fbpx

Prevenire l’usura delle ginocchia

26 Settembre, 2019
Foto: 123Rf
Chi ama la corsa sa quanto può essere difficile farne a meno. Ecco perché è importante conoscere bene i mezzi per cercare di conservare al meglio queste articolazioni.

Le ginocchia sono un’articolazione ad alto rischio di usura precoce in chi corre, perché quanto sopportato in semi-flessione costituisce un elemento di sovraccarico da un punto di vista biomeccanico. Quando non sono soddisfatte condizioni ideali di funzionamento articolare, i fattori usuranti fanno facilmente il loro corso, portando danni sulle delicate superfici cartilaginee.

Per molti appassionati l’allenamento diventa uno dei momenti importanti della giornata ed è difficile farne a meno. Ecco perché è importante conoscere bene i mezzi per cercare di conservare al meglio queste articolazioni.

Precauzioni generali
  • Il tono muscolare del quadricipite è uno degli elementi che favoriscono la stabilità del ginocchio.
  • Esercitazioni atte a stimolarlo, anche con esercizi aerobici alternativi come la bicicletta e il nuoto, possono contribuire alla salute articolare.
  • Evitate i “sotto-ritmi”, che comportano una sorta di corsa passiva, con scarsa attivazione muscolare. Si tratta di un movimento più traumatico rispetto a una corsa un poco più dispendiosa da un punto di vista energetico.
  • Non affrontate percorsi che prevedono discese ripide o frequenti, soprattutto in condizioni di stanchezza.
  • Selezionate calzature con un valido effetto anti-traumatico.
  • Non trascurate le esercitazioni volte al mantenimento dell’elasticità muscolare come lo stretching e anche quelle di tipo eccentrico come la corda.
Le cure

Esistono diverse tipologie di usura dell’articolazione del ginocchio, che possono coinvolgere le superfici cartilaginee articolari e i menischi.

Oggi sono possibili cure conservative con farmaci mucopolisaccaridi a diverso peso molecolare. La possibilità di iniettarli direttamente nell’area interessata dai fenomeni di usura costituisce un elemento di miglior conservazione del tessuto stesso. 

Le procedure chirurgiche di tipo artroscopico possono rendersi necessarie nei casi in cui la degenerazione, o rottura meniscale, fa in modo che le parti degenerate del menisco stesso si possano posizionare dove non dovrebbero stare, costituendo un ulteriore elemento usurante. In questi casi il menisco va rimodellato e l’artroscopia costituisce il mezzo migliore e più efficace. 

Nota: Questo testo rappresenta una sintesi del servizio “Contro l’usura delle ginocchia”, di Luca De Ponti pubblicato su Correre n. 420, ottobre 2019 (in edicola a inizio mese), a pagina 73.

Correre Ottobre 2019

Panorama – Eliud Kipchoge ci riprova: il campione keniota, già detentore del record del mondo di maratona, tenterà di nuovo di chiudere la distanza regina in meno di 2 ore. Tutti i dettagli in una chiacchierata col manager dell’atleta, Valentijn Trow. (Andrea Schiavon) Allenamento – Come incrementare il chilometraggio dal periodo di costruzione al periodo […]

SEMPRE IN QUESTO NUMERO

Europei Master: 127 medaglie d’oro per gli azzurri

26 Settembre, 2019

La squadra italiana è stata all’altezza della sfida continentale casalinga, segnando il record di vittorie agli Europei e collezionando un totale di 337 medaglie. Significativa anche la prova dell’organizzazione, alle prese con la cifra record di 4.496 partecipanti per un totale di 12.293 atleti-gara. La 21ª edizione dei Campionati europei Master “Stadia” (pista) verrà ricordata […]

Maratona – Le FAQ sull’ultimo periodo della preparazione

26 Settembre, 2019

Su Correre di ottobre si trova la seconda puntata del nostro approfondimento sulla preparazione alla maratona: domande e risposte a proposito dei dubbi più frequenti. Un dossier volto a chiarire tutti i più diffusi dubbi di chi ha in programma una prova sulla distanza regina. Qui Lorenzo Falco affronta l’ultimo periodo di avvicinamento alla gara. […]

Correre in gravidanza 

26 Settembre, 2019

Fare sport durante la dolce attesa: una scelta personale sempre più diffusa, raccontata su Correre di ottobre dalla diretta esperienza di donne-runner. Sono ormai molte le donne che decidono di continuare a fare sport mentre aspettano un bambino. In assenza di problemi fisici e se svolto in maniera adeguata, è dimostrato che il movimento porti […]

Il diabete del runner

26 Settembre, 2019

L’attività fisica regolare è il più potente farmaco antidiabete oggi conosciuto. È però anche indispensabile sapere come affrontare nel modo corretto il momento dell’allenamento e della gara, onde evitare pericoli.  Nel 2016 oltre 3 milioni e 200.000 persone, in Italia, risultavano essere affette da diabete: il 5,3% della popolazione, che diventa un drammatico 16,5% fra […]

Top runner: allenamenti massacranti subito dopo la gara

26 Settembre, 2019

Si chiama “Doppia seduta di qualità” e può consistere nell’effettuare due allenamenti di elevato impegno nello stesso giorno, ma anche un allenamento impegnativo subito dopo (o poco prima di) una gara “tirata”. Giorgio Rondelli analizza alcuni esempi clamorosi e spiega a cosa possono servire. Nei mezzi di allenamento per le gare di fondo e mezzofondo […]

Top runner: così distanti, ma così simili a noi 

26 Settembre, 2019

Parlare delle sfide che i più bravi affrontano, entrare nel merito e nel dettaglio dei loro allenamenti e delle relative scelte nutrizionali e di materiale, si risolve il più delle volte nel ricavare informazioni utili per tutti noi, se ben declinate da una guida esperta. Mi piace questa foto di Eliud Kipchoge. Se leggerete Correre […]