fbpx

Wings for Life World Run: raccolti 3,5 milioni di euro a favore della ricerca

Foto Gabriele Seghizzi/Wings for Life World Run

Oltre 120.000 persone in 323 località e 72 paesi nel mondo hanno corso domenica la sesta edizione della Wings for Life World Run, la corsa di solidarietà globale scattata in contemporanea in tutto il pianeta per sostenere progetti di ricerca scientifica sulle lesioni al midollo spinale.

I partecipanti hanno coperto una distanza complessiva di 1.103.276 km ed hanno raccolto un totale di 3,5 milioni di euro in donazioni che verranno interamente devoluti alla Fondazione Wings for Life che da anni si occupa di dare una speranza al futuro di migliaia di persone.

Il format di gara è davvero unico, con il traguardo in movimento rappresentato dalla Catcher Car, l’auto a velocità controllata che insegue i partecipanti eliminandoli lungo il tracciato. Dall’Australia alla Colombia, dal Sudafrica fino al Kazakistan i risultati hanno iniziato a confluire in un’unica classifica globale fino a incoronare vincitori assoluti il russo Ivan Motorin e la sua connazionale Nina Zarina che hanno percorso rispettivamente 64.37 km (a Izmir, Turchia) e 53.72 km (a Zug, Svizzera) prima di essere raggiunti dalla Catcher Car.

Dominik Paris e la Wings for Life World Run in Italia

Se a Mombasa la colonnina del mercurio ha toccato i 35°C, a sorprendere è stata l’abbondante nevicata sotto cui hanno corso i temerari partecipanti dell’App Run organizzata dal campione di sci Dominik Paris in Val d’Ultimo, provincia di Bolzano.

Il tracciato disegnato lungo le sponde del lago di Zòccolo era completamente ricoperto di neve, ciononostante insieme al gruppo di motivatissimi runner hanno preso il via due partecipanti in sedia a rotelle sospinti a braccia da Dominik Paris, aiutato dai campioni Aaron Durogati (parapendio) e Roland Fishnaller ( snowboard alpino), in pieno spirito Wings for Life World Run. Accanto a loro anche tanti altri atleti del Team Red Bull fra cui Simone Barraco, Arianna Tricomi, Markus Eder, Dominik Fischnaller e Massimiliano Piffaretti.

Le condizioni meteo avverse dell’App Run in Val d’Ultimo non hanno tuttavia scoraggiato Johanna Maria Ostermair e Andreas Gatterer, che hanno realizzato i risultati migliori (rispettivamente 18.3 km e 27.8 km) prima di essere raggiunti dalla Catcher Car virtuale. Oltre che a Ultental, Val d’Ultimo, in Italia si è corso nell’isola privata di Albarella, come già nella passata edizione, e poi anche a Milano, Torino, Udine, Firenze, Rimini, Roma, Napoli, in Puglia, Sicilia e Sardegna.

In Italia, i due runner che hanno corso più a lungo in una Wings for Life App Run – per entrambi quella di Milano – sono stati Daniel Maier, che ha totalizzato 28,97 km., ed Elena Bosisio che ha raggiunto i 26,6 km.

La settima edizione di Wings for Life World Run è in programma domenica 3 maggio 2020.