fbpx

Coronavirus – Si sposta anche la maratona di Londra: 4 ottobre la nuova data

Foto: Giancarlo Colombo
Di: A cura della redazione
Poche ore dopo la notizia dello spostamento della maratona di Boston, è arrivato quello della gara inglese. Le maratone di Berlino (27 settembre), Londra (4 ottobre) e Chicago (11 ottobre) si svolgeranno quindi a una settimana di distanza. Ecco cosa accade delle iscrizioni.

Venerdì 13 marzo si candida a passare alla storia come “il venerdì nero” della maratona mondiale. Come in un effetto domino, allo spostamento della maratona di Boston (da lunedì 20 aprile a lunedì 14 settembre) ha fatto seguito dopo due ore quello della maratona di Londra, che passa a sua volta a dopo l’estate: da domenica 26 aprile a domenica 4 ottobre. 

Tre “Major” in tre settimane consecutive, cinque in 49 giorni

Si configura così una compressione incredibile di cinque delle sei maratone del circuito Abbott World Marathon Majors (Tokyo, la sesta, si è svolta domenica primo marzo solo per i top runner):

• 14 settembre, Boston Marathon;

• 27 settembre, BMW Berlin Marathon;

• 4 Ottobre, Virgin London Marathon; 

• 11 Ottobre, Bank of America Chicago Marathon; 

• primo novembre, TCS New York City Marathon.

Niente sfida Eliud Kipchoge contro Kenesisa Bekele, quindi, ma sono altre le difficoltà generate da spostamenti di questo calibro.

Nata nel 1981, infatti, la maratona di Londra si preparava a celebrare in grande spolvero la quarantesima edizione: oltre alla sfida stellare tra i due big assoluti (Kipchoge detiene il record mondiale ufficiale con 2:01’39, Bekele lo segue a due secondi), la prova londinese era valida come campionato mondiale del circuito per tutte le categorie Master, il cosiddetto “The Abbott World Marathon Majors Wanda Age Group”.

Cosa ne sarà delle iscrizioni?

Dall’organizzazione della maratona di Londra comunicano che: 

• i maratoneti che parteciperanno alla Virgin London Marathon del 4 ottobre 2020 potranno utilizzare il proprio pettorale senza ulteriori pagamenti;

• i maratoneti che non vogliono o non possono partecipare riceveranno un rimborso della quota di iscrizione 2020, che potranno donare a The London Marathon Charitable Trust.

• I corridori che non accettano una delle due opzioni qui sopra descritte, potranno spostare l’iscrizione all’edizione 2021 (25 aprile) ma pagando di nuovo la quota. 

• Nella nuova data si terranno comunque i campionati mondiali The Abbott World Marathon Majors Wanda Age Group e i corridori qualificati verranno automaticamente iscritti per la nuova data. 

• Se questi “corridori qualificati” non potranno partecipare domenica 4 ottobre, verrà loro offerto un rimborso completo.

«Nella prossima settimana manderemo un messaggio e-mail a tutti i corridori e agli enti di beneficenza», ha assicurato il direttore della London Marathon, Hugh Brasher. 

Articoli Correlati

Tokyo 2020: è ufficiale, Giochi Olimpici rinviati al 2021
La maratona di Padova slitta a settembre
Maratona: Roma cerca i pacemaker
Ufficiale: cancellata la maratona di Roma, appuntamento al 2021
Maratona di Tokyo - Salpeter
Tokyo marathon a Legese e Salpeter
Pizzolato: maratona annullata? Ecco come sfruttare la forma raggiunta
Antonio Baldisserotto
Tokyo marathon: chi si accolla i costi dell’annullamento?