Bravo Meslek! 3’36”04 nei 1.500 metri

Bravo Meslek! 3’36”04 nei 1.500 metri

31 Luglio, 2022
Foto: Arch. Fidal

Di Marta Zenoni sui 1.500 m e Sintayehu Vissa sugli 800 m le altre vittorie del mezzofondo azzurro al meeting “Sport e Solidarietà” di Lignano Sabbiadoro

La trentatreesima edizione del Meeting Sport e Solidarietà di Lignano Sabbiadoro ha regalato tre vittorie italiane nel mezzofondo: Ossama Meslek e Marta Zenoni sui 1.500 m, e Sintayehu Vissa sugli 800 m:

• Meslek, campione italiano sulla distanza, ha vinto i 1.500 m migliorando il primato personale outdoor con 3’36”04. L’atleta azzurro, residente a Leeds, in Gran Bretagna, ha battuto il diciannovenne statunitense Hobbs Kessler (3’36”99) e Morgan Beadlescomb (3’37”50). 

• Sintayehu Vissa, friulana di origini etiopi, ha vinto gli 800 m in 2’01”57, seconda migliore prestazione della carriera e suo tempo più veloce di sempre su suolo italiano, più lento solo del 2’01”06 realizzato a Gainesville lo scorso aprile. 

• Marta Zenoni si è aggiudicata i 1.500 m femminili in 4’09”23. Con lei in gara anche Martina Tozzi quarta in 4’10”82 (record personale), Elisa Botoli (4’11”95) e Micol Majori (4’13”80, record personale).

Le altre gare

• La campionessa mondiale dei 200 m di Eugene 2022, Shericka Jackson, ha vinto i 100 metri in 11”13 con vento leggermente contrario di -0.2 m/s. La seconda donna più veloce della storia sui 200 m ha battuto le connazionali Natasha Morrison (11”31) e Shokoria Williams (11”36). 

• Il liberiano Emmanuel Matadi ha vinto i 100 m in 10”11 poche settimane dopo aver corso la batteria dei Mondiali di Eugene in 9”99. 

• La vice campionessa dei Giochi Panamericani, Chanel Brissett, ha vinto i 100 m a ostacoli femminili in 12”99 nella sua prima gara stagionale in Europa. 

• Il canadese Austin Cole ha demolito il personale sui 400 m di quattro decimi con 45”51 precedendo il giamaicano Rusheen McDonald (46”56) e l’azzurro Giuseppe Leonardi (47”73). 

• Il semifinalista olimpico David Kendziera ha vinto i 400 m a ostacoli in 49”37 nella gara dedicata a Ottavio Missoni, sesto nella finale olimpica di Londra 1948, grande stilista e poi atleta Master. 

• La giamaicana Junelle Bromfield (bronzo ai Mondali indoor con la staffetta 4×400) si è aggiudicata i 400 m in 52”36. 

• Il saltatore in lungo statunitense Steffin McCarter (quinto nella finale mondiale di Eugene) ha vinto la seconda gara della sua carriera in Italia con 7,85 m dopo il successo dello scorso anno a Rovereto.

Silvano Chesani ha superato 2,12 m al primo tentativo battendo Manuel Lando, che ha avuto bisogno di due prove per valicare questa misura. La gara si è svolta sulla pedana dedicata alla memoria di Alessandro Talotti.

Articoli correlati

Super Tecuceanu avvicina Fiasconaro

24 Maggio, 2024

Al Grifone meeting di Asti Catalin Tecuceanu porta il primato personale a tre decimi dal record italiano di Marcello Fiasconaro (1’43”7). Con 15’00”90 Federica Del Buono diventa la quarta italiana di sempre. 22,91 m di Leo Fabbri nel peso. Prosegue il magico momento di Catalin Tecuceanu che nel corso del Grifone meeting di Asti ha […]

Tricolori 10.000 metri: vincono Anna Arnaudo e Pietro Riva

13 Maggio, 2024

A Potenza, sulla pista intitolata a Donato Sabia, terzo titolo consecutivo per Pietro Riva e secondo per Anna Arnaudo, dopo quello conquistato nel 2022. Tra gli Under 23 prevalgono Greta Settino e Nicolò Bedini. I campioni italiani Juniores sono Laura Ribigini e Leonardo Mazzoni. Pietro Riva per il terzo anno consecutivo e Anna Arnaudo per […]

Boston Marathon: Trionfo di Obiri e Lemma

16 Aprile, 2024

Hellen Hobiri in 2:22’37” e Sisay Lemma in 2:06’17” hanno vinto la 128ª BAA Boston Marathon, candidandosi per un posto in squadra ai Giochi olimpici. I più veloci dei circa 300 italiani sono stati Giovanni Grano (2:19’56”) e Chiara Bondi (3:15’51”). La centovettottesima edizione della Maratona di Boston, la più antica maratona del mondo, ha […]

Mondiali indoor: Tecuceanu quarto, Iapichino settima

04 Marzo, 2024

Larissa Iapichino finisce settima a nove centimetri dal podio (6,69 m al quinto salto) al termine di una gara condizionata dai crampi. Catalin Tecuceanu chiude la finale degli 800 metri al quarto posto in 1’46”39. Semifinale da dimenticare per Giada Carmassi, che in batteria aveva ottenuto il primato personale con 8”03. Bilancio: l’Italia è sedicesima […]