fbpx

Applausi a Luciano Acquarone, Master dell’anno

Applausi a Luciano Acquarone, Master dell’anno

03 Gennaio, 2016

Il Premio “Master dell’anno”, assegnato dalla rivista Correre e dal sito Atleticanet, raggiunge la decima edizione, traguardo parallelo all’evoluzione dell’atletica master italiana. Quest’anno ad attribuire il premio è stata una giuria cresciuta a 75 membri (qualificati e rappresentativi di questo mondo) e che per la prima volta comprende anche il Presidente e il Segretario della Fidal. Con un meccanismo ormai consolidato è stata proposta una rosa selezionata di dieci atleti uomini e altrettante donne tra cui esprimere il voto. La premiazione con la consegna del trofeo avverrà, come di consueto, durante i Campionati italiani Indoor ad Ancona, a fine febbraio.

Tra gli uomini si è imposto, per la terza volta, il fondista Luciano Acquarone. L’imperiese già s’era aggiudicato il riconoscimento nel 2006 (la prima edizione) e nel 2010 ma quest’ultima affermazione è stata netta: 106 voti contro gli 81 di Gianni Becatti, il saltatore in lungo vincitore della passata edizione. A completare il podio ecco il pluricampione mondiale del salto in alto, Marco Segatel, con 70 punti, seguito con 66 punti dal velocista Alfonso De Feo.

Per Luciano Acquarone determinante è risultato il ritorno all’agonismo a un’età assolutamente proibitiva per un corridore di lunghe distanze: dopo alcuni anni di convalescenza (tromboflebite), è riuscito a raggiungere traguardi cronometrici che hanno conquistato l’ammirazione dei votanti. Ha esordito ai Campionati italiani Indoor vincendo i titoli SM85 di 800, 1.500 e 3.000 m con altrettanti record di categoria. La settimana successiva è stata la volta del titolo italiano di cross. Il 12 aprile ha poi inanellato i 25 giri dei 10.000 m su pista in 51’38”58, “quasi record mondiale”, perché gli 85 anni li avrebbe compiuti il 4 ottobre.

Il 18 maggio è venuta poi la volta dei 10 km su strada, terminati in 52’56”. Ancora in pista il 9 giugno, per un 3.000 m in 14’51”82. Poi ha dovuto rinunciare ai Campionati italiani di Cassino, perché, mentre si allenava, è stato aggredito da un cane ed è caduto rimediando una pesante tumefazione al gluteo. L’indomito imperiese è però tornato in pista il 30 luglio con un 800 m in 3’31”00, ennesimo record italiano SM85. Il 7 settembre ha gareggiato sui 5.000 m, in cui ha ottenuto 24’51”66, altro “quasi record mondiale”.

Il 20 settembre era a Bastia Umbra per i Societari Master, dove ha vinto i 5.000 m (punteggio più alto inter-categorie) con 24’56”30. Finalmente è arrivato il 4 ottobre, il giorno del suo 85esimo compleanno, e Luciano s’è fatto il regalo a Mondovì correndo il suo primo record mondiale M85 sui i 5.000 m, conclusi in 24’51”33. Due settimane dopo ha conquistato anche quello dei 10 km su strada con 52’53”, a Vado Ligure. Infine, a votazione ormai compiuta, è arrivato pure il record mondiale M85 della mezza maratona, il 6 dicembre a Sanremo con 1:58’32”; a suggello di quanto sia stato fondato il voto della giuria che lo ha eletto Master del 2015 in Italia.

Un atleta con un passato straordinario e un presente ancora tutto da raccontare.

Articoli correlati

Pizzolato: frattura da stress, infortunio dei tempi moderni

La frattura da stress è un infortunio sempre più frequente tra chi corre. Così non era qualche anno fa. Orlando Pizzolato analizza le possibili cause Potrei nominare almeno venti podisti che negli ultimi mesi hanno dovuto interrompere la preparazione per un’alterazione strutturale a livello osseo, comunemente denominata come frattura da stress. Mai come in questi […]

Programmazione: impariamo a gestire il calendario gare

Per chi ha appena iniziato a correre e per l’amatore evoluto: ecco come e perché programmare il calendario gare Avete iniziato a correre da poco e i vostri amici più esperti non fanno che raccontarvi le gare cui partecipano ogni santa domenica? Siete iscritti a un gruppo sportivo e avete un calendario gare che inizia […]

Tanti buoni motivi per partecipare alla Maratona di Francoforte, appuntamento al 30 ottobre

17 Giugno, 2022

Percorso veloce e clima di festa, maratona individuale e a staffetta, prove kids e amatori trattati da top runner fanno della Mainova Frankfurt Marathon una delle manifestazioni di più alta qualità organizzativa nel mondo “Un percorso veloce”. “Un’atmosfera fantastica”. “Un finale travolgente”. Sono questi i commenti più ricorrenti pubblicati sui social dai partecipanti alle precedenti […]

Epis vince la Stramilano Half Marathon

15 Maggio, 2022

Buona prova dell’atleta veneziana allenata da Giorgio Rondelli, buon test per la maratona degli Europei di Monaco di Baviera in agosto. “Sono davvero contenta di averla vinta dieci anni dopo Valeria Straneo”.  La maratoneta azzurra Giovanna Epis ha vinto la Stramilano Half Marathon a livello femminile tagliando il traguardo di Piazza Castello in un buon 1h11’46”.  […]

News Allenamento Equipment Salute Correre