Zurigo: Kejelcha vince i 5000 metri, quarto Tamberi

Zurigo: Kejelcha vince i 5000 metri, quarto Tamberi

01 Settembre, 2023
Foto: Francesca Grana/FIDAL

Nella tappa svizzera della Diamond League un grande Yomif Kejelcha vince i 5000 metri in 12’46”91, a cinque secondi dallo storico record del meeting di Haile Gebrselassie. Gianmarco Tamberi è quarto, vince Mutaz Barshim a  2,35.

L’etiope Yomif Kejelcha ha vinto i 5000 metri in 12’46”91 arrivando a cinque secondi dallo storico record del meeting di Haile Gebrselassie di 12’46”87 realizzato nel 1997 in occasione del suo record del mondo. Con questo successo Kejelcha si è qualificato per la finale della Diamond League di Eugene. Il connazionale Selemon Barega si è piazzato secondo in 12’54”17 battendo lo statunitense Grant Fisher (12’54”49) e il guatemalteco Louis Grijalva, sceso ancora una volta sotto i 13 minuti con 12’55”88. 

1500 metri maschili

Lo statunitense Yared Nuguse ha vinto una gara emozionante in volata sui 1500 metri maschili in 3’30”49 battendo il neo campione mondiale Joss Kerr per due centesimi di secondo. Abel Kipsang si è piazzato al terzo posto in 3’30”85 superando di un decimo di secondo il britannico George Mills, che è sceso per la prima volta in carriera sotto i 3’30”95. 

800 metri femminili

La scozzese Laura Muir ha vinto gli 800 metri femminili cin 1’57”71 on un eccellente rettilineo finale battendo la primatista dell’Oceania Catriona Bissett (1’58”77) e la  giamaicana Adelle Tracey (1’59”05). 

3000 metri siepi femminili

La neo campionessa mondiale Winfied Yavi Mutile ha vinto i 3000 siepi femminili in 9’03”19 battendo allo sprint la primatista mondiale Beatrice Chepkoech (9’0370) e Faith Cherotich (9’07”50). 

200 metri maschili

Noah Lyles ha vinto i 200 metri per la terza volta in carriera sulla pista del Letzigrund in 19”80 dopo la super tripletta sui 100 e 200 metri e nella staffetta 4×100. Tre altri sprinter sono scesi sotto i 20 secondi sulla pista chiamata dagli appassionati svizzeri come la “piste magique”. Erryion Knighton si épiazzato secondo con 19”87 davanti a Zharnel Hughes (19”94) e Kenneth Bednarek (19”98). 

200 metri femminili

La due volte campionessa mondiale Shericka Jackson ha vinto i 200 metri per la seconda edizione consecutiva sulla pista del Letzigrund in 21”82 con vento contrario di -0.8 m/s, solo due centesimi più lento del tempo con il quale si impose nel 2022. 

La finalista mondiale dei 200 metri Daryl Neita si è piazzata seconda in 22”25 battendo Kayla White (22”33). La campionessa europea Mujinga Kambundji si è piazzata quarta in un buon 22”46.

Salto in alto maschile

Il campione olimpico Mutaz Barshim ha superato 2.35m al primo tentativo aggiudicandosi la quarta vittoria a Zurigo. Hamish Kerr ha migliorato il record nazionale con 2.33m al primo tentativo. Sanghyeok Woo si è piazzato al terzo posto con 2.31m. Il campione olimpico, mondiale ed europeo Gianmarco Tamberi si è piazzato al quarto posto con un salto da 2.28m realizzato al terzo tentativo. L’azzurro ha tentato senza successo due prove a 2.31m e una a 2.33m. 

Salto con l’asta maschile

Il campione mondiale e olimpico Armand Duplantis ha superato 6.00 metri vincendo per la terza edizione consecutiva a Zurigo. Lo svedese ha commesso tre errori alla misura del record del mondo di 6.23m. 

Sam Kendricks ha superato tutte le misure fino a 5.85m al primo tentativo e 5.95m al terzo tentativo. KC Lightfoot ha superato 5.85m al primo tentativo prima di commettere tre errori a 5.95m. 

100 metri femminili

Sha’Carri Richardson ha vinto la terza gara della stagione in Diamond League in 10”88 nella sua prima gara da campionessa del mondo dei 100 metri e della staffetta 4×100. 

La giamaicana Natasha Morrison si è piazzata seconda in 11”00 con lo stesso tempo della cinque volte campionessa mondiale Elaine Thompson. Mujinga Kambundji si è piazzata al quarto posto in 11”08 davanti al pubblico di casa. 

