fbpx
Foto Giancarlo Colombo

Rieti: Chiappinelli nella scia di Panetta

Lo Stadio Raul Guidobaldi di Rieti ha ospitato una grande edizione dei Campionati Italiani Juniores e Promesse, uno degli ultimi banchi di prova in vista degli Europei Juniores di Eskisltuna in Svezia e degli Europei Under 23 di Tallin.
Yohannes Chiappinelli ha regalato l’acuto nelle prove di mezzofondo vincendo il titolo juniores dei 3000 siepi in 8’39”12, seconda migliore prestazione italiana under 20 all-time alle spalle del solo Francesco Panetta che nel 1982 corse in 8’33”24 a Firenze nel 1982.
Nei 3000 siepi promesse ha brillato Ala Zoghlami che ha preceduto il fratello Osama con l’ottimo tempo ddi 8’37”11.

Nicole Svetlana Reina ha vinto i 5000 metri juniores realizzando il minimo per gli Europei Juniores con 16’53”59 e i 3000 siepi in 10’39”82.
Il campione europeo juniores di cross Yeman Crippa si è imposto nei 5000 metri juniores in 14’14”45. Yassine Rachik si è aggiudicato l’ennesimo titolo italiano vincendo i 5000 promesse davanti a Samuele Dini in 14’53”50. Nei 1500 promesse il livornese di origini mozambicane Joao Bussotti ha vinto in volata per tre centesimi di secondo su Mohad Abdikhadar in 3’50”52. b>Giulia Aprile si è aggiudicata i 1500 metri promesse su Joyce Mattagliano in 4’28”89.

Vittorie negli 800 per gli juniores Lorenzo Pilati (1’50”17) e Eleonora Vandi (2’08”48) e per le promesse Gabriele Bizzotti (1’48”02) e Irene Baldessari (2’07”79).
Nel triplo femminile Benedetta Cuneo, ha migliorato il record italiano juniores del salto triplo detenuto da Ottavia Cestonaro ottenendo la misura di 13.73 m (seconda misura europea dell’anno). Ottima prova a livello maschile dell’argento olimpico giovanile dello scorso anno Tobia Bocchi, che ha ottenuto la misura di 16.15.
Ayomide Folorunso ha avvicinato il record italiano dei 400 femminili juniores detenuto da Alexia Oberstorz fermando il cronometro in 53”46. La ragazza emiliana di origini nigeriane ha fatto il bis vincendo anche i 400 ostacoli in 57”71, a 30 centesimi dal miglior tempo europeo dell’anno da lei stesso detenuto.

Sebastiano Bianchetti si è imposto nel getto del peso juniores con 20.58 m (terza misura europea dell’anno) mancando di 3 cm il record italiano di categoria di Daniele Secci.
Nello sprint il velocista della Riccardi Giovanni Galbieri ha migliorato il record personale vincendo i 100 metri promesse in 10”38. La figlia d’arte Anna Bongiorni ha preceduto Irene Siragusa vincendo il doppio titolo nei 100 e nei 200 promesse in 11”66 e in 23”80.

La vice campionessa europea indoor di salto in alto Alessia Trost ha superato tutte le misure fino a 1.86 prima di commettere tre errori a 1.90 m Dariya Derkach si è imposta nel lungo promesse con 6.52 davanti alla campionessa europea del triplo Ottavia Cestonaro (6.30).
Bravo anche il vice campione europeo juniores Lorenzo Perini che si è imposto nei 110 ostacoli in 13”88.

Articoli Correlati

Giulia Schiff durante una gara
La siepista Giulia Schiff denuncia atti di nonnismo
Berlino2018: Chiappinelli e Crippa amici di bronzo