fbpx

Novità: prima di cominciare, applichiamo la “Running Mastery”

02 Gennaio, 2020
Foto: 123rf
Uno schema innovativo che aiuta a capire se il nostro organismo è davvero pronto per iniziare a correre e per continuare a farlo nel modo corretto, traendone il massimo del beneficio. Un metodo articolato in quattro fasi

“Ciò che spesso manca alla maggior parte delle persone quando cominciano a correre è la consapevolezza del proprio punto di partenza e della propria situazione fisica e motoria in quel dato momento. Ogni individuo ha una sua storia, differente da quella di chiunque altro. C’è chi ha praticato sport e chi no, chi si è sempre allenato bene e chi meno, chi nel tempo ha sviluppato determinate problematiche, chi è in sovrappeso, chi lavora di più e chi ha più tempo libero, chi ha famiglia, chi gestisce male lo stress, chi soffre di insonnia eccetera. Le variabili e le combinazioni sono infinite, perché ciascuno di noi, oltre che un passato, ha una vita personale con cui fare i conti ogni giorno.”

Con questa premessa Daniele Vecchioni introduce l’argomento dell’autoanalisi, come indispensabile fase preliminare dell’allenamento, da effettuare con una serie di test organizzati in un protocollo progressivo, che l’autore di “Correre naturale” ha messo a punto con il nome di “Running Mastery”. 

Quattro le fasi in cui si articola la Running Mastery:
  • APC = Allenarsi Per Correre: esercizi finalizzati allo sviluppo di mobilità, forza funzionale, “rinaturalizzazione” dei piedi, respirazione durante la corsa, tecnica, condizionamento tendineo e muscolare, oltre che controllo delle abitudini quotidiane;
  • CPA = Correre Per Allenarsi: quando (finalmente) possiamo usare il running per migliorare in salute, benessere e forma fisica, perché questo va vissuto come un punto di arrivo, prima che un punto di partenza;
  • CPP = Correre Per la Performance: quando si può puntare al massimo sviluppo delle proprie potenzialità di corridore lavorando sulla qualità degli allenamenti, sulla gestione delle energie e sugli aspetti mentali della conquista del risultato;
  • CPV = Correre Per Vincere: “Per molti, ma non per tutti”, recitava una pubblicità. Si va a lavorare sulla corsa intesa come agonismo, quando la ricerca della massima performance e della vittoria possono influenzare o addirittura determinare l’andamento della propria vita.

Tutto questo articolato protocollo viene spiegato nel dettaglio dall’autore, che dedicherà un articolo a ognuna delle quattro fasi nei quattro successivi numeri di Correre. 

Nota: Questo testo rappresenta una sintesi del servizio “Alla scoperta della Running Mastery”, di Daniele Vecchioni, pubblicato su Correre n. 423, gennaio 2020 (in edicola da inizio mese), alle pagine 56-57.

Correre Gennaio 2020

Questo mese parliamo di… Reportage Etiopia – Ad Addis Abeba abbiamo seguito la Great Ethiopian Run, affollatissima 10 km della capitale e simbolo dell’orgoglio di questa nazione per la corsa. (Andrea Schiavon, foto di Giancarlo Colombo).  Allenamento / Prima della tabella – La preparazione per… essere pronti a cominciare la preparazione! Orlando Pizzolato suggerisce un […]

SEMPRE IN QUESTO NUMERO

Dossier: correre a molti gradi sotto zero 

15 Gennaio, 2020

Un servizio che ha per obiettivo l’aumento della consapevolezza su un mondo ricco in egual misura di fascino e di rischi, generati anche dall’idea che il pericolo si annidi solo nella temperatura. La parola a quattro esperti. Un dossier sulle “ultra” estreme al gelo trova spazio su Correre di gennaio 2020, dodici pagine lungo le […]

Scarpe da running: dove va il mercato?

11 Gennaio, 2020

Calzature ultra-morbide, oppure ammortizzate-stabilizzanti, o ancora essenziali e convenienti. Alcune ugualmente adeguate a corse road e off-road, altre che sono vere e proprie “fionde” sul piano del ritorno di energia. La tendenza è scegliere una delle qualità che gli appassionati privilegiano e portarla a livelli mai raggiunti prima.  Cosa resterà del 2019 nel mondo delle […]

Correre al femminile: ecco il nuovo ciclo della rubrica dedicata alle runner 

08 Gennaio, 2020

Anno nuovo, nuova rubrica, anzi, nuovo approccio per continuare a portare in superficie la corsa vissuta dalle donne. In ogni numero dedichiamo sei pagine a declinare una parola chiave, partendo dal tema complesso che viene sviscerato su Correre di gennaio: “rinascita”. Una nuova edizione di “Correre al femminile” attende lettrici e lettori su Correre di […]

Antinfiammatori: uso e abuso nel running

06 Gennaio, 2020

Quando è indispensabile per un runner fare ricorso a farmaci che riducono l’infiammazione e quando, invece, l’assunzione risulta inutile o addirittura controproducente? Su Correre di gennaio 2020 si trovano tutti i suggerimenti del nostro medico ortopedico, relativi solo all’utilizzo di questo tipo di medicinali nell’ambito della pratica sportiva. Il dolore fisico può fare compagnia al […]

Allenarsi all’allenamento: i lavori da svolgere prima di seguire un programma

02 Gennaio, 2020

La preparazione per… essere pronti a cominciare la preparazione! Orlando Pizzolato suggerisce un ciclo preliminare di sedute di resistenza di base che precedano il programma vero e proprio per l’obiettivo agonistico. Lo scopo? Soprattutto quello di evitare la sindrome da deficit aerobico durante i lavori specifici. Di fronte a un tempo che non ci ha […]

Correre per conoscersi

02 Gennaio, 2020

Una più accurata definizione della nostra identità è ciò che ci offre la corsa. Quante occasioni per conoscerci meglio perdiamo nella fretta di far parte di un evento? Succede ogni volta che sottovalutiamo la nostra unicità nella fase in cui si comincia o si ricomincia a correre o comunque si affronta una dimensione di gara […]