Larissa tris: 6,95 a Montecarlo

Larissa tris: 6,95 a Montecarlo

22 Luglio, 2023
Foto: Diamond League

Nella tappa della Diamond League del Principato di Monaco, terzo successo su tre per Larissa Iapichino, che all’ultimo salto batte Davis (6,88) e Vuleta (6,86). Sibilio e Crippa ritirati. Elena Carraro 13”28 nei 100 hs. Terzo record mondiale della Kenyana Kipyegon (miglio)

Terza vittoria su tre presenze nella Diamond League per Larissa Iapichino, che a Montecarlo, venerdì 21 luglio, sfiora i sette metri e vince il salto in lungo con un superlativo salto finale a 6,95 (+0.3), che le permette di superare in extremis la statunitense Tara Davis (6,88/+0.2) e la serba Ivana Vuleta (6,86/0.0). La saltatrice azzurra delle Fiamme Gialle piazza una serie tutta in crescita, salto dopo salto, misura dopo misura: 6,62 al primo, poi un nullo, quindi 6,72, 6,74, 6,81 e infine il 6,95 che migliora di due centimetri il primato personale all’aperto siglato domenica scorsa in occasione dell’oro agli Europei U23 di Espoo (6,93) e a soli due centimetri dal primato al coperto che a Istanbul in marzo le ha dato l’argento agli Europei indoor (6,97). Tre su tre: il trionfo al Meeting Herculis dopo quelli del Golden Gala di Firenze e del Bauhaus-Galan di Stoccolma.

Stop per Sibilio, ritiro per Crippa

In chiave Mondiali di Budapest preoccupa l’infortunio di Alessandro Sibilio, che al quarto ostacolo si è fermato avvertendo un fastidio alla coscia sinistra nello stesso punto dell’infortunio dello scorso anno. Serata “no” anche per Yeman Crippa, che si ferma nei 5.000 vinti dall’etiope Hagos Gebrhiwet e dove lo spagnolo Mohamed Katir con 12:45.01 sfila a Jakob Ingebrigtsen il record europeo stabilito dal norvegese al Golden Gala di Firenze nel 2021 (12:48.45).  Serata “sì”, invece per Elena Carraro, che al debutto assoluto in Diamond League, è ottava con 13”28 (+0.6) nei 100 hs.

Kipyegon, terzo record mondiale 

La keniana Faith Kipyegon ha aggiunto il record mondiale del miglio ai due già stabiliti quest’anno nei 1.500 m e nei 5.000 m. 4’07”64 sul miglio è un crono mostruoso che sposta di quasi cinque secondi i limiti umani, fissati dall’olandese Sifan Hassan a 4’12”33 nel 2019 sempre sulla pista monegasca. Le “pacer” Kristie Schoffield (USA) e Winnie Nanyondo (Uganda) la pilotano a 1’01”76 nel primo giro e 2’04”10 nel secondo, dopodiché inizia lo spettacolo della fenomenale 29enne keniana: 3’06”66 ai 1.200 m, sessantuno secondi scarsi per completare gli ultimi 409 metri. 

Duplantis sconfitto

La notizia, se ce n’è una, è la sconfitta dello svedese Mondo Duplantis, finito addirittura fuori dal podio nell’asta: quarto, con 5,72 a bersaglio, due errori a 5,92 e uno a 6,02. Ne approfitta lo statunitense Chris Nielsen che agguanta la prima posizione con 5,92. Si continua a non strafare nei 100 metri: Ferdinand Omanyala (Kenya) si impone in 9.92 (+0.6) nel derby d’Africa con il botswano Letsile Tebogo (9.93). World lead per il keniano Wyclife Kinyamal (1:43.22) negli 800 metri con sei atleti sotto l’1:44. Kenya anche nei 3000 siepi con il ventenne Simon Kiprop Koech (8:04.19). Nell’alto la vittoria è dell’australiana Nicola Olyslagers (1,99), tre centimetri più su delle ucraine Iryna Gerashchenko e Yaroslava Mahuchikh (1,96). Out dai 400 metri la padrona degli ostacoli Sydney McLaughlin-Levrone (fastidio al ginocchio), via libera per la polacca Natalia Kaczmarek con 49.63. Sotto i 22 secondi nei 200 metri la giamaicana Shericka Jackson (21.86/+0.2). Triplo per Hugues Fabrice Zango (Burkina Faso, 17,70/-0.4) all’ultimo salto sul giamaicano del 2005 Jaydon Hibbert (17,66/+1.7), giavellotto per il ceco Jakub Vadlejch (85,95). 

Londra, domenica

Neanche due giorni e sarà di nuovo Diamond League: Londra, domenica pomeriggio, con gli azzurri Nadia Battocletti (5.000), Leonardo Fabbri (peso) e Roberta Bruni (asta).

Articoli correlati

Super Tecuceanu avvicina Fiasconaro

24 Maggio, 2024

Al Grifone meeting di Asti Catalin Tecuceanu porta il primato personale a tre decimi dal record italiano di Marcello Fiasconaro (1’43”7). Con 15’00”90 Federica Del Buono diventa la quarta italiana di sempre. 22,91 m di Leo Fabbri nel peso. Prosegue il magico momento di Catalin Tecuceanu che nel corso del Grifone meeting di Asti ha […]

Tricolori 10.000 metri: vincono Anna Arnaudo e Pietro Riva

13 Maggio, 2024

A Potenza, sulla pista intitolata a Donato Sabia, terzo titolo consecutivo per Pietro Riva e secondo per Anna Arnaudo, dopo quello conquistato nel 2022. Tra gli Under 23 prevalgono Greta Settino e Nicolò Bedini. I campioni italiani Juniores sono Laura Ribigini e Leonardo Mazzoni. Pietro Riva per il terzo anno consecutivo e Anna Arnaudo per […]

Boston Marathon: Trionfo di Obiri e Lemma

16 Aprile, 2024

Hellen Hobiri in 2:22’37” e Sisay Lemma in 2:06’17” hanno vinto la 128ª BAA Boston Marathon, candidandosi per un posto in squadra ai Giochi olimpici. I più veloci dei circa 300 italiani sono stati Giovanni Grano (2:19’56”) e Chiara Bondi (3:15’51”). La centovettottesima edizione della Maratona di Boston, la più antica maratona del mondo, ha […]

Mondiali indoor: Tecuceanu quarto, Iapichino settima

04 Marzo, 2024

Larissa Iapichino finisce settima a nove centimetri dal podio (6,69 m al quinto salto) al termine di una gara condizionata dai crampi. Catalin Tecuceanu chiude la finale degli 800 metri al quarto posto in 1’46”39. Semifinale da dimenticare per Giada Carmassi, che in batteria aveva ottenuto il primato personale con 8”03. Bilancio: l’Italia è sedicesima […]