fbpx

Bravo Meslek! 3’36”04 nei 1.500 metri

Bravo Meslek! 3’36”04 nei 1.500 metri

31 Luglio, 2022
Foto: Arch. Fidal

Di Marta Zenoni sui 1.500 m e Sintayehu Vissa sugli 800 m le altre vittorie del mezzofondo azzurro al meeting “Sport e Solidarietà” di Lignano Sabbiadoro

La trentatreesima edizione del Meeting Sport e Solidarietà di Lignano Sabbiadoro ha regalato tre vittorie italiane nel mezzofondo: Ossama Meslek e Marta Zenoni sui 1.500 m, e Sintayehu Vissa sugli 800 m:

• Meslek, campione italiano sulla distanza, ha vinto i 1.500 m migliorando il primato personale outdoor con 3’36”04. L’atleta azzurro, residente a Leeds, in Gran Bretagna, ha battuto il diciannovenne statunitense Hobbs Kessler (3’36”99) e Morgan Beadlescomb (3’37”50). 

• Sintayehu Vissa, friulana di origini etiopi, ha vinto gli 800 m in 2’01”57, seconda migliore prestazione della carriera e suo tempo più veloce di sempre su suolo italiano, più lento solo del 2’01”06 realizzato a Gainesville lo scorso aprile. 

• Marta Zenoni si è aggiudicata i 1.500 m femminili in 4’09”23. Con lei in gara anche Martina Tozzi quarta in 4’10”82 (record personale), Elisa Botoli (4’11”95) e Micol Majori (4’13”80, record personale).

Le altre gare

• La campionessa mondiale dei 200 m di Eugene 2022, Shericka Jackson, ha vinto i 100 metri in 11”13 con vento leggermente contrario di -0.2 m/s. La seconda donna più veloce della storia sui 200 m ha battuto le connazionali Natasha Morrison (11”31) e Shokoria Williams (11”36). 

• Il liberiano Emmanuel Matadi ha vinto i 100 m in 10”11 poche settimane dopo aver corso la batteria dei Mondiali di Eugene in 9”99. 

• La vice campionessa dei Giochi Panamericani, Chanel Brissett, ha vinto i 100 m a ostacoli femminili in 12”99 nella sua prima gara stagionale in Europa. 

• Il canadese Austin Cole ha demolito il personale sui 400 m di quattro decimi con 45”51 precedendo il giamaicano Rusheen McDonald (46”56) e l’azzurro Giuseppe Leonardi (47”73). 

• Il semifinalista olimpico David Kendziera ha vinto i 400 m a ostacoli in 49”37 nella gara dedicata a Ottavio Missoni, sesto nella finale olimpica di Londra 1948, grande stilista e poi atleta Master. 

• La giamaicana Junelle Bromfield (bronzo ai Mondali indoor con la staffetta 4×400) si è aggiudicata i 400 m in 52”36. 

• Il saltatore in lungo statunitense Steffin McCarter (quinto nella finale mondiale di Eugene) ha vinto la seconda gara della sua carriera in Italia con 7,85 m dopo il successo dello scorso anno a Rovereto.

Silvano Chesani ha superato 2,12 m al primo tentativo battendo Manuel Lando, che ha avuto bisogno di due prove per valicare questa misura. La gara si è svolta sulla pedana dedicata alla memoria di Alessandro Talotti.

Articoli correlati

L’Italia della maratona agli Europei

05 Agosto, 2022

Oltre al campionato europeo individuale si gareggia anche per la Coppa Europa. Dopo il forfait di Faniel, Aouani e Meucci potranno essere gli uomini-squadra per difendere la grande storia della maratona italiana agli Europei.  Ferragosto di lavoro per gli azzurri della maratona. Alle ore 11:30 di lunedì 15 agosto, infatti, i maratoneti convocati dal direttore […]

Eugene 2022: che “master” ai Mondiali

27 Luglio, 2022

Dai 36 anni in dicembre del fenomeno Shelly-Ann Fraser-Pryce ai 49 anni della marciatrice australiana Kelly Riddicknon sono mancati atleti “in età da Master (35 anni e oltre)” tra i protagonisti dei Campionati mondiali di atletica 2022 La rivista Correre si occupa anche dell’attività atletica del settore Master. Per questo conserviamo la tradizione di analizzare […]

Aouani secondo a Castelbuono

26 Luglio, 2022

L’azzurro è arrivato a Palermo carico del lavoro svolto in quota a St.Moritz in vista della maratona dei Campionati europei, ed è stato preceduto solo dal formidabile keniano Isaac Kipkemboi Too Ventesimo successo keniano nel Giro di Castelbuono, giunto martedì 26 luglio all’edizione numero 96. A tre chilometri dalla fine, sulla salita Mario Levante, una […]

News Allenamento Equipment Salute Correre