fbpx
Lorenzo Dini

Jeptoo e Raimoi conquistano il successo alla Stramilano, Lorenzo Dini è quinto

Lorenzo Dini (Foto: Giancarlo Colombo)
Di: Diego Sampaolo

La favorita Priscah Jeptoo e il sorprendente Vincent Raimoi si sono aggiudicati la quarantaquattresima edizione della Stramilano Half Marathon correndo rispettivamente in 1h08’26” e in 1h00’10” in una giornata soleggiata e calda con una temperatura di 22°C. 

La gara maschile è partita a ritmi molto forti nonostante la mattinata molto calda. Paul Tiongik, recente vincitore alla Festa del Cross di Venaria Reale davanti a Yeman Crippa, ha preso la testa nelle fasi iniziali transitando al 5 km in 13’55” davanti ad un gruppo comprendente il vincitore del Campaccio 2018 James Kibet, il due volte vincitore della Diamond League sui 3000 siepi Jairus Birech, a James Murithi Mburugu e a Vincent Raimoi Kibor. Birech, al debutto sulla mezza maratona due mesi dopo la seconda vittoria in carriera alla Cinque Mulini, ha preso l’iniziativa transitando al 10 km in 28’14” e al 15 km 42’32” con 17 secondi di vantaggio su Raimoi. 

Il ventitreenne Vincent Raimoi ha ridotto lo svantaggio e ha superato Birech al 18 km involandosi verso il traguardo dove ha tagliato il traguardo in 1h00’10”, tempo con il quale ha migliorato il precedente record personale di 1h01’19” stabilito in Giappone dove vive e si allena per buona parte dell’anno. Birech ha accusato la fatica nel finale concludendo la prima mezza maratona della sua carriera in 1h00’32”. Tiongik ha completato il podio tutto keniano in terza posizione in 1h02’07”. 

“E’ la gara più bella della mia carriera. In pista ho corso i 5000 metri in 13’35” a Yokohama ma preferisco soprattutto le gare su strada. Spero che questa vittoria mi faccia entrare in una nuova dimensione”, ha dichiarato Raimoi durante la conferenza stampa. 

Ottima prestazione del vice campione europeo juniores dei 10000 metri di Rieti 2013 Lorenzo Dini, quinto al traguardo di Piazza Castello con il record personale di 1h03’35”. 

“Sono contento di come sia riuscito a sviluppare la gare. Ringrazio il mio allenatore Stefano Baldini per i consigli”, ha detto Lorenzo Dini. 

Priscah Jeptoo è tornata alla vittoria con il buon tempo di 1h08’26” dopo due anni di pausa per maternità. La mamma keniana ha corso insieme all’etiope Meseret Meleka nei primi 10 km con un passaggio in 32’16”. Jeptoo ha preso il largo nella seconda metà gara staccando Meleka di 40 secondi al 15 km (passaggio in 48’27”). Lucy Wambui, e vincitrice alla Stramilano 2014, ha tagliato il traguardo in 1h11’47” in un test importante in vista delle prossime gare di corsa in montagna, disciplina dove vanta due titoli mondiali. Elisa Stefani è stata la prima delle italiane in settima posizione in 1h14’04”. 

Jeptoo vanta un palmares straordinario comprendente le medaglie d’argento ai Mondiali di Daegu 2011 e alle Olimpiadi di Londra 2012 e le vittorie nelle maratone di Parigi nel 2011 e di Londra e New York nel 2013. 

“Negli ultimi due anni non ha corso perché mi sono dedicata alla famiglia. Ero al rientro in questa gara ma non ero al meglio perché sono caduta in allenamento”, ha detto Priscah Jeptoo.  

Articoli Correlati

maratona
Maratona di Istanbul: la lepre Daniel Kibet vince a sorpresa
Ganten Milano21 Half Marathon
Domenica 24 novembre torna la Ganten Milano21 Half Marathon
Maratona di Francoforte: record di Valariy Ayabei
maratona
Maratona di Lubiana: Chepkirui batte il record del percorso con 2h21’26”
Senbere Teferi
Senbere Teferi batte il record etiope alla Mezza Maratona di Valencia con 1h05’32”
Gemechu e Belihu vincono la mezza maratona di New Dehli