I migliori risultati dei Campionati Italiani cadetti di Forlì

I migliori risultati dei Campionati Italiani cadetti di Forlì

05 Ottobre, 2020

Forlì ha ospitato una bella edizione dei Campionati Italiani cadetti riservata ai migliori atleti under 16 del nostro paese. 

Nelle gare di mezzofondo Francesco Ropelato ha vinto i 2000 metri in 5’40”93 precedendo in volata il laziale Davide De Rosa con lo stesso tempo. 

La quattordicenne fiorentina Sonia Tissi si è aggiudicata il titolo tricolore sui 2000 metri femminili in 6’35”09. 

L’emiliana Anna Galli ha battuto la favorita Elena Clementi sui 1200 siepi in 3’55”37. Il trentino Daniel Hoxba ha fatto segnare il tempo di 3’29”06 sui 1200 siepi nella prima serie meno accreditata. 

Il reatino Ernest Mulumba e la veneziana Linda Conchetto si sono imposti sui 1000 metri correndo rispettivamente in 2’36”03 e 3’02”49. 

Il quindicenne lombardo del Cus Pro Patria Milano Francesco Inzoli è salito al secondo posto delle liste italiane all-time di categoria nel salto in lungo con 7.11m eguagliando la prestazione di Mattia Zangotto, che realizzò la stessa misura sei anni fa. Nella storia soltanto il grande Andrew Howe ha fatto meglio con 7.52m nel 2000. Inzoli si allena al Campo Sportivo Saini sotto la guida di Rosa Anibaldi e dell’ex specialista dei 110 ostacoli Fausto Frigerio. Ha ereditato la passione per l’atletica dalla madre di origini camerunensi Danielle, sprinter e saltatrice in lungo in gioventù. 

Il quattordicenne di Tivoli Aldo Rocchi ha sfiorato il muro dei 15 metri nel salto triplo con 14.92m, seconda migliore prestazione italiana all-time di categoria alle spalle di Howe, che nel 2000 saltò 15.10m. Aldo ha raggiunto una misura che nessuno aveva mai realizzato al primo anno di categoria. 

Il laziale Mattia Furlani ha vinto il salto in alto con 2.02m. Il fratello minore della saltatrice in alto azzurra Erika Furlani ha realizzato due record italiani cadetti con 2.08m a Rieti e 2.10m a Roma e ha stabilito la migliore prestazione italiana under 16  sui 150 metri con 16”57 a Rieti nel corso dell’estate. Il portacolori della Studentesca Rieti Andrea Milardi ha ereditato la passione per l’atletica dai genitori Marcello Furlani (ex saltatore in alto) e dalla madre Kathy Seck (ex velocista di origini senegalesi). 

Il veneto Federico Dicati si è laureato campione italiano degli 80 metri cadetti firmando il terzo crono italiano all-time di categoria con 8”92. L’emiliana Beatrice Minotti ha conquistato il primo posto sugli 80 metri femminili in 10”05 con forte vento contrario di -1.4 m/s dopo essersi classificata terza nel salto in lungo. 

Daniele Groos ha dominato la finale dei 300 metri in 35”22 stabilendo il record personale e la quarta migliore prestazione italiana all-time di categoria. Il laziale ha migliorato il precedente record personale di quattro centesimi di secondo rispetto al 35”26 realizzato nel corso dell’estate al Trofeo Bravin. Secondo posto per il compagno di allenamenti dell’Atletica Tiburtina Emanuele Stocchi (36”12). L’emiliana Francesca Grisenti si è imposta sui 300 metri femminili in 40”87. Grisenti è allenata da Renato Conte, che segue anche il triplista azzurro Tobia Bocchi

L’ex marciatrice abruzzese Dalila Rocchio ha conquistato la vittoria sui 300 ostacoli in 45”73 davanti a Greta Donato, figlia d’arte del bronzo olimpico di Londra 2012 Fabrizio Donato e dell’ex primatista italiana dei 400 metri Patrizia Spuri. Il romano Andrea Accettella ha vinto il titolo nazionale dei 300 ostacoli maschili in 39”39. 

La veneziana Anna Raimondi si è imposta nel lancio del giavellotto femminile con 44.67m coronando un’ottima stagione nella quale è diventata la quinta cadetta italiana di sempre con 51.07m all’inizio di Agosto. 

Il Lazio ha fatto doppietta nella marcia con Giulia Gabriele sui 3000 metri femminili in 14’37”80 e Andrea Di Carlo sui 5000 metri maschili in 23’54”85. 

Il Veneto è tornato a vincere il titolo per rappresentative regionali nella classifica combinata dopo cinque anni totalizzando 324 punti (due in più rispetto al Lazio). Terzo posto con 315 punti per la Lombardia, che aveva vinto le ultime quattro edizioni. Il Lazio ha vinto per il secondo anno di fila nella classifica maschile con 168 punti davanti al Veneto (164 punti) e alla Lombardia (152 punti). L’Emilia Romagna si è aggiudicata la classifica femminile con 162 punti davanti al Veneto (160 punti) e alla Lombardia (159 punti). 

Articoli correlati

Super Tecuceanu avvicina Fiasconaro

24 Maggio, 2024

Al Grifone meeting di Asti Catalin Tecuceanu porta il primato personale a tre decimi dal record italiano di Marcello Fiasconaro (1’43”7). Con 15’00”90 Federica Del Buono diventa la quarta italiana di sempre. 22,91 m di Leo Fabbri nel peso. Prosegue il magico momento di Catalin Tecuceanu che nel corso del Grifone meeting di Asti ha […]

Tricolori 10.000 metri: vincono Anna Arnaudo e Pietro Riva

13 Maggio, 2024

A Potenza, sulla pista intitolata a Donato Sabia, terzo titolo consecutivo per Pietro Riva e secondo per Anna Arnaudo, dopo quello conquistato nel 2022. Tra gli Under 23 prevalgono Greta Settino e Nicolò Bedini. I campioni italiani Juniores sono Laura Ribigini e Leonardo Mazzoni. Pietro Riva per il terzo anno consecutivo e Anna Arnaudo per […]

Boston Marathon: Trionfo di Obiri e Lemma

16 Aprile, 2024

Hellen Hobiri in 2:22’37” e Sisay Lemma in 2:06’17” hanno vinto la 128ª BAA Boston Marathon, candidandosi per un posto in squadra ai Giochi olimpici. I più veloci dei circa 300 italiani sono stati Giovanni Grano (2:19’56”) e Chiara Bondi (3:15’51”). La centovettottesima edizione della Maratona di Boston, la più antica maratona del mondo, ha […]

Mondiali indoor: Tecuceanu quarto, Iapichino settima

04 Marzo, 2024

Larissa Iapichino finisce settima a nove centimetri dal podio (6,69 m al quinto salto) al termine di una gara condizionata dai crampi. Catalin Tecuceanu chiude la finale degli 800 metri al quarto posto in 1’46”39. Semifinale da dimenticare per Giada Carmassi, che in batteria aveva ottenuto il primato personale con 8”03. Bilancio: l’Italia è sedicesima […]