Tre primati a Lisbona: record del percorso nella mezza maratona e nella maratona maschile

Tre primati a Lisbona: record del percorso nella mezza maratona e nella maratona maschile

21 Ottobre, 2019

Tre record del percorso sono stati battuti nei due eventi (maratona e mezza maratona) targati IAAF Road Race Label disputati a Lisbona grazie a buone condizioni climatiche. Andualem Shiferaw ha vinto la maratona maschile in 2h06’00”. 

La gara maschile si è decisa negli ultimi 2 km quando Shiferaw e Samuel Wanjiku (vincitore nell’edizione 2014 della maratona di Lisbona e precedente primatista della manifestazione) hanno sferrato l’attacco finale. Shiferaw l’ha spuntata nei metri finali togliendo 1 minuto e 34 secondi al precedente record dle percorso) e due minuti ai record personale. Wanjiku si è classificato al secondo posto ad un secondo dal vincitore. Altri tre atleti sono scesi al di sotto delle 2 ore e 7 minuti: Stephan Chemlany (terzo in 2h06’22”), Barnabas Kiptum (quarto in 2h06’32”) e Birhan Nebebew (quinto in 2h06’49”). 

“Non mi aspettavo di vincere questa maratona soprattutto dopo la pioggia caduta Sabato”, ha dichiarato Shiferaw.  

La maratona femminile è stata vinta dall’etiope Sechale Dalasa in 2h29’51” con sei secondi di vantaggio su Helen Jepkurgat. Sule Utura si è classificata al terzo posto in 2h32’12”.  

La mezza maratona femminile ha fatto registrare il successo della keniana Peres Jepchirchir in 1h06’54”. Jepchirchir (campionessa mondiale di mezza maratona nel 2016 a Cardiff 2016) ha migliorato il precedente record del percorso di 24 secondi. Vivian Kiplagat è scesa sotto il record della mezza maratona di Lisbona con 1h06’55” precedendo Dorcas Kimeli (1h07’55”). La precedente primatista della manifestazione portoghese Yebrgual Melese si è classificata al quarto posto in 1h09’02”. 

“E’ stata una buona giornata. Mi aspettavo di realizzare un’ottima prestazione. Sono contenta della vittoria”, ha detto Jepchirchir.  

Nella mezza maratona maschile Titus Ekiru ha migliorato il precedente primato della manifestazione di un secondo con 1h00’10” precedendo gli ugandesi Timothy Toroitich (1h00’53”) e Thomas Ayeko (1h00’56”). 

Articoli correlati

Il recupero post maratona

Una delle problematiche tecniche che non possono avere una risposta univoca riguarda il periodo di recupero post maratona, perché il tempo necessario di recupero può dipendere da molti fattori.  Quando si parla di recupero post maratona, la prima cosa da valutare sono le condizioni fisiche di chi ha disputato la maratona: c’è chi arriva al […]

Crippa: “A Parigi tutto può succedere”

27 Maggio, 2024

Yeman Crippa ai microfoni della CorrereTV racconta il suo avvicinamento a Europei e Olimpiadi. Ma non solo… Tra poco gli Europei di Roma, prima tappa e subito dopo testa alle Olimpiadi di Parigi.Prosegue il percorso di avvicinamento di Yeman Crippa verso gli obiettivi di questa stagione ricca di appuntamenti importanti.L’azzurro ha da poco testato il […]

Super Tecuceanu avvicina Fiasconaro

24 Maggio, 2024

Al Grifone meeting di Asti Catalin Tecuceanu porta il primato personale a tre decimi dal record italiano di Marcello Fiasconaro (1’43”7). Con 15’00”90 Federica Del Buono diventa la quarta italiana di sempre. 22,91 m di Leo Fabbri nel peso. Prosegue il magico momento di Catalin Tecuceanu che nel corso del Grifone meeting di Asti ha […]

Tricolori 10.000 metri: vincono Anna Arnaudo e Pietro Riva

13 Maggio, 2024

A Potenza, sulla pista intitolata a Donato Sabia, terzo titolo consecutivo per Pietro Riva e secondo per Anna Arnaudo, dopo quello conquistato nel 2022. Tra gli Under 23 prevalgono Greta Settino e Nicolò Bedini. I campioni italiani Juniores sono Laura Ribigini e Leonardo Mazzoni. Pietro Riva per il terzo anno consecutivo e Anna Arnaudo per […]