fbpx
VAlduga

Ancona, Tricolori under 18: Valduga secondo italiano di sempre nei 1500

Foto: Fidal/Grana
Di: Diago Sampaolo
Sfide appassionanti e prestazioni di buon livello ai Campionati Italiani allievi indoor di Ancona. Bene Simone Valduga nei 1500 con 3’58”78, secondo italiano U18 all time. Stronati cancella il record italiano U18 del salto in alto di Sottile. Primato U18 di Ludovica Galuppi sui 60 m. Terzo titolo consecutivo per Flavia Bianchi sugli 800.

Giovanni Lazzaro si è aggiudicato il titolo italiano under 18 degli 800 metri in 1’55”97 superando il leader delle liste nazionali stagionali Simone Valduga con un allungo decisivo all’inizio dell’ultimo giro. Lazzaro aveva già vinto il titolo italiano dei 1000 metri nella categoria cadetti due anni fa. Il giovane mezzofondista veneto gareggia per il club US Quinto Mastella ed è allenato da Gianluca Vanin a Quinto di Treviso. In questa stagione è salito al sesto posto delle liste nazionali all-time di categoria degli 800 metri con 1’54”97. 

Valduga si è preso la rivincita vincendo i 1500 metri nel corso della seconda giornata stabilendo il secondo miglior tempo italiano di sempre a livello under 18 con 3’58”78 ad un secondo e mezzo dal primato nazionale. L’atleta trentino gareggia per la storica società Quercia Trentingrana Rovereto ed è allenato dal padre Stefano. Valduga ha piazzato una progressione irresistibile negli ultimi due giri staccando Mario Roani, che ha stabilito la quinta migliore prestazione nazionale under 18 con 3’59”60. 

Flavia Bianchi dell’Atletica Roma Acquacetosa ha conquistato il terzo titolo italiano consecutivo degli 800 metri con 2’15”54 davanti a Samira Manai (2’16”82) e alla lombarda di origini inglesi Breanna Selley (2’16”83). La vincitrice è allenata da Emilio De Bonis, che segue anche Eloisa Coiro (campionessa italiana assoluta degli 800m nel 2019 e vincitrice ai tricolori under 23 del 2021 sui 400 metri).

1500 femminili Ancona
Foto: Fidal/Grana

La veronese Matilde Prati si è aggiudicata il titolo italiano under 20 sui 1500 metri stabilendo il record personale con 4’40”84. Arianna Algeri (nipote dell’ex campione italiano di ciclismo Vittorio) si è piazzata al secondo posto con 4’44”45. 

Primato italiani under 18 di Ludovica Galuppi sui 60 metri

Ludovica Galuppi ha vinto il titolo italiano under 18 dei 60 metri al primo anno nella categoria stabilendo la migliore prestazione italiana under 18 all-time con 7”45 al primo anno nella categoria allievi. La sprinter varesina tesserata per la Bracco Atletica Milano si era presentata all’appuntamento tricolore con un record personale di 7”72 e si era migliorata in batteria con 7”54. La romana della Studentesca Rieti Milardi Camilla Duri si è classificata al secondo posto stabilendo la seconda migliore prestazione italiana di sempre a livello under 18. 

60 metri femminili Ancora
Foto: Fidal/Grana

Galuppi ha centrato la doppietta nel corso della seconda giornata vincendo anche i 200 metri in un ottimo 24”56 diventando la quinta di sempre in Italia nella sua carriera. La campionessa uscente Marta Amani e Habiba Faissal si sono classificate rispettivamente seconda e terza con lo stesso tempo di 24”70. 

Stronati cancella il record italiano under 18 del salto in alto di Sottile e Motta

Edoardo Stronati ha stabilito il primato italiano under 18 nel salto in alto con 2.15m migliorando di un centimetro il precedente limite nazionale di categoria detenuto dall’ex campione del mondo di categoria Stefano Sottile e da Andrea Motta. Il milanese di Lainate aveva già superato 2.12m tre settimane fa a Bergamo. Stronati ha tentato successivamente tre prove a 2.17m dimostrando però di valere questa misura. Il primatista italiano cadetti Mattia Furlani (fratellino dell’azzurra Erika Furlani) ha superato 2.05m al secondo tentativo precedendo Federico Rubechini (2.01m). 

