fbpx

Gateshead: Crippa, è ancora record

14 Luglio, 2021
Foto Giancarlo Colombo
Nel Muller Grand Prix di Gateshead l’azzurro migliora ancora il primato nazionale sui 3000 metri

Yeman Crippa ha migliorato il suo record italiano dei 3000 metri con 7’37”80 nel Muller Grand Prix di Gateshead, settima tappa della Diamond League. Il precedente primato sulla distanza (7’38”27) lo aveva realizzato lo scorso 17 settembre al Golden Gala di Roma, quando cancellò dal libro dei record dopo 24 anni il vecchio limite di Gennaro Di Napoli (7’39”54). L’atleta allenato da Massimo Pegoretti è rimasto a lungo insieme ai migliori transitando in 2’31” ai 1000 metri e in 5’04” ai 2000 metri prima di chiudere l’ultimo giro in meno di 60 secondi. Crippa detiene anche i record italiani dei 5000m con 13’02”26 a Ostrava lo scorso anno e dei 10000m con 27’10”76 in occasione della finale mondiale di Doha. Nella prima uscita stagionale sui 3000 metri al meeting di Nembro aveva corso in 7’41”41.

Crippa si è classificato all’ottavo posto nella gara vinta dallo spagnolo Mohammed Katir in 7’27”65 davanti all’australiano Stewart McSweyn, che è sceso a sua volta al di sotto dei 7’30” con 7’30”94. Katir ha bissato il successo dello scorso 23 Maggio sui 5000 metri ottenuto sempre sulla pista di Gateshead in occasione della prima tappa della Wanda Diamond League. Il britannico Andrew Butchart ha stabilito il primato scozzese con 7’35”18 precedendo il giovane keniano Jacop Krop (7’35”64).

Grand Prix di Gateshead: gli altri risultati

Lo statunitense Isaiah Harris (quarto classificato agli ultimi Trials olimpici di Eugene) ha vinto gli 800 metri maschili in 1’44”76 precedendo Wycliffe Kyniamal (1’44”91).

Il primatista britannico indoor degli 800 metri Elliot Giles si è imposto di misura nell’Emsley Carr Mile in 3’52”49 superando di un solo centesimo di secondo il connazionale Jake Hetward al termine di una volata emozionante.

La statunitense Kate Grace ha riscattato il settimo posto nella finale dei Trials statunitensi degli 800 metri vincendo il miglio femminile in 4’27”20 dopo la vittoria sugli 800m a Oslo e il record personale di 1’57”36 a Stoocolma sempre sul doppio giro di pista. Federica Del Buono si è piazzata all’undicesimo posto in 4’32”64 nella sua prima gara sulla distanza del miglio degli ultimi cinque anni.

Oltre al record di Crippa l’atletica italiana è stata protagonista con i secondi posti di Tobia Bocchi nel salto triplo maschile con 17.04m nella gara vinta da Pedro Pablo Pichardo con 17.50m e di Marco Fassinotti con la stessa misura di 2.25m del vincitore Donald Thomas ma con un numero maggiore di errori.

Trayvon Bromell è tornato alla vittoria sui 100 metri maschili in 9”98 dopo il quinto posto di Montecarlo precedendo Chijundu Ujah (10”10).

La campionessa europea indoor dei 400 metri Femke Bol ha trionfato per la quarta volta in questa stagione di Diamond League sui 400 ostacoli femminili in 53”24 precedendo Shamier Little (54”53).

La primatista italiana Roberta Bruni ha superato 4.36m al primo tentativo classificandosi al sesto posto. L’astista romana ha commesso tre errori a 4.51m. Sandi Morris ha conquistato il successo con 4.76m davanti a Holly Bradshaw (4.71m).

Il neo recordman italiano dei 110 ostacoli Paolo Dal Molin ha commesso un errore sul terzo ostacolo chiudendo in 13”97 nella gara vinta dal giamaicano Omar Levy in 13”22 davanti al campione olimpico Omar McLeod (13”44). La britannica Cindy Sember si è imposta sui 100 ostacoli femminili in 12”69 davanti a Payton Chadwick (12”75).

La due volte campionessa olimpica Elaine Thompson Herah si è imposta sui 200 metri n 22”43 davanti alla britannica Jodie Williams (22”60) e alla nigeriana Blessing Okagbare (22”61).

Ajla Del Ponte ha vinto i 100 metri in un buon 11”19 (a 12 centesimi dal personale) in una gara non valida per il punteggio della Diamond League.

Gli altri successi sono andati a Johannes Vetter nel lancio del giavellotto con 85.25m, a Maryna Beck Romanchuk nel salto in lungo femminile con 6.77m e alla giamaicana Stephanie Ann McPherson sui 400 metri femminili con 50”44. La Gran Bretagna ha stabilito la migliore prestazione mondiale dell’anno della staffetta 4×100 con 38”27. Successo olandese nella staffetta 4×100 femminile con 42”84.

Articoli correlati

Miglio di Milano: delusione Crippa

04 Settembre, 2021

Nulla da fare per il campione trentino, apparso affaticato al momento del cambio ritmo decisivo, agli ultimi 600 m: undicesimo in 4’02”22 nel “Miglio Élite” vinto dal sorprendente irlandese Andrew Coscoran (3’55”59). Terzo Osama Zoghlami, quarto Pietro Arese. Sabbatini (4’31”76) su Del Buono e Bortoli nel miglio donne. «È chiaro che non sono contento della […]

Miglio: Crippa, caccia al record

03 Settembre, 2021

A un anno di distanza dal primato sfiorato a San Donato Milanese, Yeman Crippa tenta di nuovo l’assalto al primato italiano di Genny Di Napoli (3’51”96). All’Arena Civica, sui 1609,34 m del miglio del trofeo “Don Kenya Run” si misurano anche Gaia Sabbatini, Federica Del Buono e i gemelli Ala e Osama Zoghlami. Il record italiano del miglio è 3’51”96 e […]

Nadia stratosferica, Yeman undicesimo

30 Luglio, 2021

Si è aperto a Tokyo il programma olimpico dell’atletica leggera con l’assegnazione delle prime medaglie: oro a Barega nei 10.000 metri. Il viaggio è cominciato. Durerà più di una settimana. Noi lo seguiremo passo, dopo passo, come le altre occasioni di Olimpiadi, Mondiali e Europei. La prima giornata si è chiusa con l’assegnazione della prima […]

Larissa Iapichino, Tokyo addio

29 Giugno, 2021

Fatale l’infortunio in pedana a Rovereto: l’azzurrina Larissa Iapichino costretta al forfait Larissa Iapichino, una delle atlete più attese della nazionale italiana di atletica leggera, avrebbe dovuto disputare a Tokyo la sua prima Olimpiade.A poche ore dall’ufficializzazione dell’elenco dei convocati arriva però la rinuncia, a causa dell’infortunio che la 19enne si è procurata in pedana durante […]