Pietro Arese: 3’33”56 nei 1.500

Pietro Arese: 3’33”56 nei 1.500

07 Giugno, 2023
Foto FIDAL/Francesca Grana

Pietro Arese ha nel mirino il record italiano dei 1.500 metri, il 3’32”78 di Gennaro Di Napoli, che risale al 1990.

Pietro Arese ha nel mirino il record italiano dei 1.500 metri. Nella tappa di Bydgoszcz (POL) del Gold Continental Tour, “memorial Irene Szewinska”, martedì 6 giugno, il mezzofondista azzurro ha vinto i 1.500 m in 3’33”56, un tempo che in Italia mancava dal 1995 e che lo porta a meno di un secondo dal record italiano di Gennaro Di Napoli, il 3’32”78, che risale al 1990. Questo risultato apre ad Arese le porte dei Campionati mondiali di Budapest, il cui standard di partecipazione diretta è fissato a 3’34”20.

La forza della giusta mentalità

«Mentalità, questa è la caratteristica che mi riconosco oggi – è il commento di Pietro Arese riportato su Fidal.it-. Mi piace pensare che sono a soli 6 centesimi dal minimo olimpico per i Giochi olimpici di Parigi 2024, che si potrà ottenere da luglio. Con coach Silvano Danzi ci siamo detti che, tra mille virgolette, “a fare i tempi sono bravi tutti”, ma farli vincendo una tappa Gold, che è mezzo gradino sotto la Diamond League, è veramente importante. Non è il risultato, ma la sensazione. E la giornata di oggi mi gasa tanto. Anche perché ora non bisognerà rincorrere il ranking per andare ai Mondiali e la preparazione sarà più semplice.» 

Il record italiano nel mirino

Che il super risultato fosse nelle gambe e nella testa di Pietro Arese lo si era capito la settimana scorsa, a Montreuil, aveva chiuso i 1.500 m in 3’34”37: «Quando ho visto il passaggio ai 1.100 m (passaggio all’ultimo giro, ndr) ho pensato che avrei fatto il personale: mi sono incollato a Bibic e l’ho passato. Sentivo di poter vincere. Poi nel rettilineo finale ho messo un’altra marcia e sono rimasto davanti. Se mi chiedete del record italiano, rispondo senza nascondermi: l’obiettivo cronometrico è quello, ormai mancano soltanto otto decimi. Ora mi attende una gara di 800 metri, sabato 17 giugno a Dessau, in Germania, la mia prima all’estero su questa specialità: può essere utile per velocizzare i ritmi nella prospettiva di una gara tattica agli Europei a squadre, qualora fossi convocato. E ci starebbe qualche bella Diamond League, mi sento pronto». Il 3’33”56 di Arese è il quarto tempo europeo dell’anno, ma anche il quarto della storia d’Italia dopo i tre migliori 1.500 m corsi da Gennaro Di Napoli: 3’32”78 (Rieti, 1990), 3’32”94 (Montecarlo, 1995) e 3’32”98 (Pescara, 1989).

Allenato a Varese da Silvano Danzi, Pietro Arese sta registrando un crescendo di condizione, dal quarto posto agli Europei 2022 di Monaco di Baviera al quinto degli Euroindoor di Istambul, quest’inverno. Prossima tappa: «Una gara di 800 m, sabato 17 giugno a Dessau, in Germania, la mia prima all’estero su questa specialità: può essere utile per velocizzare i ritmi nella prospettiva di una gara tattica agli Europei a squadre, qualora fossi convocato. E ci starebbe qualche bella Diamond League, mi sento pronto.» 

Articoli correlati

Joma e l’evoluzione delle R-5000: nate per volare

27 Maggio, 2024

Joma presenta una delle sue scarpe più leggere della collezione running, la R-5000, con un miglioramento in termini di leggerezza e reattività. Ora dotate di una piastra in fibra di carbonio Carbon Plate, consentono agli atleti con una tecnica molto raffinata di raggiungere ritmi estremamente veloci. Joma ha rilasciato una significativa evoluzione della sua storica […]

Super Tecuceanu avvicina Fiasconaro

24 Maggio, 2024

Al Grifone meeting di Asti Catalin Tecuceanu porta il primato personale a tre decimi dal record italiano di Marcello Fiasconaro (1’43”7). Con 15’00”90 Federica Del Buono diventa la quarta italiana di sempre. 22,91 m di Leo Fabbri nel peso. Prosegue il magico momento di Catalin Tecuceanu che nel corso del Grifone meeting di Asti ha […]

In crescita il circuito JoyRun

23 Maggio, 2024

Quattro tappe con percorsi sulla distanza di 10km in cui gli appassionati hanno potuto sfidarsi nei pressi degli outlet del Gruppo McarthurGlen. Cresce di anno in anno il circuito di appuntamenti JoyRun organizzato dai Designer Outlet del Gruppo McarthurGlen sulla distanza competitiva e non competitiva di 10km. La quarta edizione ha coinvolto La Reggia Designer […]

Il ritorno del Passatore: 3.300 al via

22 Maggio, 2024

Dopo lo mancato svolgimento 2023 per alluvione, parte sabato 25 maggio la 100 km del Passatore da Firenze a Faenza, con oltre 3.300 iscritti compresi 120 stranieri di 32 nazioni. Giorgio Calcaterra direttore di corsa. Federica Moroni e Massimo Giacopuzzi i favoriti. Diretta Web TV. Sono attesi più di 3.300 concorrenti, di cui 120 stranieri […]