Di corsa con il mito delle ultra Scott Jurek

Di corsa con il mito delle ultra Scott Jurek

25 Febbraio, 2023

In occasione del Brooks Trail Summit che si è svolto in concomitanza della Transcanaria, abbiamo incontrato “il” mito assoluto del mondo dell’ultra-trail e ultra su strada.
Scott Jurek, infatti, ha vinto più volte gare rese famose dalla loro durezza: la Hardrock Hundred (2007), la Badwater Ultramarathon (2005 e 2006), la Spartathlon (2006, 2007 e 2008). La gara che lo ha qualificato come mito del trail running è la Western States, la più famosa 100 miglia ultra trail d’America, che Scott ha vinto per 7 volte consecutive, dal 1999 al 2005.

Scott Jurek ha una figlia, Raven (10 anni) e un figlio Evergreen, 6 che crescono insieme a lui e alla moglie Jenny a Boulder. Come era già stato per loro quando erano bambini, vivono il più possibile all’aperto, facendo passeggiate in montagna, con le biciclette o andando a sciare. Per adesso la corsa non li coinvolge ancora, del resto neanche a Scott, da piccolo, piaceva correre.

Scott, a cui prima piaceva giocare a basket e baseball, ha iniziato a correre al tempo del college, dopo che l’allenatore della squadra di sci di fondo, di cui faceva parte, gli aveva chiesto di praticare qualche attività che potesse allenare la loro resistenza.

La sua strada ha incrociato quella della Brooks nel 2003, quando, nel negozio di alcuni amici, ha incontrato nientemeno che Jim Weber, presidente dell’azienda, che analizzava la corsa di alcuni runner. Da allora hanno incominciato a scambiarsi opinioni ed idee, sull’opportunità di creare le migliori scarpe per il trail. Così, poco tempo dopo è partito il progetto della prima Brooks Cascadia, che ha visto Scott Jurek affiancarsi ai designer Brooks, come anche nel caso del progetto delle più leggere Pure Grit.

Quest’anno Scott compirà 50 anni e per il trail preferisce ancora delle scarpe non eccessivamente strutturate, ma di peso e dimensioni contenute, proprio com’è la nuova Catamount 2. Scarpe sufficientemente protettive, ma non eccessivamente alte e che favoriscono una certa naturalità del movimento. 

Scott continua a trovarsi meglio con questo tipo di scarpe, anche rispetto alle più protettive Brooks Cascadia e Caldera, ma comprende bene come molti altri runner, con fisico ed esigenze diverse, possano avere situazioni del tutto opposte.

La Brooks, che è in continua evoluzione, ha deciso di puntare sull’opportunità di crescita anche nel trail, che, a parte la buona diffusione, e l’entusiasmante seguito che ha già raggiunto in Europa, può ancora crescere tantissimo in America e in Asia.

Scott, da alcuni anni si è preso una pausa dalle competizioni ai più alti livelli, anche per spendere tempo prezioso con la famiglia, ma in realtà non ha ancora messo la parola fine all’atleta Jurek. Anzi non nasconde che gli piacerebbe anche riuscire a sperimentare nuove avventure, come, magari, il Tor des Geant, giro di più giorni della Val d’Aosta, di cui ha sentito dire meraviglie.

Articoli correlati

Joma e l’evoluzione delle R-5000: nate per volare

27 Maggio, 2024

Joma presenta una delle sue scarpe più leggere della collezione running, la R-5000, con un miglioramento in termini di leggerezza e reattività. Ora dotate di una piastra in fibra di carbonio Carbon Plate, consentono agli atleti con una tecnica molto raffinata di raggiungere ritmi estremamente veloci. Joma ha rilasciato una significativa evoluzione della sua storica […]

Super Tecuceanu avvicina Fiasconaro

24 Maggio, 2024

Al Grifone meeting di Asti Catalin Tecuceanu porta il primato personale a tre decimi dal record italiano di Marcello Fiasconaro (1’43”7). Con 15’00”90 Federica Del Buono diventa la quarta italiana di sempre. 22,91 m di Leo Fabbri nel peso. Prosegue il magico momento di Catalin Tecuceanu che nel corso del Grifone meeting di Asti ha […]

In crescita il circuito JoyRun

23 Maggio, 2024

Quattro tappe con percorsi sulla distanza di 10km in cui gli appassionati hanno potuto sfidarsi nei pressi degli outlet del Gruppo McarthurGlen. Cresce di anno in anno il circuito di appuntamenti JoyRun organizzato dai Designer Outlet del Gruppo McarthurGlen sulla distanza competitiva e non competitiva di 10km. La quarta edizione ha coinvolto La Reggia Designer […]

Il ritorno del Passatore: 3.300 al via

22 Maggio, 2024

Dopo lo mancato svolgimento 2023 per alluvione, parte sabato 25 maggio la 100 km del Passatore da Firenze a Faenza, con oltre 3.300 iscritti compresi 120 stranieri di 32 nazioni. Giorgio Calcaterra direttore di corsa. Federica Moroni e Massimo Giacopuzzi i favoriti. Diretta Web TV. Sono attesi più di 3.300 concorrenti, di cui 120 stranieri […]