Ingebrigtsen: record europeo 1.500 m

Ingebrigtsen: record europeo 1.500 m

17 Luglio, 2023
Francesca Grana

A Chorzow Jakob Ingebrigtsen ha corso i 1.500 m in 3’27”14, primato europeo. Gaia Sabbatini si migliora: 4’01”24, miglior crono italiano degli ultimi 40 anni e standard olimpico.

Jakob Ingebrigtsen ha migliorato il già suo record europeo sui 1.500 m con un sensazionale 3’27”14 al Memorial Kamila Skolimowska di Chorzow (POL), tappa della Wanda Diamond League. 

Il norvegese, campione olimpico della specialità, sale così al quarto posto nelle liste mondiali all-time alle spalle di Hicham El Guerrouj (3’26”00 a Roma nel 1998), Bernard Lagat (3’26”34 a Bruxelles nel 2001) e Asbel Kiprop (3’26”69 a Montecarlo nel 2015). 

Il keniano Abel Kipsang ha migliorato il record personale con 3’29”11 piazzandosi al secondo posto. Primati personali sono stati stabiliti dal campione del mondo under 20 Reynold Kiprorir Cheruiyot (3’30”30), dall’irlandese Andrew Coscoran (quarto con il record nazionale di 3’30”42), da Samuel Tanner con 3’31”24, da Vincent Keter con 3’31”28, da Isaac Nader con 3’31”49 e da George Mills con 3’31”54. 

Primato personale per Gaia Sabbatini 

L’etiope Hirut Meshesha ha vinto i 1.500 m in uno strepitoso 3’54”87 migliorando il record del meeting detenuto dall’anno scorso da Diribe Welteji con 3’56”91. Da segnalare anche la diciassettenne Birke Haylom, seconda col primato personale di 3’54”93 davanti ad altre cinque atlete in grado di migliorare il primato personale con tempi al di sotto dei 4 minuti: Diribe Welteji (3’55”08), Worknesh Mesele (3’57”08 ), l’australiana Linden Hall (3’57”27, record dell’Oceania), le britanniche Melissa Courtney Bryant (3’58”01) e Jemma Reekie  (3’58”66). Gaia Sabbatini ha migliorato il record personale con 4’01”24 centrando lo standard per le Olimpiadi. La teramana ha tolto oltre mezzo secondo al precedente record personale di 4’01”93 realizzato nel maggio 2022 al meeting di Eugene. Per l’azzurra è il miglior tempo italiano degli ultimi 40 anni. Solo Gabriella Dorio ha corso più velocemente nella storia a livello italiano con il record nazionale di 3’58”65 realizzato nel 1982. 

800 metri femminili: 

La vincitrice della Diamond League del 2022 Mary Moraa ha vinto la terza gara di Diamond League di questa stagione dopo Rabat e Losanna migliorando il personale stagionale e il record del meeting con 1’56”85. L’ugandese Halimah Nakaayi ha migliorato il record nazionale con 1’57”78 precedendo la primatista giamaicana Natoya Goule (1’57”90) e la statuunitense Sage Hurta Klecker (1’58”09). Elena Bellò ha realizzato il primato stagionale con 2’00”61 piazzandosi al nono posto nella seconda gara di 800 metri della stagione. 

3.000 metri femminili: 

L’etiope Freweiny Hailu ha vinto I 3.000 m femminili in 8’26”61 battendo il record del meeting detenuto dall’anno scorso da Sifan Hassan. Hailu si era imposta lo scorso 2 Luglio sui 1.500 metri a Stoccolma. La keniana Lilian Rengeruk si è piazzata seconda in 8’27”80 davanti a Lemlem Hailu (8’29”43), Teresia Gether Muthoni, che ha migliorato il personale con 8’29”48. Margaret Akidor ha corso in 8’31”46. Da sottolineare il record nazionale della giovane lettone Agate Caune (nata nel 2004): 8’39”78. 

3.000 metri siepi maschili: 

Il campione olimpico e mondiale Soufiane El Bakkali ha dominato i 3.000 siepi stabilendo il record del meeting com 8’03”16. Il campione dei Giochi del Commonwealth, Abraham Kibiwot, si è piazzato secondo con 8’08”03 davanti al keniano Leonard Kipkemoi Bett (8’09”48), all’etiope Abraham Sime (8’10”68), al keniano Benjamin Kigen (8’11”12)  e all’indiano Avinash Sable (8’11”63).