100 metri ostacoli femminili

La giamaicana Danielle Williams ha vinto la sua prima gara di Diamond League in questa stagione in 12”54 una settimana dopo il secondo titolo mondiale a Budapest. Williams ha battuto Alaysha Johnson (12”58)), , Kendra Harrison (12”59), Tia Jones (12”62) e la primatista svizzera Ditaji Kambundji (12”64). 

Lancio del giavellotto maschile

Il ceco Jakub Vadlejch (bronzo ai Mondiali) ha realizzato il lancio della vittoria con 85.86m al quarto tentativo. Il campione olimpico e mondiale Neeraj Chopra si è avvicinato a Vadlejch con un lancio da 85.71 al sesto tentativo. Julian Weber si è piazzato al terzo posto con 85.04m. 

Salto triplo femminile

La tre volte campionessa mondiale e oro olimpico Yulimar Roojas ha vinto la terza gara stagionale di Diamond League realizzando due volte 15.15m al quarto e al sesto tentativo. Rojas si è imposta per il terzo anno consecutivo a Zurigo dopo i successi nel 2021 con 15.48m e 15.28m nel 2022. Shanieka Ricketts si è piazzata seconda con 14.78m battendo Liadagmis Povea (14.73m) e Leyanis Perez Hernandez (14.62m). Dariya Derkach si è piazzata al settimo posto con 14.36m davanti a Ottavia Cestonaro (14.11m). 

400 metri ostacoli maschili

Il campione dei Giochi del Commowealth Games Kyron McMaster delle Isole Vegini Britanniche ha vinto per la terza volta consecutiva al Letzigrund in 47”27 battendo per tre centesimi di secondo Karsten Warholm.

Salto in lungo maschile

Il bronzo mondiale Tajay Gayle ha preso la testa della gara con 8.07m al quarto tentativo con 8.07m, ma il campione mondiale e olimpico Miltiadis Tentoglou ha superato il giamaicano con un salto da 8.20m al sesto tentativo. Jarrion Lwason si è piazzato al terzo posto co n 8.05m davanti Radek Juska (8.04m), Mattia Furlani si è piazzato al decimo posto con 7.53m. 

110 metri ostacoli maschili 

Il campione europeo indoor Jason Joseph ha battuto il record svizzero con un eccellente 13”08 migliorandosi di due centesimi di secondo rispetto al 13”10 realizzato a Firenze e a Madrid. Enrique Llopis si è piazzato secondo in 13”31 davanti a Eric Edwards (13”45). Lorenzo Simonelli si è piazzato quinto in 13”60 nella sua seconda gara in Diamond League in terra svizzera di questa stagione dopo il quarto posto di Losanna. 

Articoli correlati

800 metri indoor: è record italiano per Tecuceanu

23 Febbraio, 2024

A Madrid Catalin Tecuceanu vince gli 800 metri in 1’45”00 migliorando lo storico record di Giuseppe D’Urso (1’45’44 / 1993), che resisteva da 31 anni. Buone anche la parallela prova di Eloisa Coiro, che chiude gli 800 in seconda posizione in 2’01”50 (primato personale indoor), e di Ludovica Cavalli, terza italiana di sempre nei 1.500 […]

Meslek colpisce ancora: altro record sui 1.500 metri

07 Febbraio, 2024

Con 3’35”63 Ossama Meslek migliora il già suo record italiano dei 1.500 metri nel meeting di Torun, caratterizzato anche dall’ulteriore primato italiano di Zaynab Dosso (7”02 nei 60 metri piani) e dal miglioramento di Andy Diaz (17,65 m nel salto triplo), sempre più capolista stagionale. Bravi anche Lorenzo Simonelli e Catalin Tecuceanu. La sfida prosegue […]

Super indoor per l’Italia: quanti record in un weekend!

04 Febbraio, 2024

Dopo i 4 record del fine settimana precedente, ecco il primato europeo indoor under 20 di Mattia Furlani nel salto in lungo (8,08 m) e i primati italiani indoor di Pietro Arese (3.000 m/7’38”42), Ossama Meslek (1.500 m/3’36”04) ed Elisa Molinarolo (Asta / 4,63 m), oltre alla miglior prestazione mondiale stagionale saltata due volte nella […]

New York: vincono Hellen Obiri e Tamirat Tola

05 Novembre, 2023

Record della gara per l’etiope Tamirat Tola (2:04’56”) e spettacolare finale per la keniana Hellen Obiri (2:27’20”), che solo in ultimo riesce a staccare l’etiope Letensebet Gidey. Iliass Aouani: settimo in 2:10’54”. La New York City Marathon incorona l’etiope Tamirat Tola, già campione del mondo di maratona a Eugene 2022, primo in Central Park in […]