fbpx

Antinfiammatori: uso e abuso nel running

06 Gennaio, 2020
Foto: 123rf
Quando è indispensabile per un runner fare ricorso a farmaci che riducono l’infiammazione e quando, invece, l’assunzione risulta inutile o addirittura controproducente? Su Correre di gennaio 2020 si trovano tutti i suggerimenti del nostro medico ortopedico, relativi solo all’utilizzo di questo tipo di medicinali nell’ambito della pratica sportiva.

Il dolore fisico può fare compagnia al runner per diversi motivi: come causa di un allenamento o una gara interpretati a un’intensità esagerata per le proprie possibilità di quel momento, oppure in caso di infortunio muscolare. Quando si trova in queste condizioni chi corre non fa eccezione all’idea dominante che la salute si identifichi con l’assenza di dolore e ricorre ai molti farmaci a disposizione per attenuare o addirittura sopprimere la sofferenza. Il dolore, però, “è una sorta di campanello di allarme, un semaforo rosso regalatoci dalla natura” spiega subito Luca De Ponti nel suo intervento su Correre di gennaio 2020, dedicato a chiarire il quando e il come dell’utilizzo dei farmaci antinfiammatori in relazione alla corsa.   

I meccanismi di guarigione

De Ponti parte da una domanda: “L’infiammazione con cui il corpo reagisce a uno stimolo abnorme è veramente un evento sempre così negativo?” 

Queste le considerazioni in merito del nostro esperto:

– il meccanismo infiammatorio è il sistema endogeno che porta, o cerca di portare attraverso le sue fasi complesse, alla guarigione: è peraltro vero che non sempre ci riesce; 

– il dolore è un campanello di allarme fisiologico con lo scopo di limitare un esercizio che potrebbe diventare pericoloso ai fini di un buon esito della guarigione in natura; 

– gli antinfiammatori, interferendo appunto sui meccanismi dell’infiammazione, limitano il potenziale di risanamento naturale avviando la patologia verso un processo di possibile cronicizzazione; 

– i farmaci di natura cortisonica possono ingenerare dei danni tessutali qualora vengano iniettati localmente, come nelle terapie infiltrative; 

– alcuni antinfiammatori, se non giustificati da una terapia mirata in relazione a una precisa patologia, costituiscono una forma di doping, magari non sanzionabile, ma inteso in modo più semplice come alterazione della capacità naturali dello sportivo. 

I casi in cui vanno impiegati

“Se i naturali processi legati alla risposta infiammatoria vanno rispettati – prosegue De Ponti -, è altrettanto vero che possono essere gestiti al meglio e che il farmaco può essere utilizzato conoscendo i suoi effetti collaterali. Il suo impiego deve essere comunque guidato dal medico curante, sia per quanto concerne le dosi sia per la durata di assunzione.”

Il nostro esperto di ortopedia applicata alla corsa prosegue poi specificando e spiegando in dettaglio le dinamiche e i casi che vanno tenuti presenti in caso di assunzione di farmaci, a partire dall’eventuale utilizzo preesistente di altri farmaci e all’incompatibilità con altre patologie. 

Nota: Questo testo rappresenta una sintesi del servizio “Antinfiammatori, uso e abuso”, di Luca De Ponti, pubblicato su Correre n. 423, gennaio 2020 (in edicola da inizio mese), alle pagine 62-63.

Correre Gennaio 2020

Questo mese parliamo di… Reportage Etiopia – Ad Addis Abeba abbiamo seguito la Great Ethiopian Run, affollatissima 10 km della capitale e simbolo dell’orgoglio di questa nazione per la corsa. (Andrea Schiavon, foto di Giancarlo Colombo).  Allenamento / Prima della tabella – La preparazione per… essere pronti a cominciare la preparazione! Orlando Pizzolato suggerisce un […]

SEMPRE IN QUESTO NUMERO

Dossier: correre a molti gradi sotto zero 

15 Gennaio, 2020

Un servizio che ha per obiettivo l’aumento della consapevolezza su un mondo ricco in egual misura di fascino e di rischi, generati anche dall’idea che il pericolo si annidi solo nella temperatura. La parola a quattro esperti. Un dossier sulle “ultra” estreme al gelo trova spazio su Correre di gennaio 2020, dodici pagine lungo le […]

Scarpe da running: dove va il mercato?

11 Gennaio, 2020

Calzature ultra-morbide, oppure ammortizzate-stabilizzanti, o ancora essenziali e convenienti. Alcune ugualmente adeguate a corse road e off-road, altre che sono vere e proprie “fionde” sul piano del ritorno di energia. La tendenza è scegliere una delle qualità che gli appassionati privilegiano e portarla a livelli mai raggiunti prima.  Cosa resterà del 2019 nel mondo delle […]

Correre al femminile: ecco il nuovo ciclo della rubrica dedicata alle runner 

08 Gennaio, 2020

Anno nuovo, nuova rubrica, anzi, nuovo approccio per continuare a portare in superficie la corsa vissuta dalle donne. In ogni numero dedichiamo sei pagine a declinare una parola chiave, partendo dal tema complesso che viene sviscerato su Correre di gennaio: “rinascita”. Una nuova edizione di “Correre al femminile” attende lettrici e lettori su Correre di […]

Novità: prima di cominciare, applichiamo la “Running Mastery”

02 Gennaio, 2020

Uno schema innovativo che aiuta a capire se il nostro organismo è davvero pronto per iniziare a correre e per continuare a farlo nel modo corretto, traendone il massimo del beneficio. Un metodo articolato in quattro fasi “Ciò che spesso manca alla maggior parte delle persone quando cominciano a correre è la consapevolezza del proprio […]

Allenarsi all’allenamento: i lavori da svolgere prima di seguire un programma

02 Gennaio, 2020

La preparazione per… essere pronti a cominciare la preparazione! Orlando Pizzolato suggerisce un ciclo preliminare di sedute di resistenza di base che precedano il programma vero e proprio per l’obiettivo agonistico. Lo scopo? Soprattutto quello di evitare la sindrome da deficit aerobico durante i lavori specifici. Di fronte a un tempo che non ci ha […]

Correre per conoscersi

02 Gennaio, 2020

Una più accurata definizione della nostra identità è ciò che ci offre la corsa. Quante occasioni per conoscerci meglio perdiamo nella fretta di far parte di un evento? Succede ogni volta che sottovalutiamo la nostra unicità nella fase in cui si comincia o si ricomincia a correre o comunque si affronta una dimensione di gara […]