Da Siviglia a Villa Lagarina, il meglio del cross del fine settimana

Aweke Ayalew (foto Fundacion Anoc)
Di: Diego Sampaolo

Aweke Ayalew del Barhein e Senbere Teferi dell’Etiopia hanno conquistato il successo al Cross IAAF di Siviglia, uno degli appuntamenti più prestigiosi del circuito IAAF delle corse campestri. La gara maschile si è risolta in una sfida a tre tra Ayalew, l’etiope Tafese Soboka e l’eritreo Teklemariam Medhin. Ayalew ha prodotto l’attacco decisivo a un chilometro e mezzo dalla fine. Con un ultimo giro in 5’59” Ayalew ha tagliato il traguardo in 31’36” con un vantaggio di sei secondi sul vincitore del 2015 Medhin, che si è dovuto accontentare del secondo posto per il secondo anno consecutivo. Soboka si è classificato al terzo posto in 31’44”. Il campione europeo in carica dei 5000 metri Ilias Fifa è stato il migliore degli spagnoli in sesta posizione con il tempo di 31’56”. Jairus Birech non è andato oltre il dodicesimo posto con oltre un minuto di distacco dal vincitore.

Nella gara femminile la primatista mondiale dei 3000 siepi Ruth Jebet e la vice campionessa mondiale dei 5000 metri Senbere Teferi hanno preso il comando della gara dopo 2 km. Teferi ha incrementato il ritmo prendendo un vantaggio di 11 secondi su Jebet dopo 13 minuti di gara. Con due giri finali cronometrati in 6’45” e in 6’34” Teferi ha incrementato il suo vantaggio nei confronti di Jebet. L’etiope ha fermato il cronometro in 25’52” con 13 secondi di vantaggio nei confronti di Jebet. Ines Monteiro si è classificata terza in 27’29”. Teferi e Jebet si sfideranno ancora a Elgoibar settimana prossima.

Cross della Vallagarina (Rovereto)

Il Cross della Vallagarina organizzato dalla locale società Quercia Rovereto ha festeggiato la quarantesima edizione con i successi del keniano Robert Ndiwa e dell’italiana Sara Dossena in una giornata baciata dal sole dopo la nevicata che aveva imbiancato l’affascinante tracciato disegnato tra i vigneti di Villa Lagarina.

La trentaduenne atleta di Clusone, che si divide tra atletica e triathlon, ha piazzato l’allungo decisivo durante l’ultimo dei sei chilometri, di fronte al quale l’etiope Alemitu Hawi non è riuscita a reagire. Nel finale la piemontese Valeria Roffino ha preceduto Hawi completando la doppietta italiana. Dossena ha riportato l’Italia sul gradino più alto del podio della gara trentina due anni dopo l’ultimo successo tricolore di Silvia La Barbera. Quattro atlete italiane si sono piazzate ai primi cinque posti con la maratoneta Ivana Iozzia quarta e Costanza Martinetti quinta. Dossena si era già imposta su questo percorso nel 2005 quando vinse il titolo italiano promesse nel 2005.

Nella gara maschile Marco Salami ha recitato la parte del protagonista animando la gara nella prima parte fino a due giri dalla fine quando Robert Ndiwa (già vincitore a Villa Lagarina tre anni fa) ha rotto gli indugi prendendo la testa della gara. Ndiwa si è involato nell’ultimo giro conquistando il quarto successo keniano in questa manifestazione. Olivier Irabaruta ha superato Salami nel corso dell’ultimo giro aggiudicandosi il secondo posto davanti all’atleta mantovano. Abdullah Bamoussa si è classificato al quarto posto davanti al keniano Daniel Ngeno e al giovane Alessandro Giacobazzi. Nelle gare giovanili la figlia d’arte trentina Nadia Battocletti si è imposta tra le allieve, mentre la veneta Francesca Tommasi ha conquistato il primo posto tra le juniores.

Antrim International Cross Country

Il campione olimpico dei 3000 siepi Conseslus Kipruto e Caroline Chepkoech Kipkirui si sono aggiudicati il cross nord irlandese vicino a Belfast inserito nel circuito IAAF Cross Country Permit. Kipruto ha tagliato il traguardo in 24’36” precedendo di un secondo il portacolori del Barhein Abraham Cheroben in un arrivo allo sprint. Il britannico Andy Vernon si è piazzato al terzo posto a 20 secondi dal vincitore. Kipkirui, campionessa africana juniores sui 5000 metri nel 2011, ha incrementato il ritmo durante il secondo giro aggiudicandosi il successo in 18’53” con 42 secondi di vantaggio sulle etiopi Goytom Gebrselase e Birtukan Adamu. Fionnuala McCormack, due volte vincitrice a Antrim nel 2012 e nel 2013, si è classificata quarta in 19’39”.

Campionati Ugandesi a Kampala

Il campione mondiale juniores dei 10000 metri di Eugene 2014 Joshua Cheptegei ha vinto il titolo ugandese di cross a Kampala, città che ospiterà i prossimi Mondiali di corsa campestre il 26 Marzo 2017. Cheptegei ha vinto la gara seniores di 10 km in 29’02” davanti a Phillip Kipyeko (29’24”) e al vincitore dell’ultimo giro di Trento Abdallah Mande (29’40”). Mercyline Chelangat si è aggiudicata la gara femminile in 34’41” davanti a Rachael Chebet (35’16”). Jacob Kiplimo, bronzo ai Mondiali Juniores sui 10000 metri, e Peruth Chemutai si sono imposti nelle gare juniores rispettivamente in 23’25” e in 20’20”

Articoli Correlati

Atletica e bambini
Pizzolato: atletica, miti d’altri tempi e giovani di oggi
Festa del cross: Crippa e Tommasi campioni italiani, in luce Zenoni e Battocletti
Ahmed El Mazoury
Casone Noceto sul podio alla Coppa Europa di cross ad Albufeira
Yeman Crippa, quinto nella passata edizione della Cinque Mulini
Cinque Mulini: svelati i nomi dei campioni, in gara anche Crippa e Battocletti
Hagos Gebrhiwet
Gebrhiwet e Can trionfano al Campaccio 
Yeman Crippa e Yohanes Chiappinelli
Barega stella del 62^ Campaccio, al via anche gli azzurri Crippa, Meucci e Chiappinelli