Provate per voi: Brooks Ghost Max

Provate per voi: Brooks Ghost Max

13 Dicembre, 2023

Ideale per i runner che cercano una scarpa che non stressi i tendini, protettiva e che li possa accompagnare in tutti gli allenamenti di fondo medio e lento. Consigliata anche a chi vuol fare una gara senza ambizioni cronometriche, ma con la voglia di divertirsi e di finire una mezza maratona o maratona con una scarpa stabile che tiene lontani gli infortuni. È questa la valutazione fornita dal nostro tester per la Brooks Ghost Max.

«Se siete alla ricerca di una scarpa confortevole, ultra ammortizzata, che duri almeno 800 km e vi accompagni senza problemi nelle sedute di fondo medio e lento che vi porteranno, ad esempio, al via di una mezza maratona o di una maratona con obiettivo “finire in salute”, la Ghost Max è la calzatura idonea per voi, anche se siete “tallonatori”, cioè runner che cominciano la “rullata” impattando il piede a terra innanzitutto con l’area del tallone.»

Con questa sintetica indicazione Emilio Mori riassume il suo lungo test effettuato correndo con le Brooks Ghost Max.

Guarda la videorecensione

Provata in diversi allenamenti e condizioni

«Ho provato questa calzatura a diverse andature: 5’30”/km, poi 4’30”/km e infine anche a 3’30”/km, ogni volta su diversi terreni. La cosa che più mi ha sorpreso – precisa il nostro tester – è che, anche se si tratta di una scarpa super ammortizzata, non ho avvertito il classico effetto “pantofola”. Un esempio: anche nella fase finale di un lavoro di 18 km al mio ritmo di fondo medio (3’50”/km) sono rimasto sorpreso dalla stabilità. Verso la fine di un allenamento un po intenso tendo sempre a perdere un po’ la fluidità nella meccanica di corsa, ma grazie all’alloggiamento del tallone bello ampio, alla pianta abbastanza larga e al battistrada in Glideroll Rocker sono riuscito a mantenere una falcata stabile e costante fino alla fine dell’allenamento.» 

Foto Davide Ognibene

Sono proprio queste, del resto, le caratteristiche tecniche fondamentali della Ghost Max. Le informazioni tecniche di Brooks precisano infatti che Ghost Max è dotata della tecnologia di transizione GlideRoll Rocker, concepita per assistere attivamente nelle transizioni dal tallone alla punta e renderle più fluide. GlideRoll Rocker è una tecnologia che, offrendo una maggiore ammortizzazione, risulta efficace anche per le persone che soffrono di fascite plantare e osteoartrite. 

Le impressioni del nostro tester, Emilio Mori, runner quarantenne da meno di 1:12’ in mezza maratona, confermano così le informazioni pervenute dall’azienda, che ricorda come anche i modelli “MAX” siano frutto di “Run Signature”, l’approccio olistico che Brooks adotta per comprendere meglio le esigenze dei runner e la loro esperienza di corsa, con l’obiettivo di offrire prodotti da corsa ottimizzati in base alle esigenze biomeccaniche di ciascun individuo. 

Foto: Davide Ognibene

«Il giorno dopo questo lavoro, ho poi svolto un fondo lento rigenerante sotto la pioggia ai 4’30”/km e devo dire che, oltre ad essermele godute veramente tanto, ho potuto testare il battistrada su terreno sdrucciolevole, rilevando la necessità di un intaglio un po’ più spesso sul battistrada, che potrebbe aumentare il grip.» 

Il runner-tipo delle Ghost Max 

“La maggiore altezza dello stack e l’ammortizzazione aggiuntiva di questa scarpa – spiegano da Brooks – offrono sia un tocco moderno sia un’ottima protezione, caratteristiche che la rendono adatta a tutti i runner, indipendentemente dal loro livello e dai loro obiettivi.” 

«Mi sento di consigliarla a tutti i runner che cercano una scarpa che non stressi i tendini, protettiva e che li possa accompagnare in tutti gli allenamenti di fondo medio e lento, ma anche a chi vuol fare una gara senza ambizioni cronometriche, ma con la voglia di divertirsi e di finire una mezza maratona o maratona con una scarpa stabile che regala il sorriso sulle labbra e che tiene lontani gli infortuni. Non è invece di particolare utilità per runner con un peso sotto i 68-65 kg e che cercano la velocità anche in allenamento» conclude il nostro tester.

Foto: Davide Ognibene

La nuova Ghost Max ha la certificazione Carbon Neutral ed è ora disponibile sul sito ufficiale Brooks e presso i rivenditori selezionati al prezzo di 160 euro.

Articoli correlati

Verso il traguardo di Venicemarathon

Parte oggi il programma in 15 settimane, gratuito e rivolto a tutti, ideato dagli organizzatori della Maratona di Venezia in collaborazione con la nostra rivista. Le tabelle della prima settimana di allenamento. Pronti a iniziare una straordinaria nuova avventura? Training to Wizz Air Venicemarathon è il programma che ti accompagnerà passo dopo passo verso il […]

Tamberi: “Ho pianto, ma il sogno non finisce”

10 Luglio, 2024

Il portabandiera azzurro accusa un problema al bicipite femorale e dovrà seguire una settimana di terapie e allenamenti differenziati saltando le gare di avvicinamento ai Giochi,. “Non mi vergogno a dirlo, ho pianto 3 volte nelle ultime 24 ore… probabilmente per la tensione, probabilmente per la paura e forse anche perché in parte tutto questo […]

Lucio Gigliotti compie 90 anni: auguri “Proffe”

09 Luglio, 2024

Luciano “Lucio” Gigliotti è nato ad Aurisina (TS), il 9 luglio 1934. Anche Correre festeggia i 90 anni dell’allenatore che in maratona ha costruito le carriere di Gelindo Bordin, Stefano Baldini e Maria Guida. Ecco una sintesi della lunga intervista pubblicata nel numero di luglio. Il 9 luglio sono 90 anni. Superfluo ribadire che non […]

Assoluti: poker Battocletti nei 5000

01 Luglio, 2024

Nadia Battocletti ha fatto suo il quarto titolo italiano della sua carriera sui 5000 metri e l’undicesimo titolo tricolore in carriera in 15’24”69 con una gara in solitaria negli ultimi due giri a meno di un mese dal doppio trionfo sui 5000 e sui 10000 metri agli Europei di Roma. La trentina è transitata ai […]