Altri risultati 

100 m uomini: 1.Akani Simbine (RSA), 9”97; 2. Fred Kerley (USA) 9”98; 3. Emmanuel Eseme (CAM), 9”98; 4. Cravont Charleston (USA) 9”99; 

100 m donne: 1. Sha’Carri Richardson (USA), 10”76; 2. Shericka Jackson (JAM), 10”78; 3. Ewa Swoboda (POL), 10”94, 4. Twanisha Terry (USA), 10”99; 5. Darryil Neita (GBR), 11”01. 

400 m uomini: 1. Wayde Van Niekerk (RSA), 44”08; 2. Bayapo Ndori (BWN), 44”61; 3. Alison Dos Santos (BRA), 44”73. 

400 metri donne: 1. Natalia Kaczmarek (POL), 49”48; 2. Lieke Klaver (USA), 49”81; 3. Marileidy Paulino (DOM), 50”00.  

100 m ostacoli donne: 1. Tobi Amusan (NIG), 12”34; 2. Kendra Harrison (USA), 12”35; 3. Nia Ali (USA), 12”38. 

110 m ostacoli uomini: 1.Roger Iribarne (CUB), 13”25; 2. Just Mathey Kwaou (FRA), 13”26; 3. Tyler Mason (JAM), 13”29. 

Alto uomini: 1. Mutaz Barshim (QTR), 2.36 m; 2. Gianmarco Tamberi 2,34 m; 3. Tobias Potye (POL), 2,34 m;

Alto donne: 1. Iryna Geraschenko (UKR), 1.98 m; Nicola Olyslagers (AUS), 1,98 m; 3. Yuliya Levchenko (UKR), 1.98 m. 

Asta uomini:1. Armand Duplantis (SWE), 6.01 m; 2. Sam Kendricks (USA), 5.91 m; 3. Christopher Nilsen (USA), 5.81 m. 

Triplo donne:1.Yulimar Rojas (VEN), 15,18 m; 2. Maryna Beck Romanchuk (UKR), 14,70 m; 3. Leyanis Perez Hernandez (CUB), 14,67 m. 

Peso uomini: 1. Ryan Crouser (USA), 22,55 m; 2. Payton Otterdahl (USA), 21,88 m; 3. Tom Walsh (USA) 21,78 m.7.  Leonardo Fabbri, 20.21 m. 

Martello donne: 1.Brooke Andersen (USA), 75.40 m; Janee Kassanavoid (USA), 74.77 m; 3. Sara Fantini, 72,96 m.

Martello uomini:1.Wojciech Nowicki (POL), 80,02 m; 2. Rudy Winkler (USA) 78.11 m; 3. Elvind Henriksen (NOR), 76,25 m. 

Giavellotto donne:1. Haruka Kitaguchi (JPN), 67.04 m; 2. Mackenzie Little (AUS), 64.50 m. 

Articoli correlati

Super Tecuceanu avvicina Fiasconaro

24 Maggio, 2024

Al Grifone meeting di Asti Catalin Tecuceanu porta il primato personale a tre decimi dal record italiano di Marcello Fiasconaro (1’43”7). Con 15’00”90 Federica Del Buono diventa la quarta italiana di sempre. 22,91 m di Leo Fabbri nel peso. Prosegue il magico momento di Catalin Tecuceanu che nel corso del Grifone meeting di Asti ha […]

Tricolori 10.000 metri: vincono Anna Arnaudo e Pietro Riva

13 Maggio, 2024

A Potenza, sulla pista intitolata a Donato Sabia, terzo titolo consecutivo per Pietro Riva e secondo per Anna Arnaudo, dopo quello conquistato nel 2022. Tra gli Under 23 prevalgono Greta Settino e Nicolò Bedini. I campioni italiani Juniores sono Laura Ribigini e Leonardo Mazzoni. Pietro Riva per il terzo anno consecutivo e Anna Arnaudo per […]

Boston Marathon: Trionfo di Obiri e Lemma

16 Aprile, 2024

Hellen Hobiri in 2:22’37” e Sisay Lemma in 2:06’17” hanno vinto la 128ª BAA Boston Marathon, candidandosi per un posto in squadra ai Giochi olimpici. I più veloci dei circa 300 italiani sono stati Giovanni Grano (2:19’56”) e Chiara Bondi (3:15’51”). La centovettottesima edizione della Maratona di Boston, la più antica maratona del mondo, ha […]

Mondiali indoor: Tecuceanu quarto, Iapichino settima

04 Marzo, 2024

Larissa Iapichino finisce settima a nove centimetri dal podio (6,69 m al quinto salto) al termine di una gara condizionata dai crampi. Catalin Tecuceanu chiude la finale degli 800 metri al quarto posto in 1’46”39. Semifinale da dimenticare per Giada Carmassi, che in batteria aveva ottenuto il primato personale con 8”03. Bilancio: l’Italia è sedicesima […]