Stronati Ancona
Foto: Fidal/Grana

Great Nnachi terza italiana di sempre under 18 con 4.01m

La piemontese Great Nnachi ha superato l’asticella alla quota di 4.01m diventando la terza di sempre in Italia a livello under 18 nel salto con l’asta femminile. L’atleta allenata da Luciano Gemello ha provato senza successo tre tentativi alla misura del record italiano a 4.21m. 

Marta Amani bissa il successo dell’anno scorso nel salto in lungo

Marta Amani ha bissato il successo della passata edizione nel salto in lungo con l’ottima misura di 6.20m, che avvicina di tre centimetri il record personale di 6.23m stabilito nell’edizione 2020 dei Tricolori giovanili. La lombarda del Cus Pro Patria Milano è terza nelle liste italiane all-time di categoria a 13 centimetri dal record nazionale detenuto da Larissa Iapichino. 

Anna Musci segue le orme del fratello Carmelo

La pugliese Anna Musci ha vinto il getto del peso femminile con un progresso di una trentina di centimetri rispetto al precedente record personale con 16.47m superando Sofia Coppari, seconda con il record personale di 15.70m. La vincitrice è la sorella di Carmelo Musci, bronzo alle Olimpiadi giovanili nel getto del peso a Buenos Aires e primatista italiano under 20 nel lancio del disco con 64.97m a Molfetta lo scorso Settembre. 

La romana Gloria Kabangu ha fatto suo il titolo italiano dei 400 metri femminili in 57”43 davanti a Ludovica Cavo (57”69). Kabangu è nata a Roma da genitori originari della Repubblica Democratica del Congo e frequenta il liceo classico. La capitale ha fatto doppietta dominando anche nei 400 metri maschili, dove il portacolori dell’ACSI Campidoglio Palatino Luca Barbieri ha tagliato il traguardo al primo posto con 49”64 precedendo il compagno di allenamenti Giacomo Catalano. Luca studia al liceo scientifico e ama la matematica. 

Daniele Gross ha vinto il titolo italiano under 18 sui 200 metri in 22”13 al primo anno di categoria supearando Nicolò Salaris (22”34) e Simone Menchini (22”41). 

Il piemontese Simone Bertelli si è migliorato tre volte portando il record personale nel salto con l’asta alla misura di 4.80m (quinta migliore prestazione italiana all-time under 18) aggiudicandosi la sfida con Federico Bonanni, che ha eguagliato il record personale con 4.70m. 

Il sedicenne di Oristano Daniele Renolfi ha conquistato il successo nel salto in lungo maschile con 7.18m superando per quattro volte la barriera dei 7 metri, che non aveva mai raggiunto finora. 

La portacolori dell’Atletica Bergamo 1959 Oriocenter Chiara Minotti ha fatto suoi i 60 ostacoli femminili diventando la sesta italiana di sempre con 8”51. Il romano della Studentesca Rieti Damiano Dentato ha sfiorato per nove centesimi di secondo il primato italiano sui 60 ostacoli di Lorenzo Simonelli correndo il primo turno in 7”79 e la finale in 7”80. 

La livornese Giada Traina si è aggiudicata il quinto titolo italiano della sua giovane carriera nei 3000 metri di marcia dopo i due successi da cadetta e i due da allieva fermando il cronometro in 14’11”64. Diego Giampaolo ha dominato i 5000 metri di marcia in 22’04”69 dopo le vittorie nel 2019 da cadetto e nel 2020 nella 10 km allievi. 

La fiorentina Gaia Pianigiani ha vinto il salto in alto femminile superando 1.70m al secondo tentativo e il record personale con 1.76m alla prima prova. La campionessa italiana under 16 Aurora Vicini si è classificata seconda con 1.68m precedendo con la stessa misura Maddalena Scansetti, figlia d’arte di Sandra Fossati (primatista italiana allieve indoor con 1.87m alla pari con Alessia Trost). 

Articoli Correlati

Tsegay corre il secondo miglior crono di sempre sui 3000 metri a Madrid
Bellò
Ancona, 800 metri femminili: Bellò batte Baldessarri al photo finish
Arese
Assoluti Indoor di Ancona, Arese e Sabbatini tricolore nei 1500
Larissa Iapichino: record italiano e primato mondiale under 20
Elliot Giles
Elliot Giles batte il record britannico indoor di Seb Coe sugli 800 metri
Iapichino
Tricolori giovanili indoor: Iapichino batte il record italiano under 20