Diamond League: a Stoccolma De Grasse vola, 9”69 nei 100

Diamond League: a Stoccolma De Grasse vola, 9”69 nei 100

19 Giugno, 2017
A Stoccolma Andre De Grasse corre un eccezionale 9"69 sui 100 metri (Foto: Giancarlo Colombo)

La tappa svedese della IAAF Diamond League 2017, nel leggendario Stadio Olimpico del 1912, ha fatto registrare il clamoroso 9”69 sui 100 metri di Andre De Grasse con troppo vento a favore di +4.8 m/s. L’ivoriano Ibrahim Meité si è classificato secondo in 9”84.

Timothy Cheruiyot ha regalato l’acuto nelle gare di mezzofondo del Bauhaus Galan di Stoccolma.  Il keniano ha stabilito la migliore prestazione mondiale dell’anno e il record personale sui 1500 metri con un eccellente 3’30”77 precedendo il portacolori Alsalid Mikhou, che deteneva il precedente limite stagionale e si è confermato correndo in 3’31”49. L’etiope Aman Wote è sceso sotto i 3’32” con 3’31”63 chiudendo al terzo posto davanti ad Asbel Kiprop (3’33”17).

Francine Nyonsaba ha dovuto faticare per vincere un ottimo 800 metri femminile in 1’59”11  davanti alla svedese Lovisa Lindh (1’59”41), alla svizzera Selina Buchel (1’59”66) e alla canadese Melissa Bishop (1’59”70).

Il marocchino Soufiane El Bakkali si è aggiudicato i 3000 siepi in 8’15”01 precedendo l’eritreo Yemane Haileselassie (8’18”29) e il keniano Nicholas Bett (8’21”38),

L’azzurra Margherita Magnani ha realizzato la terza migliore prestazione in carriera all’aperto e il secondo crono europeo dell’anno sui 3000 metri con 8’58”62 terminando al sesto posto nella gara vinta dalla svedese Meraf Batha in 8’47”07 al termine di un bel duello con l’etiope Azemna Gebru (8’47”26). Sorpresa negòi 800 metri dove l’olandese Thjimen Kupers ha conquistato il secondo successo stagionale dopo Hengelo in 1’45”03 precedendo Mark English (1’45”42).

Nel salto in alto femminile Alessia Trost ha superato 1.85m ma non è riuscita a valicare l’asticella alla quota di 1.90m e si è piazzata settima nella gara vinta dalla storica rivale Mariya Kuchina Lasitskene con 2.00m (prima di sbagliare tre prove a 2.06m). Luvo Manyonga ha vinto il salto in lungo superando 8.36m con vento a favore di +3.3 m/s e un secondo salto con vento regolare di 8.33m ma si infortuna alla caviglia all’ultimo tentativo. Orlando Ortega si è aggiudicato i 110 ostacoli in 13”09 con vento a favore precedendo di un centesimo Sergey Shubenkov. Steven Gardiner ha realizzato un ottimo 44”58 sui 400 metri precedendo Baboloki Thebe (44”99). Nei 400 ostacoli Karsten Warholm si è confermato vincendo dopo Oslo anche a Stoccolma in 48”82. Nelle due gare di lancio del disco disputate in contemporanea si sono imposti il giamaicano Fedrick Dacres con 68.36m e Yaimi Perez che con 67.92m ha preceduto Sandra Perkovic (67.75m). Nell’asta femminile a svizzera Nicole Buchler ha vinto con 4.65m a pari misura con Angelica Bengtsson e Robeilys Peinado.

Articoli correlati

Super Tecuceanu avvicina Fiasconaro

24 Maggio, 2024

Al Grifone meeting di Asti Catalin Tecuceanu porta il primato personale a tre decimi dal record italiano di Marcello Fiasconaro (1’43”7). Con 15’00”90 Federica Del Buono diventa la quarta italiana di sempre. 22,91 m di Leo Fabbri nel peso. Prosegue il magico momento di Catalin Tecuceanu che nel corso del Grifone meeting di Asti ha […]

Tricolori 10.000 metri: vincono Anna Arnaudo e Pietro Riva

13 Maggio, 2024

A Potenza, sulla pista intitolata a Donato Sabia, terzo titolo consecutivo per Pietro Riva e secondo per Anna Arnaudo, dopo quello conquistato nel 2022. Tra gli Under 23 prevalgono Greta Settino e Nicolò Bedini. I campioni italiani Juniores sono Laura Ribigini e Leonardo Mazzoni. Pietro Riva per il terzo anno consecutivo e Anna Arnaudo per […]

Boston Marathon: Trionfo di Obiri e Lemma

16 Aprile, 2024

Hellen Hobiri in 2:22’37” e Sisay Lemma in 2:06’17” hanno vinto la 128ª BAA Boston Marathon, candidandosi per un posto in squadra ai Giochi olimpici. I più veloci dei circa 300 italiani sono stati Giovanni Grano (2:19’56”) e Chiara Bondi (3:15’51”). La centovettottesima edizione della Maratona di Boston, la più antica maratona del mondo, ha […]

Mondiali indoor: Tecuceanu quarto, Iapichino settima

04 Marzo, 2024

Larissa Iapichino finisce settima a nove centimetri dal podio (6,69 m al quinto salto) al termine di una gara condizionata dai crampi. Catalin Tecuceanu chiude la finale degli 800 metri al quarto posto in 1’46”39. Semifinale da dimenticare per Giada Carmassi, che in batteria aveva ottenuto il primato personale con 8”03. Bilancio: l’Italia è sedicesima […]