fbpx

Battocletti prima delle europee al cross di Atapuerca

Battocletti prima delle europee al cross di Atapuerca

15 Novembre, 2021
Foto: Giancarlo Colombo
Buona prestazione della ventunenne trentina nella quarta tappa del World Athletics Cross Country Tour Gold di Atapuerca vinta dall’eritrea Rahelo Ghebrenyohannes. In campo maschile,primo posto per il connazionale Aron Kifle. Il siciliano Giuseppe Gerratana e la piemontese Anna Arnaudo trionfano alla nona edizione del Cross Valmusone.

Nadia Battocletti si è classificata dodicesima in 26’20” e migliore delle atlete europee sulla distanza di 8 km nella quarta tappa del World Athletics Cross Country Tour Gold di Atapuerca, cittadina spagnola vicino a Burgos. Battocletti ha preceduto di tre posizioni la spagnola Caroline Robles, finalista olimpica sui 3000 siepi a Tokyo, mentre l’irlandese Michelle Finn ha chiuso al sedicesimo posto in 26’48”. Nell’edizione di due anni fa cominciò la stagione di cross con un quattordicesimo posto proprio ad Atapuerca e poi vinse il secondo titolo europeo under 20 a Lisbona. 

“Tutto sommato è stato un buon test perché la prima gara è sempre un’incognita. Peccato per le due scivolate sull’erba nella fase centrale a causa di un contatto con le avversarie che in gara può succedere. Senza particolari conseguenze anche se ho perso qualche secondo e non è stato facile riprendere il ritmo. All’inizio ho cercato di rimanere attaccata alle prime per un giro e mezzo del circuito, poi ho chiuso abbastanza bene recuperando una posizione. C’è sempre vento su questo percorso impegnativo, molto tecnico, anche se stavolta nel è caduta la pioggia e quindi senza fango. In questo momento non posso essere al massimo della condizione, visto che l’obiettivo è tra un mese, però vedo che negli allenamenti riesco a fare più qualità. E’ stata una bella “sgasata”ma sono in un periodo di costruzione e forse aspettarsi qualcosa di più sarebbe azzardato”.

La ventunenne trentina tornerà in gara il 21 novembre pe disputare la seconda gara di cross della stagione a Siviglia in preparazione ai prossimi Europei di Cross di Dublino. La scorsa estate la figlia d’arte di Giuliano Battocletti ha vinto il titolo europeo under 23 sui 5000 metri a Tallin e si è classificata settima alle Olimpiadi di Tokyo sui 5000 metri in 14’46”29 stabilendo la seconda migliore prestazione italiana all-time a 1”79 dal primato italiano detenuto da Roberta Brunet. 

L’eritrea Rahelo Ghebrenyohannes si è aggiudicata a sorpresa la gara femminile in 25’03” battendo la campionessa mondiale under 20 di corsa campestre di Ahrus 2019 Beatrice Chebet e la vice iridata dei 5000 metri di Doha 2019 Margaret Chelimo in un emozionante arrivo in volata. 

Norah Jeruto (vincitrice nella finale della Diamond League a Zurigo sui 3000 siepi) ha tagliato il traguardo in quarta posizione in 25’06” con 12 dodici secondi di vantaggio su Celliphine Chepsol, primatista mondiale under 20 sui 3000 siepi. Più staccate hanno concluso la keniana Ester Chebet (25’40”) e l’etiope Meskerem Mamo (25’47”). 

Aron Kifle ha completato la doppietta dell’Eritrea vincendo la gara maschile in 25’33” precedendo il ventiduenne burundese Rodrigue Kwizera di un secondo. 

Kifle si è classificato al quarto posto ai Campionati del Mondo di corsa campestre di Ahrus nel 2019 e ha vinto la medaglia di bronzo ai Mondiali di mezza maratona di Valencia nel 2018. L’atleta eritrea ha corso di recente la mezza maratona di Barcellona in 1h00’53”. 

Con il secondo posto di Atapuerca Kwizera prosegue il suo ottimo momento di forma dopo i tre successi su suolo spagnolo a Castellon, Soria e San Sebastian. 

L’ugandese Joel Ayeko ha completato il podio classificandosi al terzo posto in 25’36”, stesso tempo fatto registrare anche dall’omonimo ma non parente Thomas Ayeko. 

Lo spagnolo Abdessamad Oukhelfen è stato il migliore degli europei in quinta posizione in 25’44” con tre secondi di vantaggio su Thierry Ndikumwenayo. 

Gerratana e Arnaudo vincono il cross di Osimo

Il siciliano Giuseppe Gerratana e la piemontese Anna Arnaudo hanno vinto la nona edizione del Cross Valmusone di Osimo in provincia di Ancona, seconda prova di selezione per i prossimi Europei di Dublino. 

Gerratana è andato in fuga a metà gara e ha tagliato il traguardo in 29’48” sulla distanza dei 10 km battendo di sette secondi il ventunenne Pasquale Selvarolo. L’atleta di origini marocchine Abderrazak Gasmi ha completato il podio in terza posizione in 29’58”. 

Arnaudo (vice campionessa europea under 23 sui 10000 metri) ha piazzato l’allungo decisivo durante il secondo dei sette giri aggiudicandosi la gara femminile in 23’31” con mezzo minuto di vantaggio le gemelle Federica Zanne (24’06”) e Giulia Zanne (24’12”). 

Ossama Meslek si è imposto nella gara di cross corto in 5’19” battendo in rimonta Mohad Abdikadar e Pietro Riva. Micol Majori ha conquistato il successo nell’analoga gara femminile in 6’13” davanti a Joyce Mattagliano e a Eleonora Vandi

Articoli correlati

Bravo Meslek! 3’36”04 nei 1.500 metri

31 Luglio, 2022

Di Marta Zenoni sui 1.500 m e Sintayehu Vissa sugli 800 m le altre vittorie del mezzofondo azzurro al meeting “Sport e Solidarietà” di Lignano Sabbiadoro La trentatreesima edizione del Meeting Sport e Solidarietà di Lignano Sabbiadoro ha regalato tre vittorie italiane nel mezzofondo: Ossama Meslek e Marta Zenoni sui 1.500 m, e Sintayehu Vissa […]

Aouani secondo a Castelbuono

26 Luglio, 2022

L’azzurro è arrivato a Palermo carico del lavoro svolto in quota a St.Moritz in vista della maratona dei Campionati europei, ed è stato preceduto solo dal formidabile keniano Isaac Kipkemboi Too Ventesimo successo keniano nel Giro di Castelbuono, giunto martedì 26 luglio all’edizione numero 96. A tre chilometri dalla fine, sulla salita Mario Levante, una […]

Tutti i numeri dei Mondiali di Eugene

26 Luglio, 2022

Dopo il bilancio della spedizione azzurra, ecco una sintesi in cifre del valore tecnico dei Campionati mondiali di atletica appena conclusi Nella sua più che centenaria storia (inaugurato nel 1919), il campo di atletica dell’Università dell’Oregon (poi intitolato a Bill Hayward, capo allenatore della stessa università dal 1904 al 1947) di primati e grandi atleti […]

News Allenamento Equipment Salute Correre