fbpx
Marta Zenoni

Tricolori giovanili di Rieti: doppietta di Zenoni e vittoria di Battocletti

Marta Zenoni (Foto: Colombo)
Di: Diego Sampaolo

Marta Zenoni, Nadia Battocletti e Simone Barontini sono stati i grandi protagonisti della tre giorni dei Campionati Italiani Juniores e Promesse disputati nel fine settimana allo Stadio Raul Guidobaldi di Rieti. 

La ventenne bergamasca Marta Zenoni, tornata ad alti livelli in questa stagione dopo due anni di stop per una serie di infortuni, ha centrato una splendida doppietta vincendo i titoli italiani under 23 sui 1500 metri in 4’21”58 davanti ad Elisa Cherubini (4’24”79) e a Martina Tozzi (4’25”75) e sui 5000 metri in 16’09”10 davanti alla campionessa italiana di corsa campestre 2019 Francesca Tommasi (16’16”94). 

La campionessa europea under 20 di corsa campestre Nadia Battocletti ha battuto Angela Mattevi sui 5000 metri juniores al termine di un testa a testa emozionante. Mattevi è rimasta in testa fino a 300 metri dalla fine, quando Battocletti ha lanciato l’attacco decisivo. La figlia d’arte trentina ha tagliato il traguardo in 16’23”18 precedendo di oltre cinque secondi la compagna di nazionale degli ultimi Mondiali di cross Angela Mattevi, che ha battuto il record personale con 16’28”99. 

Il due volte campione italiano indoor assoluto Simone Barontini ha vinto come da previsioni il titolo nazionale under 23 degli 800 metri in 1’47”90. Grande doppietta del piemontese Pietro Arese sui 1500 metri con 3’48”45 e sui 3000 siepi in 9’05”67. Sophia Favalli ha vinto i 1500 metri under 20 in 4’30”63 precedendo la compagna di squadra della Quercia Trentingrana Rovereto Elisa Ducoli (4’32”46). 

Le Fiamme Azzurre hanno fatto doppietta negli 800 metri femminili sia a livello juniores con Eloisa Coiro in 2’05”12 sia a livello promesse con Elena Bellò in 2’03’10”. 

Alberto Mondazzi ha vinto i 5000 metri promesse in 14’30”92 precedendo in volata Jacopo De Marchi (14’31”12). Francesco Guerra si è imposto in bel duello spalla a spalla Ayoub Idam sui 5000 metri juniores in 14’44”16. 

 

Fontana a due centesimi dal record italiano under 20 dei 100 metri

La lombarda Vittoria Fontana ha sfiorato il record italiano under 20 sui 100 metri con 11”44 (solo due centesimi più lento rispetto al primato italiano di categoria stabilito da Sonia Vigati nel 1989). Fontana è salita al secondo posto delle liste europee under 20 dell’anno. 

Gherardi eguaglia la seconda migliore prestazione under 20 sui 200 metri

La portacolori della Studentesca Rieti Chiara Gherardi ha eguagliato la seconda migliore prestazione italiana under 20 di sempre sui 200 metri di Dalia Khaddari fermando il cronometro in 23”45. Solo Vincenza Calì ha corso più velocemente in Italia quando realizzò il record italiano di categoria con 23”25 ai Mondiali Juniores di Kingston 2002. La figlia d’arte Elisabetta Vandi si è classificata seconda in 24”20 dopo aver corso la batteria in 23”97. 

Il lombardo Mattia Donola ha demolito il record personale di 43 centesimi di secondo con 21”01 nella finale dei 200 metri juniores superando Lorenzo Ianes (21”37) e Joseph Thwumasi (21”55). La Lombardia ha monopolizzato il podio dei 200 metri femminili promesse con Sofia Bonicalza, vincitrice in 24”02 davanti a Chiara Melon (24”13) e ad Alessia Pavese (24”14). 

Michele Rancan ha coronato una grande edizione per l’Atletica Vicentina vincendo i 200 metri promesse in 21”13 davanti al figlio d’arte Diego Aldo Pettorossi (21”37). Il trentino Lorenzo Paissan si è aggiudicato la finale dei 100 metri under 20 in 10”47 due anni dopo la vittoria ottenuta sulla stessa pista ai Campionati nella categoria under 18. 

Sui 100 metri maschili under 23 il siciliano Nicolas Artuso ha bissato la vittoria dello scorso inverno ai Campionati Italiani Indoor di Ancona sui 60 metri in 10”51 davanti a Mattia Donola (10”63). 

La sprinter emiliana di origini nigeriane Zaynab Dosso si è laureata campionessa italiana sui 100 metri promesse femminili in 11”74 superando Chiara Melon (11”79) e Alessia Carpinteri (11”84). 

Rebecca Borga ha migliorato il record personale sui 400 metri promesse per la terza volta in questa stagione con 53”15.  

Brayan Lopez ha migliorato dopo due anni il record personale vincendo la finale dei 400 metri under 23 con 46”70 davanti ad Andrea Romani, miglioratosi a sua volta con 47”06. 

Il campione del mondo juniores della staffetta 4×400 di Tampere 2018 Edoardo Scotti ha dominato la finale dei 400 metri under 20 con 46”97. Il successo nei 400 metri juniores femminili è andato ad Eleonora Foudraz con 54”59. 

Il campione del mondo juniores della staffetta 4×400 di Tampere 2018 Alessandro Sibilio ha conquistato il primo titolo promesse sui 400 ostacoli migliorando il personale stagionale con 51”16 davanti a Federico Cesati (52”06). 

Articoli Correlati

Yeman Crippa sempre più vicino al record di Antibo
Jacobs vola in 10″03: “E adesso voglio il record italiano”
Marta Zenoni
L’Italia vince sette medaglie agli Europei Under 23 di Gavle 
Sifan Hassan
Sifan Hassan batte il record mondiale del miglio a Montecarlo 
Yeman Crippa
Londra, Crippa vince la Coppa Europa dei 10.000 e trascina l’Italia al titolo
Pista atletica
Diamond League: strepitoso Cheruyot a Losanna