Vissa batte ancora il record italiano del miglio

Vissa batte ancora il record italiano del miglio

13 Febbraio, 2023
Foto: Jane Monti / RRW

Ai Millrose Games di New York Sintayehu Vissa migliora il record italiano del miglio, già in suo possesso dal 28 gennaio: “Sono strafelice, una bella soddisfazione che mi dà la carica giusta per tornare a casa e fare i 1500 metri agli Assoluti di Ancona”. Grande prestazione dello statunitense Yared Nuguse che ha battuto il record statunitense di Bernard Lagat con 3’47”38.

Sintayehu Vissa ha migliorato per la seconda volta in questa stagione il record italiano del miglio femminile con l’ottimo tempo di 4’24”98 nel prestigioso Wanamaker Mile, gara sul miglio dei Millrose Games sulla pista al coperto dell’Armory Track di New York, celebre meeting del World Indoor Tour che quest’anno ha festeggiato la centoquindicesima edizione. La portacolori della Brugnera Friulintagli ha tolto oltre quattro secondi al suo precedente record italiano di 4’28”71, con il quale aveva cancellato lo storico record nazionale di Gabriella Dorio che resisteva dal 1982. 

Vissa è transitata al passaggio intermedio ai 1500 metri in 4’07”14. Nella storia del mezzofondo italiano al coperto soltanto Gabriella Dorio e Agnese Possamai avevano corso più velocemente su questa distanza. Vissa è diventata professionista dopo aver conquistato il titolo NCAA sui 1500 metri lo scorso anno a Eugene per l’Università del Mississippi, conosciuta come Ole Miss. La friulana risiede ora in Colorado dove si allena nell’On Athletics Club. 

“Sapevo che era una gara perfetta, per il cast di atlete al via, quindi non ho guardato i tempi. Ho solo pensato a correre, cercando di stare attaccata al gruppo. Sono contenta per essere rimasta in controllo senza tirarmi indietro e nell’ultimo giro ho avuto la grinta di spingere un po’ di più e di passare qualche avversaria. Sono strafelice, una bella soddisfazione che mi dà la carica giusta per tornare a casa e fare i 1500 metri agli Assoluti di Ancona”, ha dichiarato Sintayehu Vissa. 

La medaglia d’argento olimpica dei 1500 metri Laura Muir ha vinto il Wanamaker Mile in 4’20”15 battendo Josette Andrews (4’20”88) e la britannica Katie Snowden (4’21”19). Muir ha vinto la seconda gara stagionale nel World Indoor Tour dopo il successo sui 3000 metri di una settimana fa nel New Balance Indoor Grand Prix di Boston con il tempo di 8’40”34. 

I Millrose Games sono stati illuminati dalla super prestazione dello statunitense Yared Nuguse, che ha battuto il record statunitense di Bernard Lagat sul miglio nel Wanamaker Mile maschile con 3’47”38. Nuguse ha avvicinato di soli 37 centesimi il record del mondo dell’etiope Yomif Kejelcha e ha superato una leggenda del mezzofondo come Hicham El Guerrouj che stabilì l’allora record del mondo con 3’48”45 nel 2017. 

Nuguse ha demolito il record del Wanamaker Mile di Lagat e ha corso il secondo tempo di un americano sul miglio comprendendo sia le prestazioni indoor sia quelle outdoor. Soltanto Alan Webb ha corso più velocemente in occasione del suo primato nazionale outdoor di 3’46”91 nel 2007. 

Il britannico Neil Gourley è sceso sotto i 3’50” piazzandosi secondo con la migliore prestazione europea dell’anno di 3’49”46. Gourley diventa il secondo europeo di sempre dopo la leggenda del mezzofondo irlandese Eammon Coghlan, che vinse sette edizioni del Wanamaker Mile. 

