fbpx
Renelle Lamote

Palio della Quercia: rivincita di Lamote su Pryschchepa. Tamberi terzo, Crippa sesto

Renelle Lamote (Foto: Giancarlo Colombo)
Di: Diego Sampaolo

Rovereto ha celebrato la sua annuale festa del Palio della Quercia, il meeting di atletica più antico d’Italia organizzato dalla Quercia Trentingrana Rovereto guidata dal Presidente della benemerita società trentina Carlo Giordani. 

La francese Renelle Lamote ha battuto la due volte campionessa europea Natalya Pryschchepa nell’attesa rivincita della finale degli 800 metri dell’ultima rassegna continentale di Berlino 2018 facendo registrare un ottimo 1’59”58. Lynsey Sharp è scesa sotto la barriera dei 2 minuti con 1’59”90 precedendo Pryschchepa (2’00”26). 

Il Palio della Quercia 2018 ha fatto registrare il record del meeting dei 3000 metri dell’etiope Meskerem Mamo, che ha fermato il cronometro in 8’42”19 precedendo la keniana Loice Chemnung (8’43”00). Grande soddisfazione per la stella locale Isabel Mattuzzi, che ha demolito il record personale con 9’16”48 vincendo il “derby” trentino con la medaglia di bronzo degli Europei Under 20 di Grosseto 2017 Nadia Battocletti, che ha concluso la sua fatica in tredicesima posizione con 9’31”56. 

Il ventitreenne dell’Atletica Vicentina Enrico Brazzale ha stabilito il miglior tempo italiano stagionale sugli 800 metri con 1’47”13 nella gara vinta dal keniano Cornelius Tuwei in 1’46”02. 

Yeman Crippa è stato il migliore degli italiani negli attesi 5000 metri in 13’37”93 davanti al campione europeo under 20 di Eskilstuna 2015 Pietro Riva, che ha migliorato il personale di nove secondi con 13’39”53. Il successo è andato al vice campione mondiale juniores Stanley Waithaka in 13’15”06 davanti all’etiope Berihu Aregawi (13’15”44). 

Il risultato copertina del meeting è stato il record del meeting della sprinter statunitense English Gardner, che al ritorno da un lungo infortunio ha eguagliato l’ottimo 11”02 detenuto dall’edizione 2016 dalla giamaicana Christania Williams. Michelle Lee Ahye ha fermato il cronometro in seconda posizione in 11”23 precedendo di un centesimo di secondo la campionessa europea della staffetta 4×100 britannica Imani Lansiquot. Irene Siragusa si è classificata settima in 11”63. 

Gianmarco Tamberi ha superato 2.26m classificandosi terzo nel salto in alto vinto con la stessa misura ma un numero minore di errori dall’ucraino Andiy Protsenko sul keniano Matthew Sawe. Tamberi ha superato 2.20m e 2.23m al secondo tentativo e 2.26m alla terza prova prima di commettere due errori a 2.28 e uno a 2.30m. 

Vittoria per una questione di millesimi sui 110 ostacoli di Ronald Levy in 13”37 con lo stesso tempo del campione europeo Pascal Martinot Lagarde. Hassane Fofana si è classificato sesto con 13”70. 

Jak Harvey ha avuto la meglio sui 100 metri maschili in 10”14 precedendo di tre centesimi di secondo Michael Rodgers. 

Sui 400 ostacoli Ayomide Folorunso si è presa la soddisfazione di classificarsi seconda in 56”16 davanti alla medaglia di bronzo degli Europei di Berlino Meghan Beesley nella gara vinta dalla vice campionessa europea Anan Ryzhikova in 55”74. 

La ventunenne del Niger Aminatou Seyni ha regalato la grande sorpresa della serata vincendo i 400 metri femminili in 50”69 migliorando il personale migliorato di quasi mezzo secondo. Giancarla Trevisan è stata la migliore delle azzurre in quinta posizione con 53”36. Lo statunitense di origini nigeriane Paul Dedewo si è aggiudicato i 400 metri maschili in 45”30 precedendo di 28 centesimi di secondo il vice campione olimpico di Londra 2012 Luguelin Santos. Matteo Galvan è stato il migliore degli italiani in quinta posizione in 46”23 davanti a Vladimir Aceti (46”47) e a Michele Tricca (46”86). 

Il giovane campione europeo Miltiadis Tentoglou ha raggiunto 8 metri esatti nel salto in lungo precedendo di 7 centimetri Tajay Gayle. 

Articoli Correlati

Marta Zenoni
L’Italia vince sette medaglie agli Europei Under 23 di Gavle 
Sifan Hassan
Sifan Hassan batte il record mondiale del miglio a Montecarlo 
Yeman Crippa
Londra, Crippa vince la Coppa Europa dei 10.000 e trascina l’Italia al titolo
Diamond League: strepitoso Cheruyot a Losanna
Sifan Hassan
Sifan Hassan batte il record europeo sui 3000 metri al Prefontaine Classic di Stanford
Vito Melito
Atletica in lutto: è morto Vito Melito