottenuto il primato personale con 8”03. Bilancio: l’Italia è sedicesima […]