Il campione dei Giochi del Commonwealth dell’anno scorso Ollie Hoare ha eguagliato il record personale con 3’50”8.  Il neozelandese Sam Tanner ha migliorato il record personale con 3’51”70. Mario Garcia Romo ha stabilito il record nazionale fermando il cronometro in 3’51”79. 

La statunitense Alicia Monson ha vinto i 3000 metri femminili per il secondo anno consecutivo ai Millrose Games migliorando il record statunitense di Karissa Schweizer per 65 centesimi di secondo con 8’25”05. Whittni Morgan ha migliorato il record personale con 8’30”13 davanti alla campionessa NCAA di corsa campestre Katelyn Tuohy, che ha migliorato il record NCAA con 8’35”20. 

Il bronzo olimpico dei 1500 metri Josh Kerr ha vinto i 3000 metri maschili in 7’33”47. Luis Grijalva (quarto sui 5000m ai Mondiali di Eugene) ha stabilito il record del Guatemala con 7’33”86 precedendo Joe Klecker (7’34”14) e Cooper Teare (7’34”70). Jonas Raess ha stabilito il record svizzero piazzandosi quinto in 7’35”24 battendo il vincitore dei Millrose Games dell’anno scorso Geordie Beamish della Nuova Zelanda (7’36”22). 

Ajée Wilson ha  vinto per l’ottava volta ai Millrose Games e la diciannovesima gara di fila sulla pista dell’Armory Track fermando il cronometro in 1’24”85 sui 600 metri.

Il diciottenne keniano Noah Kibet ha vinto gli 800 metri in un ottimo 1’44”98 davanti a Isaiah Harris (1’45”64). 

L’altro azzurro in gara Nick Ponzio si è piazzato al quarto posto nella gara di getto del peso maschile vinta dal campione olimpico Ryan Crouser con 22.58m. I Millrose Games sono stati illuminati dalle vittorie di Christian Coleman in 6”47 e di Aleia Hobbs in 7”04.

Indietro
Pagina 1 di 2
Avanti

Articoli correlati

Super Tecuceanu avvicina Fiasconaro

24 Maggio, 2024

Al Grifone meeting di Asti Catalin Tecuceanu porta il primato personale a tre decimi dal record italiano di Marcello Fiasconaro (1’43”7). Con 15’00”90 Federica Del Buono diventa la quarta italiana di sempre. 22,91 m di Leo Fabbri nel peso. Prosegue il magico momento di Catalin Tecuceanu che nel corso del Grifone meeting di Asti ha […]

Tricolori 10.000 metri: vincono Anna Arnaudo e Pietro Riva

13 Maggio, 2024

A Potenza, sulla pista intitolata a Donato Sabia, terzo titolo consecutivo per Pietro Riva e secondo per Anna Arnaudo, dopo quello conquistato nel 2022. Tra gli Under 23 prevalgono Greta Settino e Nicolò Bedini. I campioni italiani Juniores sono Laura Ribigini e Leonardo Mazzoni. Pietro Riva per il terzo anno consecutivo e Anna Arnaudo per […]

Boston Marathon: Trionfo di Obiri e Lemma

16 Aprile, 2024

Hellen Hobiri in 2:22’37” e Sisay Lemma in 2:06’17” hanno vinto la 128ª BAA Boston Marathon, candidandosi per un posto in squadra ai Giochi olimpici. I più veloci dei circa 300 italiani sono stati Giovanni Grano (2:19’56”) e Chiara Bondi (3:15’51”). La centovettottesima edizione della Maratona di Boston, la più antica maratona del mondo, ha […]

Mondiali indoor: Tecuceanu quarto, Iapichino settima

04 Marzo, 2024

Larissa Iapichino finisce settima a nove centimetri dal podio (6,69 m al quinto salto) al termine di una gara condizionata dai crampi. Catalin Tecuceanu chiude la finale degli 800 metri al quarto posto in 1’46”39. Semifinale da dimenticare per Giada Carmassi, che in batteria aveva ottenuto il primato personale con 8”03. Bilancio: l’Italia è sedicesima […]