fbpx

Wings for Life World Run: raccolti 2,8 milioni di euro nonostante il lockdown

La settima edizione della corsa che raccoglie fondi a favore della ricerca per le lesioni al midollo spinale ha coinvolto oltre 77.000 persone che hanno partecipato individualmente tramite App.

Ciò che alla vigilia sembrava impossibile si è realizzato: nonostante l’emergenza sanitaria in atto e le forti restrizioni in ogni parte del mondo, domenica 3 maggio 77.103 persone in 104 Paesi hanno corso in contemporanea – ma individualmente – raccogliendo 2,8 milioni di euro che verranno interamente destinati alla ricerca per le lesioni al midollo spinale. Questo è il significativo risultato raggiunto dalla Wings for Life World Run 2020 che si è disputata quest’anno in un regime generale di lockdown. Un traguardo che, proprio per questo motivo, si arricchisce di valore anche se purtroppo l’Italia è stata per la prima volta la grande assente a causa del divieto totale di corsa in atto fino al 3 maggio.

Alle 11:00 UTC (le 13 ora italiana), i partecipanti di 171 nazionalità in 104 paesi hanno iniziato la loro corsa guidati unicamente da un’App. Dall’Austria all’Australia, dalla Tanzania a Taiwan, tutti hanno corso, ognuno nel rispetto delle normative locali in materia di distanziamento. Ogni partecipante ha corso o spinto la carrozzina il più lontano possibile, fino a quando non è stato raggiunto dalla Catcher Car virtuale, il traguardo in movimento.

La russa Nina Zarina si è aggiudicata il secondo successo mondiale consecutivo con 54,23 km percorsi, mentre al maschile Michael Taylor della Gran Bretagna ha prevalso nel finale sullo svedese Aron Anderson, conquistando la sua prima vittoria globale alla Wings for Life World Run con 69,92 km.

“Tutti in questo periodo abbiamo sperimentato i limiti e le restrizioni nelle nostre vite personali, ma le cose stanno migliorando. Pensate: le persone con una lesione del midollo spinale sono bloccate permanentemente per tutta la loro vita. Anche loro sognano di ritrovare la libertà e di fare di nuovo le cose che amano “, ha dichiarato Anita Gerhardter, CEO della fondazione no profit Wings for Life, la cui missione è trovare una cura per le lesioni del midollo spinale. “Oggi, oltre 77.000 persone si sono unite per dare speranza e aiutare a porre fine, un giorno, a questa situazione permanente”.

Colin Jackson, il direttore sportivo internazionale della Wings for Life World Run, ha commentato: “Il modo in cui la comunità globale ha abbracciato questa opportunità è stato magnifico. Dimostra che le persone hanno fame di connettersi con gli altri”. L’ostacolista medaglia olimpica e tre volte campione del mondo ha aggiunto: “Dal punto di vista sportivo, vedere Michael e Nina dare tutto quello che avevano contro la Catcher Car virtuale è stato straordinario. Questo è stato un giorno davvero speciale”.

L’ottava edizione della Wings for Life World Run avrà luogo domenica 9 maggio 2021 e questa volta l’Italia ci sarà!

Articoli Correlati

Annullata la Wings for Life World Run 2020
Wings for Life World Run: raccolti 3,5 milioni di euro a favore della ricerca